TGS2012

Anteprima Ace Attorney 5

Il ritorno di Phoenix Wright nella demo presentata al Tokyo Game Show 2012

anteprima Ace Attorney 5
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • 3DS
Adriano Della Corte Adriano Della Corte Da quando ha ricevuto in regalo il suo primo Gameboy all'età di 5 anni, non ha mai smesso di giocare. Grande appassionato di platform e di epiche avventure. Cercatelo su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Ammettiamolo: all'annuncio di Ace Attorney 5 tutti i fan della serie investigativa di Capcom hanno sperato in cuor proprio che Phoenix Wright, l'avvocato difensore protagonista delle avventure pubblicate su Nintendo DS, potesse fare il suo grande, meritato ritorno in tribunale.
Da quel Gennaio 2012 in cui la compagnia si limitò solo a mostrare il logo ufficiale del titolo, i mesi sono trascorsi velocemente, ed in occasione del Tokyo Game Show 2012 Capcom ha confermato le nostre speranze. Phoenix sarebbe tornato su Nintendo 3DS, con nuovi ed intricati casi da risolvere, scene del crimine da esaminare, e disperati imputati da scagionare. Evidentemente le voci di dissenso dei fan sono arrivate anche ai piani alti della compagnia: in Ace Attorney 4, sostituire il carismatico protagonista con Apollo Justice, un timido avvocato alle prime armi, non è stata forse la scelta più azzeccata.
La serie Ace Attorney sta a Phoenix Wright come il burro sta con la marmellata!
"Squadra che vince non si cambia" dunque, ma Capcom sa bene che i fan della serie Ace Attorney sono piuttosto esigenti. Se la squadra non si cambia, la si deve necessariamente migliorare...

Le emozioni non mentono mai!

La demo del Tokyo Game Show 2012 ci ha permesso finalmente di vedere in azione Ace Attorney 5. Il titolo segue cronologicamente agli eventi del quarto capitolo: avevamo lasciato Phoenix ormai fuori dalle aule del tribunale, ma qualcosa di "esplosivo" lo riporta al suo incarico d'ordinanza. Una bomba deflagra all'interno del Tribunale distruggendo quei luoghi dove abbiamo sudato per portare a galla tante verità, ed una ragazza viene accusata di essere l'artefice dell'attentato.
Phoenix ritorna così a fare il mestiere che gli riesce meglio (o quasi), e lo fa accompagnato da una nuova assistente. Lei, dai capelli rossi e dalla forte personalità, si chiama Kokone Kizuki, ed è un avvocato difensore come il protagonista. A detta degli sviluppatori, questo nuovo personaggio giocherà un ruolo importante all'interno della storia principale, che, come tradizione vuole, farà da filo conduttore dei vari casi su cui indagheremo.
La demo presentata al TGS 2012, che segue le fasi iniziali del primo caso, fa sentire i giocatori come se fossero tornati a casa da un lungo viaggio: tutto è molto, molto familiare. Le dinamiche degli interrogatori continuano a seguire le cadenze classiche della serie: Phoenix potrà ascoltare le dichiarazioni degli imputati e dei testimoni, esaminare ogni parte del discorso, e pressare su i punti più oscuri del racconto per scovare contraddizioni ed indizi da poter utilizzare per discolpare l'imputato e scoprire il vero colpevole.
Ma con Kokone arriva anche un'interessante novità per scoprire le verità più nascoste. La ragazza è infatti capace di utilizzare una tecnologia all'avanguardia, una sorta di macchina della verità in grado di scoprire le vere emozioni che si celano dietro alle dichiarazioni dei testimoni.

