Nintendo 3DS: Notizie, Recensioni, Anteprime e Video
In diretta con la beta della simulazione spaziale Frontier
Rabbids Rumble > Recensione
0 Commenti
Stampa
+0
     
+0
+0
+0

Rabbids Rumble - Recensione

Inviato il da Lorenzo "Kobe" Fazio
Da temibili e improbabili antagonisti, i pazzi conigli di Ubisoft si sono progressivamente trasformati in un marchio a sé stante, ideato per attrarre il nuovo pubblico di videogiocatori occasionali creato da Nintendo con DS e Wii. Sfruttando la sua innegabile simpatia, questo atipico esercito di mascotte non ha quasi mai fallito nel suo obbiettivo di garantire sufficienti vendite, convincendo il publisher a finanziare con una certa regolarità nuovi progetti che lo coinvolgesse.
Per nulla timidi, i Rabbids non hanno lesinato piccoli esperimenti con gameplay alternativi alla solita raccolta di minigiochi, pur restando sempre nell'ambito di titoli dall'immediata e spensierata fruizione.
Dopo il deludente Rabbids 3D, episodio che ha segnato il loro esordio sul 3DS, i conigli più folli del globo sono pronti a tornare, decisi ad aggiustare il tiro con questo Rabbids Rumble.
A conti fatti la missione può dirsi sommariamente riuscita: ben lontano dal poter essere definito un capolavoro del genere, Headstrong Games è comunque riuscita a partorire una creatura capace di intrattenere e proporre un gameplay sufficientemente variegato.
 
Conigli da catturare
Rabbids Rumble, seguendo la tradizione dominante della saga, si presenta come una raccolta di minigiochi. Particolarità di questo episodio è la possibilità, tra una prova e l'altra, di catturare e far lottare tra loro alcuni Rabbid in maniera simile a quanto accade in un capitolo qualsiasi della saga dei Pokémon.
La modalità Storia può essere divisa in due fasi distinte, ma comunque interconnesse tra loro.
La prima riguarda i minigiochi veri e propri. Senza alcuna spiegazione, con pochi preamboli e dopo uno spassosissimo e insensato video che vede come protagonisti i folli conigli, vi ritroverete alle prese con un tabellone. Ogni casella rappresenterà una diversa prova e in base al punteggio ottenuto verrete premiati con uno, due o tre chip. Questi item sono necessari per sbloccare nuovi livelli e raggiungere il traguardo di ciascuna ambientazione.
Il concept è insomma estremamente semplice e lo stesso si può dire per i minigiochi che se da una parte pescano a piene mani dai capitoli passati della saga, dall'altra si sforzano con successo di tirare in ballo le feature uniche del 3DS.
Cannone A Latte, per esempio, vi impone di centrare un bersaglio utilizzando un cannone caricato con delle mucche. Labirinto dei Rabbids sfrutta gli accelerometri della console per permettervi di guidare un coniglio attraverso un intricato dedalo di ostacoli e barriere elettrificate. Cielo Coperto, grazie alla fotocamera, riempie il luogo in cui vi trovate di nuvole e palloncini da far scoppiare muovendo letteralmente la console. Festa Magica, utilizzando la carta della realtà aumentata venduta insieme al gioco, vi permetterà di sparare e prendere a schiaffi un impavido Rubbid materializzatosi magicamente sulla vostra scrivania o pavimento. Ritmo Rabbido si comporta come un qualsiasi rhytm'n game e dovrete premere con il giusto tempismo le aree del touch-screen indicate dai comandi a schermo.

Questo non è altro che un breve elenco dei tanti minigiochi che Rabbids Rumble proporrà ai suoi utenti, ma è piuttosto significativo per tracciare un quadro generale della situazione. Tanto per cominciare ogni prova non risulta particolarmente impegnativa: i videogiocatori con un minimo d'esperienza non faticheranno a ottenere il punteggio massimo anche al primo tentativo. I neofiti, dal canto loro, impiegheranno solo qualche tentativo in più prima di ottenere l'agognata ricompensa. Secondariamente, al di là dell'efficace utilizzo che ogni minigioco fa delle caratteristiche del 3DS, l'originalità latita nel modo più assoluto. Soprattutto chi conosce la saga sin dai tempi del primo Rayman Raving Rabbids si imbatterà in numerosi dejà-vu.
Ciononostante è praticamente impossibile non divertirsi. Le simpatiche pantomime dei conigli sono un espediente ancora efficace e assolutamente in grado di regalare un plusvalore impareggiabile. La varietà dei diversi livelli è sufficiente a mantenere alto l'interesse dell'utente. Inoltre i diversi sistemi di controllo funzionano tutti egregiamente e vantano un buon grado di precisione.
Pur con riserve insomma, i minigiochi di Rabbids Rumble sono promossi.
L'altra fase in cui può essere divisa la Storia riguarda invece i combattimenti tra conigli. Tra le tante caselle infatti, se ne nascondono alcune che vi introdurranno a battaglie 3 VS 3 rigorosamente a turni. Ogni avatar potrà contare su determinati attacchi fisici, mosse speciali e tecniche di difesa, la cui efficacia dipenderà dall'abilità del vostro Rabbid, dalle statistiche di quello avversario e dal superamento di un minuscolo test: se riuscirete a fermare l'indicatore all'interno della zona colorata, l'esecuzione del comando andrà a buon fine, in caso contrario vedrete il vostro lottatore inciampare rovinosamente e sprecare inutilmente il suo turno.
Avrete insomma a che fare con una declinazione estremamente semplificata delle classiche lotte tra Pokémon che, non a caso, si concluderanno con la cattura di uno degli avversari. Un'unica differenza: al posto della Poké-Ball da lanciare, dovrete prendere a schiaffi il malcapitato fino a stordirlo e imprigionarlo in una cassa di legno. I conigli sono in tutto un centinaio, ognuno con le proprie mosse e travestimento, il che vi invoglierà a "catturarli tutti", per usare una famosa e scontata citazione. Oltre a quelli che dovrete battere nel corso della Storia, potrete ottenerne alcuni tramite lo Street Pass o scaricando da internet quelli che Ubisoft stessa renderà disponibili al download.
Anche questa sezione del gameplay si dimostra all'altezza della situazione, ma similmente ai minigiochi manca di originalità e di un pizzico di profondità in più per proporre un intrattenimento duraturo nel tempo e rivolto a un vasto pubblico.

