Anteprima Deadpool The Game

L'anti-eroe mascherato

anteprima Deadpool The Game
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
Andrea Vanon Andrea Vanon è appassionato di videogiochi sin dal 1995, quando passava le giornate tra SNES e Game Gear. Da sei anni tra le "penne" e le "voci" di Everyeye.it fagocita qualsiasi produzione con curiosità, mantenendo un’incrollabile fedeltà verso gli sportivi "made in U.S.A.". Lo potete seguire su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

L'Universo dei fumetti statunitensi targati Marvel ha raggiunto oramai da tempo le case dei videogiocatori, nonché le sale cinematografiche di tutto il Mondo. Dopo un'iniziale periodo di timidezza i super-eroi sono entrati a far parte di qualsiasi forma d'intrattenimento, staccandosi dalla semplice carta in maniera del tutto disinvolta. Quello Marvel è stato, in particolare, uno dei terreni più fertili per le softco più disparate - numerosi, negli anni, gli adattamenti videoludici di Spider-Man, degli X-Men, di Wolverine, Hulk, Punisher e via discorrendo. Man mano che le generazioni avanzano i titoli di questo genere si fanno più frequenti e l'universo di paladini della giustizia creato da Stan Lee & Co. viene esplorato nelle sue più recondite profondità. Profondità nelle quali sono celate delle vere e proprie perle, come ci aiuteranno a scoprire il prossimo anno i ragazzi di High Moon Studios, già responsabili del franchise Transformers. L'idea del team succursale di Activision è quella di portare sul piccolo schermo casalingo, probabilmente sfruttando Playstation 3, Xbox 360 e Wii-U in prima battuta, un eroe (o, meglio, anti-eroe) carismatico come Deadpool. Considerando le potenzialità del persoaggio, la sua carica d'ironia ed il suo modus operandi, quello di High Moon Studios sembra un progetto con molte possibilità di sfondare - complice anche l'attesa per la realizzazione del lungometraggio omonimo, diretto da Tim Miller ed interpretato da Ryan Reynolds (già protagonista in Lanterna Verde).

Il Mercenario Chiacchierone

Prima di parlare del videogame in sè, per quel poco mostrato fino ad ora al Comic-Con di San Diego, è bene aprire con una piccola panoramica sul protagonista, differente da tutti gli altri personaggi ideati dalla Marvel. La storia alle spalle di Deadpool è una delle più classiche, in salsa tragica: dopo la morte della madre, per una grave forma di tumore, e quella del padre, ucciso da un colpo di pistola, Wade Winston Wilson si ritrova completamente solo e decide di arruolarsi nell'esercito. Cacciato per insubordinazione dopo un solo anno inizia la carriera di mercenario a pagamento, apprendendo dopo poco di esser lui stesso malato di cancro. Proprio in seguito all'aggravarsi della malattia gli viene offerta, presso Arma X, la possibilità di sottoporsi ad esperimenti potenzialmente in grado di curarlo; trattamenti che il giovane accetta. L'apparente fallimento della "cura" porta al degenerare della situazione, ed infine alla decisione di eliminare la cavia. In quello il potere rigenerativo instillato a partire dai geni di Wolverine si risveglia, curando Wade e dandogli la possibilità di fuggire - non prima di aver sterminato i suoi carnefici. Prendendo il nome di Deadpool (la "lotteria" sul chi sarebbe morto per primo fatta coi compagni di detenzione ad Arma X) l'anti-eroe riprende la sua carriera da spietato mercenario, mascherando completamente il suo corpo per nascondere le brutali cicatrici che la convivenza di cellule cancerogene e rigenerative gli causano.
Nasce così uno dei personaggi più irriverenti nell'universo Marvel - il primo della collana pienamente consapevole dell'appartenenza alla carta stampata. I suoi albi, infatti, sono caratterizzati dal continuo dialogo con i lettori, per non parlare del cinismo e della verve umoristica che caratterizzano il personaggio. Proprio su queste caratteristiche sembrano essersi concentrati gli sviluppatori ad High Moon Studios, che hanno mostrato un primissimo teaser trailer da questo punto di vista assolutamente esplicativo. Il filmato vede, in primis, un rilassato Deadpool presentare lo stesso filmato, discutendo con le classiche voci fuori campo se si tratti di un trailer del gioco o di qualcosa di spinto con ragazze nude in atteggiamenti provocanti. Lo stile dissacrante è dunque evidente sin dai primi istanti, e perpetrato in maniera davvero esilarante anche nel corso del filmato vero e proprio, quando abbiamo finalmente l'occasione di vedere qualche istante di gameplay da questo titolo ancora senza un nome prefissato.

