Anteprima Animal Crossing New Leaf

Animal Crossing New Leaf è il primo capitolo della serie pensato appositamente per Nintendo 3DS, progettato per sfruttare tutte le potenzialità della console portatile della casa di Kyoto.

anteprima Animal Crossing New Leaf
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • 3DS

Dopo il convincente approdo in Europa su Game Cube e la prova empirica che il concept poteva funzionare anche su un portatile, Animal Crossing ha conosciuto una lieve battuta d'arresto su Wii. Let's Go To The City ha messo a nudo un gameplay in debito d'ossigeno e già anacronistico, a meno che non si voglia ridurre l'audience del brand a una ristretta nicchia di affezionatissimi.
Inquadrato in questa prospettiva, Animal Crossing New Leaf è chiamato a un duro compito. Oltre a rappresentare l'esordio su 3DS, questo capitolo deve dimostrare che la saga ha ancora energie vitali e capacità di evolvere la sua formula.
Mentre dal Giappone giungono notizie confortanti sui dati vendita, da questa parte del mondo si cominciano a delineare i contorni di un gioco effettivamente in grado di rimanere al passo con i tempi, pur non rinunciando allo stile e ai canoni che in passato ne hanno decretato fama e successo.

Da scappati di casa a sindaci

Descrivere Animal Crossing è piuttosto difficile. Privo di veri obbiettivi, livelli e traguardi da raggiungere, lo si potrebbe definire come uno spensierato simulatore di vita. Al contrario di The Sims vi ritroverete catapultati in un contesto totalmente finzionale: un piccolo villaggio immerso nella natura, abitato da simpatici animali antropomorfi e senza la necessità di monitorare costantemente i bisogni fisiologici e psicologici del vostro avatar. Tutto si basa sul piacere che si trae nel coltivare rapporti con il vicinato, sul collezionare esemplari di insetti e pesci, sulla soddisfazione creare la casa dei propri sogni, acquistando mobili e abbinandogli la giusta carta da parati.
Se in passato eravate costretti nei panni del nuovo arrivato, squattrinato e con la necessità di trovare immediatamente un lavoro per pagarvi un tetto sopra la testa, questa volta sarete chiamati a ricoprire il ruolo di sindaco. Dimenticatevi di seccature come la campagna elettorale o le elezioni, non chiedetevi, forse è meglio non farlo, che fine abbia fatto l'arzillo Tortimer: senza preamboli né lungaggini vi ritroverete direttamente a gestire la cosa pubblica.
Non prendeteci alla lettera però: Animal Crossing non si è tramutato in un gestionale, in un improbabile simulatore di giunte e consigli comunali. Pur potendo continuare indisturbati in tutte quelle attività a cui avete imparato a dedicarvi nei precedenti capitoli, New Leaf vi acconsentirà un'influenza maggiore sulle modifiche che potrete apportare alla cittadina. Costruendo pozzi, ponti e numerose altre opere architettoniche non solo rendere il paesaggio più gradevole alla vista, ma soddisferete le numerose richieste che i vostri amici animali vi inoltreranno direttamente o per mezzo di Shizu: la vostra utilissima e apprensiva segretaria.
L'intento dei programmatori è insomma duplice: da una parte permettere un più alto grado di personalizzazione sulla morfologia del villaggio, dall'altra offrire nuovi stimoli al videogiocatore che si vedrà affidare specifiche missioni dai concittadini.

Non è finita qui naturalmente: il gameplay dovrebbe espandersi in altre due direzioni ben precise.
La prima tira in ballo le tanto sbandierate capacità social del portatile. Street e Spotpass reciteranno ruoli tutt'altro che secondari, configurandosi come gli unici strumenti che permetteranno agli utenti di visitare i villaggi altrui. Similmente a quanto accadeva in passato, in veste di turisti potrete trarre ispirazione dalle scelte di design degli altri utenti e recuperare item di vario genere per importarli nel vostro villaggio al termine della sessione. Senza alcun dubbio, l'atipico multiplayer di Animal Crossing trarrà immensi benefici dalle potenzialità del 3DS, offrendo nuovi pretesti per uscire da casa portandosi dietro la propria console.
La seconda direzione in cui verrà espanso il gameplay è quello della personalizzazione. Se abbiamo già avuto modo di parlare delle modifiche che potrete apportare alla cittadina, non andranno sottovalutate quelle che riguarderanno l'abbigliamento del vostro avatar. Oltre alla fantasia della maglietta potrete dedicarvi al perfezionamento delle maniche e del colletto. Come lasciano intendere le rinnovate proporzioni del personaggio, largo spazio verrà data alla gestione del design di pantaloni e gonne, finalmente ammessi tra gli elementi personalizzabili del gioco.
Naturalmente la vostra casetta non rimarrà esclusa da questo lieve potenziamento. Se in passato potevate esclusivamente sostituire la vecchia mobilia con quella nuova, in New Leaf avrete più libertà, decidendo eventualmente di modificarne colori e ritoccarne blandamente la conformazione.

Tra le novità segnaliamo anche la rinnovata morfologia del villaggio: da sempre un lembo di terra con un unico sbocco sul mare, questa volta avrete a che fare con una penisola.
A sud si estenderà la parte più paesaggistica e naturalistica. La spiaggia ha aumentato notevolmente la sua estensione e finalmente il vostro avatar potrà buttarsi in acqua per una rinfrescante nuotata. Tra alberi e aiuole troveranno posto anche le sparute case degli altri abitanti del villaggio.
Separata dall'immancabile linea ferroviaria, a nord si estende il distretto commerciale. Qui troverete tutti i negozi utili per fare acquisti e spendere i vostri sudatissimi risparmi: da quelli di abbigliamento, a quelli dedicati alla casa, passando per gli empori generosi di utensili e altri oggetti utili per la cura della cittadina.
Dal punto di vista meramente estetico non si ravvisano sostanziali cambiamenti. Al di là delle rinnovate proporzioni dell'avatar lo stile è rimasto identico in tutto e per tutto. Resta da valutare l'efficacia dell'effetto 3D, ma per il resto Animal Crossing New Leaf non rappresenterà una dura prova per i circuiti del 3DS.

Animal Crossing New Leaf Animal Crossing New Leaf è un capitolo di fondamentale importanza per la sopravvivenza futura del brand. Dopo il mezzo passo falso compiuto con l’episodio per Wii, Nintendo è chiamata a un sensibile svecchiamento delle meccaniche, pur senza stravolgere concept e filosofia che hanno reso grande la saga. Sotto questa lente, il capitolo per 3DS sembra possedere sufficiente forza vitale per ridare vigore al nome di Animal Crossing. Molto del successo dipenderà dall’effettiva efficacia di Spot e Streetpass, oltre che nell’effettiva capacità di gestione del villaggio che avrete vestendo i panni del Sindaco. Il gioco è già stato pubblicato in Giappone e sta facendo registrare cifre di tutto rispetto: in attesa di nuove news e della data ufficiale europea, vale già come una mezza assicurazione sulla bontà del progetto.

Che voto dai a: Animal Crossing New Leaf

Media Voto Utenti
Voti totali: 22
8
nd