Oltre alla Storia è prevista un'altra modalità: Arena Rumble. Come il nome lascia intuire permette di imbastire senza grossi fronzoli lotte tra Rabbid contro la CPU o contro un altro utente esclusivamente in locale.
Priva di sfide o di obbiettivi da raggiungere, questa game mode cadrà presto nel dimenticatoio e la rispolvererete solo nel caso fortuito di trovare un amico con cui darvele di santa ragione.
Dal punto di vista grafico, la produzione Ubisoft antepone la chiarezza alla spettacolarità. L'hardware della console non viene minimamente impensierito, ma non per questo siamo di fronte a un lavoro indecoroso: i menù sono di facile lettura e anche durante i minigiochi riuscirete sempre ad interpretare correttamente ogni elemento a schermo. Di sicuro però non è questo il gioco per far vedere ai vostri amici di che meraviglie è capace il 3DS. Assolutamente inutile, ad esempio, il debolissimo effetto 3D.
Il sonoro ha il grande pregio di non annoiare o stancare l'orecchio dell'utente: gli urletti dei Rabbid strappano risate e le musiche accompagnano l'atmosfera festante del gioco.
Parlando di longevità, Rabbids Rumble vi durerà al massimo una decina d'ore. Per completare i tabelloni sarà sufficiente la metà del tempo, ma nel caso vogliate sbloccare tutti i livelli e catturare tutti i conigli il tempo stimato è quello sopraelencato. Se è vero che non si tratta di una cifra esorbitante, di sicuro si tratterà di tempo ben speso: dall'inizio alla fine, nonostante tutti i problemi e limiti del caso, vi divertirete senza alcun dubbio.
Rabbids Rumble non è certamente il miglior videogioco con protagonisti i conigli di Ubisoft, né il più originale - nonostante l’introduzione della feature legata alla cattura dei conigli.
Ciononostante, dopo il passo falso compiuto con Rabbids 3D, la saga torna su livelli quantomeno decorosi sul portatile made in Nintendo. Stiamo parlando di un titolo con molti limiti e incapace di paragonarsi ai mostri sacri del genere, ma che sicuramente saprà fare la felicità di fan e neofiti in cerca di un piacevole passatempo con poche pretese.
VOTOGLOBALE6.5
Lorenzo "Kobe" Fazio ama il basket, o per meglio dire i Los Angeles Lakers, l’Hip Hop e il teatro. Dopo aver rincorso la carriera del finto regista, dal 2007 si spaccia anche per finto esperto di videogiochi scrivendo su Everyeye.it. Lo appassionano le belle storie e gli stili visivi ricercati. Cercatelo su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

INVIA COMMENTO

Rabbids Rumble

Disponibile per: 3DS
Genere: Azione
Sviluppatore: Headstrong Games
Distributore: Ubisoft
Publisher: Ubisoft
Pegi: 7+
Lingua: Tutto in Italiano
M. Offline: Multiplayer offline fino a 2 Giocatori - SystemLink
Sito Ufficiale: Link
Data di Pubblicazione: 15/11/2012
Rabbids Rumble
6.5
6.5
6.5
6.5
6 voti
5.8
ND.
guida alle valutazioni su Everyeye.it
Registrati - Login per iscriverti al Mail Alert.
Registrati - Login per gestire la collezione.
Registrati - Login per scrivere una rece utente.
Screenshot
Artwork
Scansioni
Wallpaper
Everyeye.it © 2001-2014 - Editore:HIDEDESIGN SNC PI:05619350720
Registrati in pochi passi utilizzando un tuo account esistente
oppure
SCEGLI UN NOME UTENTE, E REGISTRA UN ACCOUNT PER IL SITO ED IL FORUM
EMAIL
PASSWORD