Un'affermazione di stima potrebbe in realtà nascondere del risentimento verso qualcuno, mentre una frase detta con il sorriso sulle labbra potrebbe essere in realtà una maschera che cela un profondo disagio. Il tutto viene riportato sullo schermo del 3DS attraverso un'interfaccia composta da quattro icone, che rappresentano i vari stati emotivi del testimone. Se qualcosa non corrisponde, l'emoticon che corrisponde alla vera emozione inizierà a lampeggiare. Ovviamente toccherà a noi leggere i risultati del macchinario con la giusta ottica, collegare gli indizi, e costruire la nostra tesi per difenderci dalle accuse del procuratore.

Questa prima demo lascia ancora molte domande irrisolte: Come funzioneranno le fasi investigative sulla scena del crimine? Ci saranno novità anche su quel fronte? Oltre a Winston Payne, il procuratore che da sempre si occupa del primo caso di ogni episodio, chi ci sarà all'accusa, pronto a metterci i bastoni tra le ruote? Nei precedenti capitoli della serie abbiamo avuto sempre avversari temibili - Miles Edgeworth, Franziska Von Karma, Godot. Riuscirà Capcom a sorprenderci ancora una volta? Sicuramente lo scopriremo nel corso dei prossimi mesi.

Indagini a 360°

L'arrivo di Ace Attorney 5 segna anche un altro importante punto di svolta nella serie. Dopo aver sperimentato  con Professor Layton vs. Ace Attorney, Capcom è pronta a portare le avventure di Phoenix Wright in ambienti completamente in 3D. Addio quindi alle illustrazioni statiche per gli ambienti, e gli sprite 2D finemente animati per esprimere al meglio le emozioni dei protagonisti. Phoenix & Co. sono ora realizzati con modelli interamente in 3D, e dal trailer di debutto appare subito chiaro che, nonostante il cambio di registro stilistico, tutto è esattamente come ci si aspetterebbe. Phoenix è sempre pronto a puntare il dito con veemenza quando esclama "Obiezione", e la sua espressione di imbarazzo quando commette una clamorosa gaffe davanti al giudice è rimasta esattamente la stessa. Anche i testimoni, se colti in fallo, riescono perfettamente ad esprimere tutto il loro disappunto con animazioni ad effetto!

La visuale in 3D non solo mantiene intatto tutto lo stile della serie, ma potrebbe anche migliorare la già spettacolare regia vista nei capitoli precedenti. In tribunale, la telecamera non è più vincolata alle classiche schermate bidimensionali, ma è libera di muoversi nell'aula, offrendo nuove angolazioni da cui riprendere il processo e gli spettacolari colpi di scena. Se uno dei pregi della serie era il forte coinvolgimento da parte del giocatore, questi dettagli non possono far altro che migliorare quanto di già ottimo è stato realizzato in passato.
Ace Attorney 5 non manca inoltre di evocare nei fan della serie ricordi del passato grazie alla colonna sonora, completamente orchestrata, e che trae spunto da motivi e brani provenienti dai precedenti episodi della serie. Unica mancanza è forse l'assenza del doppiaggio: escludendo le classiche esclamazioni, i personaggi rimangono muti. Ci sarebbe piaciuto molto sentire finalmente Phoenix parlare, se non in tutta l'avventura, almeno nelle scene più importanti del gioco.

Phoenix Wright: Ace Attorney - Dual Destinies Ace Attorney 5 promette ai giocatori ciò che hanno chiesto a gran voce negli ultimi tempi: tornare a vestire i panni di Phoenix Wright, risolvere intricati casi giudiziari ricchi di colpi di scena, essere coinvolti emozionalmente dalle vicende narrate grazie ad una regia capace di trasmettere tutto il pathos vissuto nell’aula di tribunale. Ancora molti aspetti devono ancora essere presentati da Capcom, partendo dal cast dei personaggi secondari, da sempre uno dei pilastri portanti di tutta la serie, fino alle dinamiche di gioco legate all’esplorazione e analisi della scena del crimine. Ma le premesse sono ottime, e con la conferma che il gioco approderà anche in occidente non vediamo l’ora di saperne di più sul ritorno di Phoenix Wright su Nintendo 3DS.