E3 2011

Anteprima Assassin's Creed: Revelations

L'ultima avventura di Ezio si svela all'E3 2011

anteprima Assassin's Creed: Revelations
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • Pc

Ezio Auditore è pronto a completare la sua avventura nel capitolo finale della trilogia "interna" di Assassin's Creed dedicata alle gesta dell'eroe fiorentino. Molti anni sono passati dai tempi di Lorenzo il Magnifico e anche la congregazione degli assassini sembra essere meno potente, la minaccia dei templari tuttavia continua a minacciare l'Europa e, questa volta, il pericolo sembra provenire da oriente, da quel crocevia dei mondi che era Bisanzio, allora capitale dell'impero Ottomano.
È un Ezio diverso quello che incontriamo in questa presentazione, più anziano (ormai ha oltre cinquant'anni) e meno spaccone di come ricordavamo. Il giovane talentuoso ma arrogante dei giochi precedenti ha lasciato il posto a un uomo adulto, consapevole del suo ruolo e spaventato dalle sue stesse responsabilità. La profezia del leggendario Altair incombe ed Ezio, per la prima volta in vita sua, teme di non saper distinguere fra bene e male.

Ubisoft, durante il suo media brefing, finalmente ci ha mostrato una sequenza (non lunghissima in realtà) in game di Revelations, dandoci la possibilità di fare la conoscenza con il nuovo Ezio e scoprire quali misteri nasconde il Bosforo.
Come sempre e’ la citta’ a farla da padrone, con i suoi vicoli, la sua gente e soprattutto le sue architetture. Istanboul e’ un trionfo di minareti, chiese e picchi, una citta’ sospesa fra Santa Sofia e la Moschea Blu, dove i destini di oriente ed occidente si mescolano per confondersi in uno stile onirico, lontano sia dalla ieraticita’ dei campanili di Rinascimentali sia dalle forme suadenti della Gerusalemme del primo Assassin’s Creed. Ezio, in questa mondo governato da un’antico impero ormai in rovina, e’ un uomo braccato, costretto a muoversi ancora piu’ in silenzio del solito; il governatore della citta - al soldo dei templari - ha imposto un blocco navale all’intero porto finche’ l’assassino non sara’ catturato, per cui Ezio, impossibilitato a fuggire via terra data la sua eta’ e la strettissima sorveglianza cui sono sottoposte le porte, sara’ costretto a forzare il blocco, prima distruggendo le catene d’acciaio che chiudono il Bosforo e poi organizzando un’azione diversiva per permettere alla sua nave di allontanarsi indisturbata. Dopo un brevissimo brefing con un NPC ci avviamo verso la prima parte della nostra missione, ovvero l’abbattimento del faro che funge anche da tirante per le catene. Una volta arrivati in prossimita’ dell’area potremo decidere se entrarvi furtivamente o ingaggiare all’arma bianca uno scontro con le guardie. Scegliendo la seconda ipotesi gli sviluppatori hanno potuto mostrarci alcune delle nuove combo a disposizione del nostro protagonista, come la possibilita’ di infilzare i nemici e poi usare la spada come leva per ribaltarli dietro la nostra schiena. Da quello che abbiamo potuto vedere permane esattamente lo stesso combact system che abbiamo imparato a conoscere nei capitoli precedenti, i nemici non attaccano in gruppo e piu’ che una sfida effettiva appaiono come un modo abbastanza semplice per gratificare il giocatore mettendo in mostra le abilita’ acrobatiche di Ezio. Dopo esserci sbarazzati delle ultime guardie usando una bomba fumogena in grado di accecare i nemici, riusciamo a piazzare un vaso di “polvere nera” proprio alla base del faro, portando l’intera struttura al collasso e facendo inabissare le catene sul fondo. L’esplosione pero’ ha naturalmente allarmato tutta la citta’ per cui saremo costretti a raggiungere la nostra imbarcazione saltando da una nave all’altra, usando tutte le abilita’ che i fan della serie conoscono bene. A un certo punto della corsa troveremo su una barca (probabilmente di origine araba dati i finimentin a bordo e lo stile dei marinai) un’arma molto simile a un lanciafiamme con cui potremo creare ancora piu’ confusione dando fuoco a ogni singola nave in modo tale da impedire ai templari di inseguirci.
Il comparto grafico come sempre, non tradisce l’epicita’ del titolo: vedere Ezio correre e saltare con sullo sfondo Bizanzio e intorno le fiamme che ghermiscono il Bosforo e’ forse uno dei punti piu’ poetici dell’intera serie. Certo, nei prossimi mesi dovremo vedere come sara’ la ricostruzione dell’intera citta’ e delle altre location tuttavia dobbiamo ammettere che siamo abbastanza fiduciosi, dato che Ubisoft, da questo punto di vista, ha sempre lavorato con una precisione certosina.

La demo si conclude con Ezio che salta sulla sua nave e fugge dalla citta’, congedandosi e dandoci alla prossima holiday season per giocare al titolo finale. Quando stavamo gia’ per alzarci, tuttavia, gli sviluppatori hanno inserito una piccola easter egg nella forma di un misterioso portale d’energia aperto sul un promontorio a picco sul mare. Cosa significhi e che ruolo avra’ nella trama, pero’, non ci e’ ancora dato saperlo.

Assassin's Creed: Revelations Assassin’s Creed Revelation continua la saga degli assassini portandoci in una nuova citta’, con nuovi personaggi, nuove avventure e una serie infinita di misteri. In compagnia di un Ezio ormai adulto, potremo finalmente concludere la parte “rinascimentale” della trilogia, tornando in un certo senso alle origini mediorientali della saga. Appuntamento nei prossimi mesi, dunque, per avere tutte le “rivelazioni” che ogni fan aspetta.

Che voto dai a: Assassin's Creed: Revelations

Media Voto Utenti
Voti totali: 409
8.2
nd