STRAFE Oggi alle ore 17:00

Giochiamo in diretta con Strafe, FPS dallo stile retrò.

Anteprima Assassin's Creed 4: Black Flag

In attesa della Gamescom, Ubisoft ha rilasciato ulteriori informazioni in merito a esplorazioni subacquee e caccia.

anteprima Assassin's Creed 4: Black Flag
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • Wii U
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Assassin's Creed 4: Black Flag è probabilmente il coronamento della componente open-world del franchise Ubisoft. Sgranocchiando gli ultimi video gameplay rilasciati, siamo letteralmente affascinati dallo sterminato oceano che circonda la Jackdaw mentre veleggia verso lidi non ancora esplorati, traboccanti di tesori, rovine Maya o bellezze naturali. Ad occhio e croce dovrete mettere in conto mezz'ora del vostro tempo nel navigare da un estremo all'alto della mappa, ispirata ai Caraibi di inizio '700.
Una ricchezza visiva e ludica possibile grazie alle console next-gen, i cui hardware hanno permesso al franchise di compiere un ulteriore passo in avanti, almeno per quanto concerne l'ampiezza del mondo di gioco, la fluidità degli spostamenti e il numero di dettagli a schermo.
Tra pochissimi giorni incontreremo nuovamente l'action game Ubisoft tra i padiglioni della Gamescom di Colonia: in attesa di quel momento, vogliamo condividere con voi alcune informazioni reperite setacciando la rete in merito alle esplorazioni subacquee, la caccia delle creature marine, l'assalto ai forti via nave e le sequenze di gioco ambientate nel presente.
Un ulteriore tuffo nelle acque cristalline di Assassin's Creed 4: Black Flag. Dopotutto abbiamo pranzato più di 3 ore fa!

Esplorazioni sott'acqua

Sin dall'annuncio del quarto episodio fu confermata la possibilità di esplorare i fondali marini, sguazzare tra i pesci tropicali ed eventualmente recuperare qualche monile smarrito dalla chiglia di un vascello affondato. Solo ora, però, siamo in grado di conoscere qualche dettaglio su come funzionano queste sequenze di gioco.
Anzitutto ci duole confermare che molto probabilmente non sarà possibile immergersi in ogni punto della mappa, ma solo nelle prossimità di certe aree. Ad esempio, nella missione principale in cui la Gilda degli assassini chiede ad Edward Kenway di eliminare Julien Du Casse, commerciante d'armi ed esplosivi a favore dei Templari, il pirata deve raggiungere una caverna segnalata sulla mappa, quindi calare in acqua una campana subacquea, strumento realmente in uso durante il XVIII secolo, per iniziare a nuotare sott'acqua.
La riserva d'ossigeno di Edward è ben segnalata da una barra posta al centro dello schermo: probabilmente gli è sufficiente fare tappa alla campana per ricaricarla, ma per forza di cose non ci si può spingere troppo lontano da essa. L'ecosistema marino è riccamente dettagliato, banchi di pesci nuotano al fianco del giocatore, predatori temibili come gli squali si attivano quando si entra nel loro territorio e sulla mini-mappa compaiono le icone di alcuni oggetti da raccogliere. A quanto pare nell'area in cui si è immerso vi sono 7 forziere da scovare.
Una volta individuata la caverna dove Du Casse si nasconde scopriamo che durante le missioni subacquee Edward è privo delle proprie armi, inclusa la lama celata. Questo handicap in qualche modo obbliga il giocatore ad adottare un atteggiamento più cauto, soffocando nemici a mani nude e sfruttando ogni copertura dello scenario, incluse alcune inedite casupole, al cui interno attirare le guardie, strangolarle e nascondere il loro corpo.
Il sistema di combattimento è ravvivato dalla meccanica di disarmo, autentica novità per la serie, grazie alla quale sottrarre armi o pistole ai nemici. Ad esempio, lo spoglio Edward ha saputo schivare opportunamente un affondo di scimitarra, quindi afferrare di spalle il nemico e recidergli la carotide passandolo a filo della sua stessa lama.

