Comic-Con 2014
Comic-Con 2014 Dal 24/07/2014 al 27/07/2014

Scopri il Comi-Con di San Diego

Comic-Con 2014

Anteprima Assassin's Creed Unity

Dal Comic Con nuovi dettagli sulla trama, sul protagonista Arno e sul gameplay

anteprima Assassin's Creed Unity
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

200mila dollari è quanto dovrebbe a grandi linee costare la realizzazione de filmato in CG diffuso da Ubisoft una manciata di giorni fa. Nel corso dei 2 minuti è stata presentata Elise, una donzella dai capelli rossi che a detta degli sviluppatori avrà un ruolo centrale nella trama di Assassin's Creed Unity. Unica controindicazione: essa è una templare!
200mila dollari è dunque la cifra che la casa francese ha sborsato per mettere a tacere tutte le voci sul maschilismo del gioco, diffuse da una certa stampa americana dopo aver visto che tra i 4 assassini della missione presentata all'E3 non c'era spazio per gonne e corpetti. Non sappiamo se Elise sarà un personaggio giocabile o la solita donzella in pericolo da scortare in alcune missioni, certo è che la sua ideazione non è dell'ultimo minuto e con un pizzico di fortuna in più Ubisoft avrebbe potuto presentarla già a Los Angeles, così da placare sul nascere le inutili polemiche.
In attesa di provare con mano Assassin's Creed Unity nel corso della Gamescom di Colonia, dal panel tenuto al San Diego Comic Con sono trapelate interessanti informazioni sulla trama ed i personaggi, oltre che un'affascinante ed inedita demo giocata dal vivo.

Parigi, 1793

Dopo un paio di episodi nelle Americhe e uno ancora prima nel Medio Oriente, Assassin's Creed ritorna in Europa. Come già abbiamo visto in quel di Los Angeles ciò comporta la ritrovata presenza di palazzi e chiese da scalare, vicoli stretti e città affollate.
Parigi poi alla fine del XVIII secolo è il centro del mondo, la metropoli più popolata e crocevia politico ed intellettuale: per gli sviluppatori di Ubisoft sembrava irresistibile sposare la Parigi assolutista con i fermenti della Rivoluzione francese. Durante il panel del Comic Con il creative director Alex Amancio ha dichiarato come il periodo offra folle oceaniche radunate nelle pubbliche piazze in occasione delle esecuzioni, personaggi affascinanti e conosciutissimi (chi ha detto Robespierre?) e nuove opportunità narrative. Il fatto che il Terrore fosse il modo scelto dai rivoluzionari per affermare libertà, ragione e ateismo la dice lunga sui contrasti che serpeggiavano allora. Questa volta - ci viene da pensare - non ci saranno cattivi a 360° come i Borgia o gli Inglesi, ma un intreccio di personaggi: alcuni completamente folli, altri freddi calcolatori.
Sembra inoltre che Ubisoft voglia calcare la mano e dipingere una strana rivalità tra Assassini e Templari, come dimostra proprio il personaggio di Elise fresco di annuncio. Costei appartiene all'ordine dei Templari come dimostra la croce appesa al collo, ma nel trailer in CG è salvata dal protagonista (l'assassino Arno) proprio un secondo prima finire sulla ghigliottina. L'ipotesa più probabile è quella che gli inglesi chiamerebbero "love affair"!
Proprio Arno Dorian è stato al centro di una lunga presentazione in quel di San Diego. A livello caratteriale gli sceneggiatori hanno pensato a lui come un assassino spiritoso, divertente e diretto: c'è voglia di riprendere il sarcasmo di Ezio dopo che Connor e parenti non hanno convinto come sperato?
Vuole essere parte attiva della Rivoluzione, la vede come un'occasione di riscatto per il popolo francese, ma ben presto ne coglierà la dimensione caotica e preferirà agire per conto suo. Da cui il lato più egoista del suo carattere.

Parola d'ordine: caos

Passando al gioco vero e proprio, gli sviluppatori hanno ammesso di aver adottato un approccio sistemico con l'obiettivo che il giocatore percepisca di trovarsi all'interno di una situazione perennemente caotica. Ci sono moltissime fazioni con cui interagire, partiti politici e gruppi armati che nascono oggi e domani sono ghigliottinati: le cose accadono anche senza alcun intervento del giocatore, la città deve apparire viva ed imprevedibile.
La maggiore potenza delle nuove console ha permesso di architettare una città grande come la Roma di Brotherhood, ma senza alcun caricamento né tra una zona e l'altra né tra gli esterni e gli interni, che saranno molti di più e conterranno tantissimi personaggi extra con delle missioni secondarie da assegnare.
La demo che Ubisoft ha portato al Comic Con era purtroppo la medesima dell'E3, ma in una build più avanzata. Ad esempio è stato possibile apprezzare il nuovo sistema di animazioni che si è rivelato particolarmente utile per discendere dal tetto di Notre Dame in un batter d'occhio, potendo saltare moltissimi appigli che fino all'anno scorso erano imprescindibili. Oppure abbiamo intravisto la nuova funzione che abolisce la mappa per collocare le icone delle varie missioni principali e bonus direttamente sull'HUD: basterà che il giocatore si diriga verso l'icona che gli interessa e proseguendo in quella direzione prima o poi la incontrerà. Questa funzione ha senza dubbio il pregio di essere comoda e di liberare parte dello schermo, ma le icone rischiano di essere in numero eccessivo e sopratutto non è indicata la distanza rispetto al punto dove si trova in quel momento il giocatore.
Infine, rispondendo alle domande del pubblico, Amancio ha raccontato come i progressi delle missioni single-player possono essere trasferite in quelle co-op, cosicchè ciascun giocatore porterà con sé il corredo di armi e punti esperienza dell'Arno personale.

Bienvenue au Comic Con

La presenza di Assassin's Creed Unity alla convention californiana non sarebbe stata completa senza qualche attività collaterale al videogioco. Già lo scorso anno un veliero simile alla Jackdaw era attraccato al porto di San Diego, mentre quest'anno all'esterno del polo fieristico è stata allestita un'area dove cimentarsi nel parkour tanto apprezzato in versione digitale. Il percorso, denominato Assassin's Creed Experience, è stato progettato da Michael "Frosti" Zernov, recentemente assunto come Chief Parkour Officer della saga, ed era costituito da un percorso a ostacoli a tema comprensivo di differenti sfide e persino di un salto della fede di ben 25 metri.
Vedere per credere!

Sempre al Comic Con Ubisoft ha presentato un interessante fumetto animato ispirato al videogioco di quest'anno. L'ambientazione è sempre la Francia della Rivoluzione Francese ed il corto è un ritratto piuttosto macabro e violento degli eventi che hanno dato inizio alla rivolta popolare. Ha come firme Rob Zombie (Halloween, Le streghe di Salem) che ne ha curato la sceneggiatura e Tony Moore (copertinista di The Walking Dead) che si è occupato di disegni ed animazioni.
Lo potete ammirare nella sua interezza qui di seguito!