Overwatch Oggi alle ore 15:00

Giochiamo in diretta con l'acclamato sparatutto Blizzard!

GCom11

Anteprima Ace Combat: Assault Horizon

Finalmente qualche dettaglio concreto sul prossimo Ace Combat

anteprima Ace Combat: Assault Horizon
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • Pc
Lorenzo Lorenzo "Kobe" Fazio ama il basket, o per meglio dire i Los Angeles Lakers, l’Hip Hop e il teatro. Dopo aver rincorso la carriera del finto regista, dal 2007 si spaccia anche per finto esperto di videogiochi scrivendo su Everyeye.it. Lo appassionano le belle storie e gli stili visivi ricercati. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

Assault Horizon: un anno dopo

E' passato circa un anno dalla prima volta che abbiamo sentito parlare di Ace Combat Assault Horizon. Fu nel corso della GamesCom del 2010 che Namco-Bandai decise di fornirci i primissimi dettagli del nuovo capitolo della sua famosissima saga. All'epoca tuttavia, le notizie sul gioco furono veramente pochissime, tanto che gli unici reali dettagli trapelati riguardavano la presenza degli elicotteri e una feature che avrebbe reso ogni dogfight estremamente più coinvolgente e adrenalitico rispetto al passato.
Un anno dopo, le facce che ci accolgono all'interno della saletta che ospita la presentazione a porte chiuse sono le medesime. Diverso è l'atteggiamento: questa volta abbiamo ottenuto molte più informazioni, per quanto su molteplici aspetti permangano dubbi e incertezze.

Storie di guerra vera

Assault Horizon rappresenta a tutti gli effetti una sorta di reboot della saga. Non essendoci un filo conduttore che collega un capitolo all’altro, almeno a livello narrativo, il termine “reboot” si carica in questo caso di un significato particolare che coinvolge il feeling che restituirà l’esperienza, piuttosto che le meccaniche o il gameplay nel suo complesso.
Il nuovo Ace Combat, nelle intenzioni degli sviluppatori, vuole avvicinarsi al mondo reale e, allo stesso tempo, proporre combattimenti più adrenalinici e degni di un film hollywoodiano.
Il primo fattore di cambiamento è la trama. Questa abbandonerà nazioni e conflitti del tutto inventati, per abbracciare ambientazioni e organizzazioni realmente esistenti. Nel corso del gioco farete la conoscenza di due figure principali: il tenente colonnello William Bishop, parte di una task force in missione in Africa per conto della NATO, e il pilota russo Markov, che in qualche modo è coinvolto nella realizzazione di una misteriosa arma dal nome in codice Trinity.
Missione dopo missione saremo chiamati a girovagare per il mondo, tra raid aerei ambientate in luoghi naturali quasi incontaminati e altri in metropoli come Miami e Washington D.C.. Tuttavia, per quanto gli sviluppatori vogliano avvicinare la saga alla realtà in cui viviamo, non dobbiamo aspettarci riproduzioni fedeli dei luoghi sopracitati, tanto meno una narrazione che eviterà accuratamente di scadere nella fantascienza con velivoli e armi fuori dalle effettive possibilità tecnologiche odierne.
Nel corso della presentazione abbiamo avuto modo di assistere a un paio di cut-scene che compariranno anche nella versione finale. Queste sfrutteranno il motore grafico del gioco e spesso vi permetteranno una certa interazione, dal momento che per lunghi tratti le visionerete tramite una telecamera in prima persona. Anche in questo caso l’intento è quello di coinvolgere maggiormente l’utente, di farlo sentire più parte dell’azione.

