GCom10

Anteprima Assassin's Creed: Brotherhood

Mostrato una nuova sessione del Single Player, ambientata a Roma

anteprima Assassin's Creed: Brotherhood
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • Pc
Alessandro Mazzega Alessandro Mazzega prende confidenza fin da tenera età con pad e tastiera e si appassiona rapidamente al mondo dei videogiochi, lavorando come giornalista sulle principali realtà online e occupandosi di sviluppo, attualmente in Forge Reply. Bassista fallito, ha ormai venduto lo strumento per passare dietro al microfono, sia per cantare che per condurre il podcast Gaming Effect. Cercatelo su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Durante un incontro a porte chiuse al gamescom di Colonia abbiamo finalmente ottenuto la possibilità di visionare la componente single player di Assassin’s Creed Brotherhood, seguito diretto del campione di incassi del 2009.
Gaelec Simard, mission designer presso Ubisoft Montreal, illustra le caratteristiche principali del gioco che offrirà una trama inedita della durata di quindici ore circa e l’ormai famoso comparto multiplayer.
La demo è ovviamente ambientata a Roma, città da riconquistare logorando progressivamente l’influenza dei Borgia, radicata nel tessuto politico e sociale della capitale. L’anno è il 1503 ed Ezio è più vecchio, più forte e decisamente più saggio.

Puro gameplay

La demo è interamente giocata e si apre mostrando alcune delle nuove interazioni di Ezio con l’ambiente: l’uso dei cavalli è più fluido ed è permesso cavalcare all’interno della città. Dalla sella si può saltare direttamente sulle strutture sovrastanti, azione decisamente utile durante le fughe più spettacolari.
Scardinare il potere dei Borgia non sarà cosa semplice e sarà necessario partire dal basso, danneggiandone l’influenza inviando dei messaggi alla popolazione, sotto forma della distruzione delle torri della famiglia avversaria degli Auditore.
L’obiettivo sembra semplice: raggiungere la torre, infiltrarsi al suo interno, uccidere il capo delle guardie e farla esplodere dando alle fiamme la parte superiore.
Ovviamente le cose si complicano ma Ezio può contare sull’intervento di tutti gli assassini reclutati durante le sezioni di gioco precedenti.

L'unione fa la forza

Durante le missioni, infatti, sarà possibile rinforzare le file degli assassini accettando nuovi membri. Renderli operativi ed efficienti, però, richiederà tempo e sacrificio: una schermata inedita mostra la mappa dell’Europa con segnate le città principali. Potremo quindi inviare i nuovi adepti in missione in modo da allenarsi. Ci sono dei rischi però: scegliendo una missione e un compagno verrà mostrata la percentuale di successo: se sarà un vittoria verrà accumulata esperienza utile per migliorare abilità ed equipaggiamento; se sarà un fallimento, però, l’assassino morirà e verrà perso per sempre.
Una classica meccanica risk - reward che richiederà un’attenta pianificazione e valutazione dei rischi.
I compagni, quindi, potranno aiutare Ezio durante l’azione, intervenendo contro guardie ed obiettivi scelti quando verrà dato il segnale. Il fischio di Ezio è però un’abilità da utilizzare con parsimonia in quanto richiede tempo per la ricarica. Gli assassini chiamati in aiuto interverranno quindi con modalità autonome, uccidendo con un balzo dall’alto in certi casi o buttandosi nell’attacco frontale in altri.

Quella maledetta torre

Il raggiungimento della torre dei Borgia richiede una dose massiccia di abilità, sfruttando tutte le capacità di Ezio nello stile parkour caratteristico della serie. Una volta arrivati alla base dovremo cercare ed uccidere il capo delle guardie, in modo da eliminare la minaccia principale. Ogni obiettivo di quel calibro reagirà diversamente e in questo caso l’uomo si darà alla fuga al primo segno di pericolo. Una volta eliminato potremo dedicarci all’arrampicata che permette di raggiungere la sommità dell’edificio, lasciando ai nostri compagni l’onere di liberarci la strada dalle poche pattuglie di guardia rimaste.
La cima della torre offre una vista mozzafiato sulla città ma dura poco: appiccando un incendio e facendo esplodere i muri esterni dell’edificio avremo finalmente compiuto il nostro dovere, saltando nel vuoto per fuggire al crollo.
A quel punto il popolo saprà che qualcosa a Roma sta cambiando e avremo modo di reclutare nuovi membri della confraternita, ottenendo l’appoggio della popolazione e vedendo rifiorire il commercio, con la riapertura dei negozi utili per migliorare l’equipaggiamento disponibile.
Le torri di cui dovremo occuparci progressivamente saranno svariate, ognuna con la propria struttura e una differente dislocazione delle forze di difesa.

Lasciamo parlare le armi

Il combattimento ha subito alcuni interventi correttivi ed è ora più fluido, con l’opportunità di inanellare sequenze di kill sfruttando l’estrazione rapida delle armi padroneggiata da Ezio. Ogni cadavere potrà essere saccheggiato e si potranno raccogliere da terra le armi dei nemici caduti, tra cui le micidiali mazze ferrate dei soldati in armatura pesante. Tali armi potranno anche essere lanciate verso il nemico con esiti decisamente letali.
Un’altro dei nuovi assi nella manica di Ezio è il paracadute, utile per scendere rapidamente da edifici particolarmente alti anche in mancanza delle aree adibite al salto della fede.
L’uso è semplice e permette di concatenare altre mosse come l’atterraggio diretto su un cavallo per fuggire con rapidità dall’area di un omicidio.

Una cartolina da Roma

La città di Roma è bella come non mai, completamente esplorabile e sono stati riprodotti tutti i luoghi caratteristici, dal Colosseo a Castel Sant’Angelo, luogo nel quale, ci viene assicurato, un fuga sfruttando il paracadute sarà particolarmente affascinante.
Ancora non si sa nulla, invece, dell’eventuale presenza di altre città oltre alla capitale. Dovremo attendere nuove rivelazioni che non mancheranno di arrivare prima della pubblicazione del gioco prevista per metà Novembre.

Assassin's Creed: Brotherhood Assassin’s Creed Brotherhood è affascinante come non mai, soprattutto grazie alla presenza della Città Eterna. Il pacchetto appare particolarmente ricco, con una nuova e estesa sezione della trama della saga e molteplici modalità multiplayer che terranno sicuramente impegnati per mesi. Un’altra grande prova per Ubisoft Montreal, sia dal punto di vista artistico che da quello del gameplay, innovato quel tanto che basta per renderlo ancora appassionante e più fluido rispetto al passato. Da non perdere.

Che voto dai a: Assassin's Creed: Brotherhood

Media Voto Utenti
Voti totali: 831
8.6
nd