Dal breve footage se ne scorge, prima di tutto, l'impostazione ludica: quella di un action game puro alla X-Men Le Origini: Wolverine, dove il nostro eroe, armato delle sue fide katane e delle immancabili Colt, se ne andrà in giro massacrando questo o quell'avversario. Riguardo all'azione in se il focus sembra puntato sulla spettacolarità, con combinazioni di spade e pistole, mosse speciali (Deadpool che ruota su se stesso travolgendo e tagliuzzando tutti i malcapitati a tiro ne è un esempio) e tante, tantissime violente finisher, accompagnate da crude cut-scene. Crani fracassati, corpi smembrati ed arti mozzati saranno pane quotidiano per questa versione digitale di Deadpool che, a quanto visto, si prenderà spesso la briga di fermare i massacri per perpetuare esilaranti monologhi o prendere pesantemente in giro gli avversari. Il characther design appare, sin da ora, uno dei pilastri di questa produzione - un chara design che dovrebbe -a seguire le orme dell'originale- "implementare" anche moltissime citazioni ai pellicole famose, a spot pubblicitari e, soprattutto, variegati insulti ai colleghi meno apprezzati dal protagonista, nella fatispecie Wolverine e Ciclope. Proprio sul finire del teaser, infatti, quando oramai il logo è ben impresso sullo schermo, il protagonista si esibisce in un "Suck It Wolverine" che strappa molto più che un sorriso. Esaminando e ri-esaminando il breve filmato, infine, si possono notare alcuni altri piccoli particolari come la possibile presenza di armi "secondarie" (come un'eloquente inquadratura mostra in casa del nostro nei primi secondi) e -perché no- qualche interessante variante on rail, che non ci sentiamo di confermare ma che, osservando bene, sembra proprio apparire in uno degli spezzoni del footage in oggetto.
Molto altro, purtroppo, non traspare, se non -ovviamente- lo stile grafico piuttosto maturo della produzione. I modelli poligonali, al momento, non fanno gridare al miracolo ma la pulizia visiva lascia sinceramente soddisfatti. Qualche effetto speciale molto ben implementato ed una dose di humor spesso a sfondo sessuale (inquadrature di seni su tutte) caratterizzano sicuramente la porzione più interessante del comparto atistico e tecnico, in grado comunque di competere con titoli di livello medio-alto. Il doppiaggio inglese già ci ha fatto innamorare del personaggio e possiamo solo sperare nell'aggiunta di semplici (e visibili) sottotitoli, senza alcuna localizzazione vocale.

Deadpool Quella di Deadpool, per il pochissimo materiale visto sino ad ora, sembra una produzione abbastanza intrigante, soprattutto per i fan. A farla da padrone sembrerebbe la verve comica del personaggio, indubbiamente in grado di attirare tantissimi appassionati e non. Non sembrano esserci invece grosse sorprese riguardo al gameplay, che dovrebbe seguire le orme degli action più classici - alla X-Men Le Origini: Wolverine. La speranza, aspettando di provare con mano il titolo, è che la qualità dello stesso si avvicini o equagli quella del suddetto.