L'Ombra della Guerra Adesso online

Giochiamo in diretta con il sequel de L'Ombra di Mordor!

Anteprima Dragon Ball Z: Battle of Z

Al Japan Expo 2013, Namco-Bandai svela il nuovo picchiaduro di Goku e compagni.

anteprima Dragon Ball Z: Battle of Z
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • PSVita
 Roberto de Luca Roberto de Luca scopre il meraviglioso mondo dei videogame quando nel 1996 suo padre gli regala una Playstation nuova fiammante. Grande appassionato di qualsiasi cosa riguardi gli zombie, adora gli sparatutto in soggettiva, i tatuaggi ed il buon vino. Lo potete trovare su Facebook e su Google Plus.

Dragon Ball è senza dubbio uno dei manga più conosciuti al mondo. Le avventure di Goku e compagni hanno cresciuto intere generazioni ed ancora oggi riescono a conservare un fascino unico e particolare. Le trasposizioni videoludiche di Dragon Ball hanno riscosso un grande successo, soprattutto tra le fila dei fan più affezionati, ansiosi di poter sprigionare con la pressione di pochi tasti l'incredibile potenza dei lottatori Sayan. Titoli come Ultimate Tenkaichi hanno senza dubbio lasciato un ricordo positivo e la formula di gioco vincente è stata più volte ripresa da Namco Bandai per promuovere nuovi progetti. L'ultimo di questi è stato presentato al Japan Expo 2013 di Parigi: Dragon Ball Z: Battle of Z è infatti il nuovo picchiaduro ambientato nel immaginifico mondo ideato da Akira Toriyama, e nonostante non fosse presente in versione giocabile, la lunga demo mostrata è riuscita ad anticipare inequivocabilmente ciò che troveremo sugli scaffali di PS3, Xbox 360 e PS Vita alla fine del 2013.

Difendere la Terra

Come suggerisce lo stesso titolo, confermato dal breve trailer pubblicato qualche giorno fa, Battle of Z percorrerà presumibilmente gli eventi che partono dall'arrivo dei Sayan sulla Terra allo scontro finale con Freezer su Namecc. Dalle prime immagini si evince come la formula principale del picchiaduro Namco-Bandai sia rimasta pressoché invariata: gli ambienti in cui si consumano le battaglie sono enormi e completamente esplorabili, consentendo scontri all'occorrenza più ragionati e strategici. Grazie alle caratteristiche dei singoli lottatori e ai colpi segreti che sono in grado di lanciare (sfruttando l'aura spirituale), Battle of Z sarà in grado di offrire sfide mozzafiato altamente spettacolari. Una delle novità di maggior rilievo è sicuramente la possibilità di cooperare con altri tre giocatori: non è ancora chiaro se la cooperativa -confermata solo online- sarà sfruttabile per qualsiasi missione della campagna o esclusivamente per determinate battaglie. E' certo però che i quattro protagonisti potranno sfruttare le proprie abilità per supportarsi a vicenda, concatenare combo devastanti e addirittura unire le proprie forze per dar vita a colpi speciali unici, come del resto accade innumerevoli volte nel manga originale. Assisteremo quindi ad una parziale rivisitazione del brand che vedrà per la prima volta più giocatori combattere perseguendo lo stesso obiettivo. Una novità da non sottovalutare, che sicuramente i fan di Dragon Ball apprezzeranno: durante le proprie avventure, infatti, Goku ha sempre potuto contare sul prezioso aiuto dei propri amici (umani e non) che, nonostante non riuscissero ad eguagliare l'incredibile potere Sayan, fornivano un supporto fondamentale. Battle of Z cercherà quindi di riportare queste caratteristiche sullo schermo, dove i giocatori avranno l'occasione di partecipare attivamente ad alcune delle più straordinarie battaglie della saga.

Decisioni e innovazioni

Nonostante le modalità presenti nel prodotto finale non siano state ancora svelate del tutto, gli sviluppatori hanno mostrato quella che sarà la campagna single-player di Battle of Z. Suddivisa in missioni, l'avventura principale porterà il giocatore a ripercorrere gli importanti avvenimenti di Dragon Ball Z, tra cui spiccano la battaglia contro Vegeta, l'arrivo su Namecc e l'avvento del distruttore Freezer. Ciò che sembra allontanarsi dai canoni classici della serie è la scelta di modificare gli eventi della campagna a seconda delle decisioni che prenderà il giocatore in determinati punti del gioco: scegliere la causa di Goku o parteggiare per gli ostili Sayan? Supportare Freezer ed il suo sogno di immortalità o sventare una volta per tutte i suoi piani di conquista e distruzione? Ognuna di queste difficili scelte avrà importanti ripercussioni sulla trama principale, con risvolti tutt'altro che prevedibili, che porteranno il giocatore a completare più volte la campagna ai fini di scoprire ogni possibile retroscena. Si tratta quindi di una novità che i fan della serie accoglieranno a braccia aperte.
Tornerà anche un sistema di editing che permetterà di personalizzare gli attacchi del proprio beniamino o sbloccarne di nuovi man mano che progredisce l'avventura. Non è un segreto che le tecniche di combattimento presenti in Dragon Ball sono molto numerose e sarebbe impossibile gestirle tutte con un unico personaggio; ecco perché sarà possibile scegliere quelle che più si adattano al nostro stile di gioco. I parametri vitali sono i medesimi di quelli già visti nei titoli precedenti, con l'aggiunta dell'inedita barra "Genki" che servirà a raccogliere l'energia necessaria per le combo finali. Purtroppo al momento sono pochissime le informazioni al riguardo, dato che gli sviluppatori stanno ancora valutando quali e quante potrebbero essere le conseguenze delle nuove meccaniche di gioco introdotte in Battle of Z; restano quindi i dubbi sull'effettiva ramificazione della trama, sulle possibilità di interazione tra i diversi personaggi in gioco durante la medesima battaglia e sul numero di personaggi giocabili. Tecnicamente il gioco sembra essere molto solido, nonostante lo sviluppo ancora in corso. Il cell-shading adottato rende i modelli poligonali dei protagonisti identici alle controparti dell'anime, con tanto di animazioni facciali uniche e movimenti estremamente fluidi. Anche gli ambienti di gioco sono ricchi di dettagli aggiuntivi e pur non raggiungendo picchi di eccellenza, garantiscono una buona varietà e una somiglianza con gli originali più che soddisfacente.

Dragon Ball Z: Battle of Z Dragon Ball Z: Battle of Z si preannuncia come un titolo ricco di novità che allieteranno i tantissimi fan della serie. L’introduzione della cooperativa (anche se solo online) è un ottimo modo per accrescere l’interazione tra i giocatori e donare profondità strategica al picchiaduro Namco-Bandai, mentre le scelte durante la campagna possono essere lo stimolo necessario per catturare l’attenzione dei giocatori anche sul fronte single-player, da sempre snobbato in favore delle modalità multigiocatore. Al di là delle impressioni positive, manca una vera e propria prova con mano: aspettiamo quindi fiduciosi di testare Battle of Z per confermare ciò che di buono è trapelato dalla presentazione di Parigi.

Che voto dai a: Dragon Ball Z: Battle of Z

Media Voto Utenti
Voti totali: 15
6.3
nd