Assalto navale ai fortini

Una delle esperienze più entusiasmanti di Assassin's Creed III era rappresentata dagli assalti in solitaria dei fortini inglesi, quartier generali pesantemente fortificati e sorvegliati in cui intrufolarsi ed eliminare il luogotenente incaricato da sua maestà.
In Assassin's Creed 4: Black Flag vi sono delle missioni secondarie analoghe, solamente ravviate da una fase iniziale in cui bombardare via nave le difese esterne e le batterie di cannoni.
Le meccaniche di combattimento sono le medesime delle battaglie contro altre imbarcazioni, con l'unica particolarità che i fortini a livello del mare posseggono difese distribuite su un'area più vasta dello scafo di una nave e anche a diversi livelli di altezza.
Dalle 6 torrette in su convoglieranno il fuoco verso la Jackdaw, cosicché dovrete irrobustire a dovere la nave e disporre dell'adeguata potenza di fuoco.
Una volta crollate le mura esterne, ci si può avvicinare senza timore. "Parcheggiate" la nave e nuotate fino al molo, raggiungete gli alloggi del comandante (inglese!) ed eliminatelo. Ci sono almeno due novità rispetto al prequel: la presenza della vostra ciurma eviterà di rendere troppo difficili talune missioni, mentre il complesso scenografico di esplosioni aggiunge epicità alla scena e getta nello scompiglio la guarnigione avversaria.

Caccia grossa allo squalo bianco

La pesca con l'arpione è un'attività documentata storicamente da racconti di marinai e tenebrose litografie. Ubisoft ha voluto evolvere le meccaniche di caccia e successivo crafting abbracciando le creature marine quali megattere, squali, balene e...chi ha detto Kraken?
Il concept alla base è riassunto dall'espressione "epica lotta tra l'uomo e la bestia"; non è affatto un massacro di bestiole pinnate, quanto piuttosto una lotta alla pari poichè la stessa creatura minaccia di uccidere il giocatore.
In tutto ci sono 8 creature contro le quali misurarsi: ciascuna sguazza in un'area circoscritta segnalata sulla mappa. Edward scende dalla Jackdaw, sale tutto solo su una barca a remi ed impugna l'arpione. Al momento si conosce solo lo Squalo Bianco, il quale possiede due attacchi: di base cerca di rovesciare la barchetta su cui Edward lo attende in posizione eretta, ma talvolta erompe fuori dall'acqua e punta ad azzannare il pirata-assassino.
Il giocatore, di contro, ha a disposizione un numero limitato di arpioni (da 30 in su): anzitutto deve mirare allo squalo ed agganciarlo, quindi la barca si lascia trascinare dalla forza bruta della bestia ed infilzarla una volta giunti appena sopra di lei!
Un sistema forse non troppo originale né raffinato, ma potrebbe risultare coinvolgente qualora la disparità della lotta fosse ben rappresentata scenograficamente e in termini ludici.

Present Days

Il finale di Assassin's Creed III lasciava pochi dubbi circa il destino di Desmond e praticamente concludeva la lotta tra Assassini e Templari ai giorni nostri, fil rouge tra i diversi capitoli della saga, tra le generazioni di assassini capitanati da Altair, Ezio e Connor.
Assassin's Creed 4: Black Flag inaugura un nuovo ciclo narrativo per la saga, ma evita accuratamente di presentare un nuovo personaggio. Questo non vuol dire che il titolo in uscita a fine Ottobre eviterà anche qualsiasi legame con il nostro tempo: nella fattispecie ci saranno alcuni episodi narrativi in cui vestirete i panni di un impiegato dell'Abstergo Industries, incaricato di lavorare sul Progetto Black Flag. Di cosa si tratti esattamente rimane un mistero, ma a quanto pare la reincarnazione moderna dei Templari ha scoperto il modo per permettere a chiunque di viaggiare nel passato. "Incontrate i vostri avi!" potrebbe essere il perfetto slogan pubblicitario per vendere tale tecnologia al grande pubblico!
La particolarità di tali fasi di gioco, alle quali accedere in qualsiasi momento e non in punti prefissati della trama, risiede nella visuale in prima persona: il team di sviluppo vuole sottolineare chiaramente come il giocatore stesso sia un dipendente della Abstergo. Si tratta sicuramente di un atto di fanservice, potendo tra le altre cose interagire con i propri colleghi e conoscere l'organizzazione della mefitica azienda, oltre che collezionare action figure dei personaggi celebri della saga (non solo Black Flag quindi).
In che modo? L'aspetto ludico non è stato precisato al meglio, ma a quanto par consisterà in minigame e puzzle legati all'hacking.

Che voto dai a: Assassin's Creed 4: Black Flag

Media Voto Utenti
Voti totali: 213
8.2
nd