Nintendo 3DS: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
Domande e Risposte dal vivo con la redazione di Everyeye
Mario e Donkey Kong: Minis on the Move > Recensione
0 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

Mario e Donkey Kong: Minis on the Move - Recensione

Inviato il da Lorenzo "Kobe" Fazio
La saga di Mario e Donkey Kong (un tempo Mario Vs Dokey Kong) cambia per la terza volta console e pelle. Dopo l’esordio su GBA nel 2004 nelle vesti di un platform 2D, il sequel cambiava sensibilmente rotta introducendo i Mini-Mario e abbracciando un gameplay che ricordava quello che fu del glorioso Lemmings. Pennino alla mano, l’utente aveva il compito di accompagnare l’incessante marcia dei minuscoli avatar, liberandogli il cammino dagli ostacoli e preoccupandosi che non si cacciassero nei guai.
Per l’esordio su 3DS, la Grande N ha deciso di stravolgere nuovamente tutto. Tanto per cominciare il titolo è venduto solo via e-Shop a un prezzo assolutamente vantaggioso (solo 9,99 €). Secondariamente, pur rimanendo all’interno del genere dei puzzle game e sfruttando il touch-screen come unico sistema di input, Mario e Donkey Kong: Minis on the Move muta profondamente le meccaniche della serie. Il risultato finale, pur mancando di un soffio l’eccellenza assoluta, è poco a sorpresa assolutamente soddisfacente.
 
Il volto nuovo di Mario e Donkey Kong
Mario e Donkey Kong: Minis on the Move - recensione - 3DS In Mario e Donkey Kong: Minis on the Move una serie di Mario, Peach, Toad e Doneky Kong giocattolo devono attraversare alcune ambientazioni e raggiungere il traguardo. Tra il dire e il fare ci saranno di mezzo ostacoli da varia natura, primi tra tutti dei vertiginosi burroni. Non potendo controllare direttamente gli avatar, ne fermarne l’incedere una volta iniziata la partita, avrete un unico compito: posizionare o interagire direttamente con le varie caselle che formano lo scenario tramite touch-screen. Mentre sullo schermo superiore potrete vedere una rappresentazione 3D dell’azione, su quello inferiore sarà perennemente visualizzata la planimetria, ovviamente bidimensionale, che mostra i singoli quadrati a cui si accennava poco fa.
Il gameplay, fondamentalmente sempre identico, viene declinato in quattro modalità lievemente differenti tra loro. In Mario In Marcia le caselle con cui riempire i vuoti o le bombe, utili per eliminare i nemici e mosse sbagliate, vi verranno fornite in maniera del tutto casuale. Starà a voi usarli nel modo migliore, stando ben attenti a non far traboccare il tubo in cui si accumuleranno con il passare dei secondi. Palazzo Dei Puzzle si configura invece in maniera diametralmente opposta: avrete già a disposizione tutti i quadratini necessari per far viaggiare in tutta sicurezza il vostro avatar e dovrete semplicemente (si fa per dire) posizionarli con il giusto tempismo e ordine. In Mini Mischia non dovrete posizionare nessun “pezzo” dello scenario, ma interagire con interruttori, caselle girevoli e quant’altro, ritrovandovi a guidare non un solo avatar, ma almeno due alla volta. La Grande Giungla infine, composta da soli tre livelli, attinge da tutte le modalità precedenti e propone scenari di ragguardevoli dimensioni che necessiteranno di tempo e concentrazione massima per essere completati.
Come ormai ci ha abituati Nintendo in tutti questi anni, sulle basi di un gameplay piuttosto semplice gli sviluppatori hanno saputo ricamare un level design costantemente ravvivato dall’inserimento di nuovi elementi che renderanno progressivamente le cose più complesse. Per aprire alcune porte dovrete prima raccogliere la chiave posizionata in qualche specifica casella. Shy Guy, in questi casi, pattuglieranno i sentieri, costringendovi a depistarli o a calcolare traiettorie alternative per non incrociarli. Eliminando un certo numero di blocchi tra quelli inseriti, ne otterrete altri dotati di particolari poteri. Inoltre, se raggiungere il traguardo non sarà mai troppo complesso per i vostri Mini-Mario, per acciuffare tutti i collezionabili dovrete imparare a pensare in fretta e a conoscere perfettamente la planimetria di ogni scenario.