Adrenalina, dogfight e elicotteri

Naturalmente anche il gameplay subirà qualche modifica. Non stiamo naturalmente parlando di uno snaturamento delle meccaniche che hanno reso celebre il marchio, quanto di piccole accortezze che vogliono cambiare lievemente il feeling della serie. Ace Combat Assault Horizon resta un simulatore di combattimenti aerei, dove abilità con il pad e un minimo di strategia vi garantiranno la vittoria, ottenibile conseguendo gli obbiettivi della missione di turno.
Questo nuovo capitolo tuttavia, punta forte su tre elementi in buona parte inediti per la serie. Il primo è difficilmente definibile, se non con la volontà degli sviluppatori di creare situazioni e combattimenti estremamente più spettacolari e al limite del credibile. Nel breve trailer che ci è stato mostrato nel corso della presentazione, abbiamo intravisto gigantesche esplosioni, inseguimenti tra numerosi velivoli e persino evoluzioni tra palazzi che crollavano. Naturalmente al momento non possiamo confermarvi come effettivamente si comporterà Assault Horizon da questo punto di vista, ma la volontà degli sviluppatori è proprio questa.
Il secondo elemento su cui punta il gioco è il rinnovato sistema che gestirà i dogfight. Purtroppo i dettagli scarseggiano, ma avvicinandoci alla coda di un aereo nemico si attiverà una particolare inquadratura che per certi versi ricorda quella di Gears Of War, posta alle spalle dell'avatar. A partire da questa visuale, in grado di incrementare esponenzialmente il livello di coinvolgimento, ogni dogfight richiederà all'inseguitore di restare nella scia dell'avversario, mentre con missili e precisi colpi di mitragliatore dovrà cercare di abbatterlo. Sfortunatamente ancora non abbiamo avuto modo di vedere effettivamente all'opera questa feature, né di conoscere come si comporterà il sistema quando toccherà a voi vestire i panni della preda.
Il terzo e ultimo elemento su cui punta forte Assault Horizon è la presenza degli elicotteri. Su un totale di una ventina di missioni nel quale sarà suddivisa la campagna principale, quattro di queste saranno ad esclusivo appannaggio di questo nuovo tipo di velivoli. Ognuna di queste, a loro volta, si dividerà in due sezioni. La prima vi vedrà al comando della mitragliatrice di bordo, unicamente impegnati a prendere la mira e fare fuoco su qualsiasi cosa si muova sullo schermo. Gli sviluppatori ci hanno dato un esempio pratico di come funzioneranno queste fasi, grazie a una brevissima demo. Poco a sorpresa dopo l'iniziale esaltazione nel trovarsi tra le mani un più che discreto dispensatore di morte e distruzione, è subentrata un pizzico di noia, nonostante i numerosi target da eliminare e la necessità di agire in fretta, prima di venire abbattuti da qualche RPG vagante. La seconda fase appare, almeno sulla carta, immensamente più intrigante: qui dovrete invece muore il velivolo stesso, gestendo al contempo la mitragliatrice frontale e i missili. In queste sezioni insomma, si ritorna al caro vecchio Ace Combat, ma con un elicottero al posto di un sonico jet. Purtroppo non ci è stato mostrato nulla in questo senso, ma vista l'esperienza degli sviluppatori difficilmente la qualità mancherà.

Multiplayer a suon di poteri speciali

Se tuttavia non foste ancora sazi, il team di sviluppo si è sbottonato anche riguardo al multiplayer, rivelandone i primissimi dettagli.
Sebbene molte delle modalità presenti siano ancora sotto silenzio, sappiamo per certo che saranno possibili deathmatch a squadre otto contro otto. La vera notizia però, è la nuova essenza RPG che assumerà il gioco online. Innanzi tutto sarà possibile personalizzare velivoli e missili con specifiche tag e decalcomanie. Non solo, ma partita dopo partita aumenterete la vostra esperienza rendendo progressivamente disponibili particolari abilità, equipaggiabili all'inizio di ogni partita. Questi vi garantiranno diversi bonus. Si va dall'incrementare la portata di tiro dei propri missili, all'aumentare la precisione o il ratio di fuoco della mitragliatrice. Cosa ancora più interessante, sarà possibile condividere questi poteri con i propri compagni di squadra. Combinarle tatticamente nel corso del briefing che precede il match ricoprirà un ruolo tutt'altro che secondario.
Prima di concludere, un breve accenno sullo stile grafico. Così come la trama anche quest'ambito ci è apparso più realistico e sporco rispetto al passato. Come sempre i modelli poligonali dei velivoli sono splendidi e ricoperti da texture dettagliatissime. Permangono i soliti dubbi sulla realizzazione del terreno. Nella breve demo visionata tuttavia, ogni edificio e nemico erano rappresentati in un più che decoroso e dettagliato 3D.

Ace Combat: Assault Horizon Ace Combat Assault Horizon, a un anno dalla sua prima presentazione, finalmente ci svela qualcosa di sé. Sebbene restino moltissimi i dubbi, la nuova anima della saga ci convince. Se da una parte il gameplay è rimasto largamente invariato, il nuovo sistema che gestisce i dogfight, il taglio più realistico della trama e la presenza degli elicotteri sono novità che possono aumentare la fidelizzazione dei fan e attirare nuovo pubblico in un colpo solo. Non manca moltissimo alla release prevista per il prossimo Ottobre. Solo allora sapremo dirvi se Namco-Bandai ha centrato l'obbiettivo o lo ha malamente mancato.

Che voto dai a: Ace Combat: Assault Horizon

Media Voto Utenti
Voti totali: 80
7.3
nd