Se non bastassero i 180 livelli presenti, Nintendo ha ben pensato di offrire due ulteriori modalità. Minigiochi raccoglie alcune prove che si distaccano totalmente dal gameplay sopra descritto. Si tratta di un quartetto di minuscoli passatempi in cui dovrete utilizzare, interagendo con il touch-screen, delle fionde o delle canne da pesca per lanciare bombe o Mini-Mario contro nemici, monete e quant’altro. Purtroppo nessuno di questi minigiochi riesce ad essere davvero divertente, ma sono comunque utili per spezzare di tanto in tanto l’azione.
L’altra modalità invece vi permetterà di creare, condividere e giocare a livelli creati da altri utenti. A pochi giorni dalla pubblicazione del titolo il catalogo online è già piuttosto ricco e non mancano prodotti degni di essere provati. L’editor, dal canto suo, vi permetterà di salvare sino a venti stage e si dimostra sufficientemente potente e di facile utilizzo per permettere a chiunque ne abbia voglia di testare le proprie abilità da level designer.
Mario e Donkey Kong: Minis on the Move vanta insomma un gameplay riuscitissimo pur nella sua semplicità. Purtroppo si ha la costante sensazione che manchi il quid che tutti i veri capolavori hanno. La causa principale va ricercata in un level design sempre vario, ma ben lontano dai picchi qualitativi che ci si aspetterebbe. Dopo una manciata di livelli avrete voglia di prendervi una pausa e passare ad altro. Come il voto a fondo pagina testimonia, stiamo pur sempre parlando di un ottimo gioco, consigliatissimo agli amanti del genere; quello che manca è il guizzo di creatività e coraggio che lo avrebbe reso ancor migliore.
Se la longevità non tradisce affatto la natura digital delivery del prodotto, vista la quantità notevole di livelli e modalità che vi terranno impegnati a lungo, sul fronte grafico-sonoro si nota invece una certa tendenza al risparmio. La planimetria visibile sullo schermo inferiore è chiara e di facile lettura, ma sullo schermo superiore non sarete testimoni di chissà quale spettacolo. Il sonoro invece si limita a pochissime tracce, comunque piacevoli, ma ad effetti persino fastidiosi sul lungo periodo.
Mario e Donkey Kong: Minis on the Move rappresenta il terzo cambio di pelle per la saga. La nuova direzione intrapresa da Nintendo ci ha convinto, ma non estasiato. Questo puzzle game è divertente, godibile,, longevo, impreziosito da un level design piuttosto vario e sicuramente consigliato a tutti gli amanti del genere. Ciononostante si ha la costante sensazione che manchi qualcosa per gridare al miracolo e ciò lo si comprende benissimo quando, dopo una manciata di livelli, invece di voler fare la più classica delle “ultima partita e poi basta”, si spegne la console senza troppi patemi.
Mario e Donkey Kong: Minis on the Move resta un gioco apprezzabilissimo, ci teniamo a ripeterlo una volta di più, venduto a un prezzo estremamente vantaggioso. Acquistandolo farete un sicuro affare, solo non aspettatevi un puzzle game così indimenticabile.
VOTOGLOBALE7.8
Lorenzo "Kobe" Fazio ama il basket, o per meglio dire i Los Angeles Lakers, l’Hip Hop e il teatro. Dopo aver rincorso la carriera del finto regista, dal 2007 si spaccia anche per finto esperto di videogiochi scrivendo su Everyeye.it. Lo appassionano le belle storie e gli stili visivi ricercati. Cercatelo su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

INVIA COMMENTO

Mario e Donkey Kong: Minis on the Move

Disponibile per: 3DS
Genere: Puzzle Game
Sviluppatore: Nintendo
Distributore: Nintendo
Pegi: 3+
Data di Pubblicazione: 09/05/2013
Mario e Donkey Kong: Minis on the Move
6.5
7.5
8
6
5 voti
6.8
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Mario e Donkey Kong: Minis on the Move: Elenco Topic Ufficiali
Screenshot
Artwork
Scansioni
Wallpaper
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC PI:05619350720
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD