Anteprima F1 2010

Codemaster torna sulle monoposto, stavolta in HD

anteprima F1 2010
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • Pc

Chi vi scrive segue la Formula 1 praticamente dai giorni più teneri della propria (ancora) breve esistenza. E non ha timore ad affermare che era meglio quella di una volta. Non per fare i soliti e noiosi nostalgici, ma è chiaro che si è perso qualcosa, quella scintilla - oggi forse sopita - che rendeva unico questo straordinario sport. Analogamente, anche i videogiochi dedicati erano tutt’altra cosa. Basterebbe citare lo straordinario Grand Prix di Geoff Crammond, finora l’espressione massima della “Formula 1 per tutti”: dai novizi agli hardcore gamers, nessuno riusciva a rimanere scontento dinnanzi alla vecchia serie PC. Un prodotto ben fatto, realizzato con una cura dannatamente certosina. Il passaggio della licenza F.I.A. in esclusiva Sony ha sicuramente limitato il potenziale videoludico delle monoposto. Per ovvie esigenze commerciali, è stato impossibile realizzare dei titoli a quel livello, con tutto il rispetto per il comunque buon lavoro effettuato dagli studi Liverpool. Ora in mano a Codemasters, la Formula 1 videoludica potrebbe tornare ai vertici di un tempo, e mentre quella reale continui ad arrancare un po’ (nonostante la splendida doppietta Ferrari in Bahrein nel Gran Premio d’esordio), noi vogliamo sognare che almeno quella virtuale torni a farci vivere le care vecchie emozioni di un tempo.

La corsa al Mondiale

E gli sviluppatori sembrano perlomeno essere sulla buona strada. Le prime informazioni fornite dai britannici non sono in effetti torrenziali, ma abbastanza per nutrire una già febbrile attesa prima dell’uscita fissata per settembre. Mentre la struttura ludica nuda e cruda abbraccerà il classico ibrido tra arcade e simulazione, Codemasters si è soffermata al momento sulla corposa modalità carriera che fungerà praticamente da pilastro portante dell’intera offerta di F1 2010.
Come nel più tipico dei giochi di ruolo, sarà possibile creare da zero il proprio pilota personalizzato e lanciarlo così in una lunga e (si spera) fortunata vita nel massimo torneo a quattro ruote. Il centro delle vostre operazioni sarà il paddock, da quale gestire tutte gli aspetti che riguarderanno la vostra carriera: sponsor, contratti e offerte dai vari team, messa a punto dell’auto, test e altro ancora. Sarà importantissimo anche l’aspetto relazionale con meccanici, mass-media e soprattutto con il compagno di squadra. Con tutte le buone intenzioni del caso, è chiaro che si creerà una sorta di rivalità con quest’ultimo, e dovrete essere dunque bravi a gestire la situazione. La scuderia, ad un certo punto della stagione, potrebbe dover scegliere necessariamente il leader della coppia, ed è chiaro che tutto dipende dal comportamento e dai risultati ottenuti in gara. Il tipo di pressione esercitato nei vostri confronti sarà equivalente anche al livello dell’azienda per cui sarete chiamati a correre, e capite da soli come risultati deludenti in Ferrari potrebbero portarvi presto ad avere non pochi problemi nel corso della stagione. Dei punti con la Hispania si tradurrebbero invece come una vittoria mondiale!
Battute a parte, l’intento degli sviluppatori è quindi quello di coinvolgere il giocatore al massimo durante le fasi in-game: la struttura è pensata per offrire la sensazione di dover lottare anche per la penultima posizione, o comunque per quel piazzamento che potrebbe portare il cielo sereno fra le mura dei vostri box. I risultati migliori vi porteranno, poi, rispetto. Il rispetto vi darà un potere decisionale maggiore su qualsiasi cosa. L’assetto della monoposto sarà plasmato come voi desiderate ed indicherete, al contrario di una totale sottomissione nei confronti dei meccanici nel caso le cose dovessero mettersi male. Come in un vero campionato mondiale, una reale carriera nel mondo delle corse, vivrete ogni gara come una finale. Consapevoli che il risultato potrebbe cambiare, in un modo o nell’altro, la vostra posizione e, il vostro futuro. E come detto in precedenza, non disdegnate il rapporto con la stampa. Prima e dopo ogni evento sarete regolarmente intervistati: per cui, occhio a quello che dite.

Inutile specificare che Codemasters si avvarrà naturalmente della licenza completa del mondiale appena cominciato. Auto, circuiti, piloti e soprattutto regole saranno quelle del campionato 2010, con tanto di layout grafico televisivo ed altre chicche per tutti gli appassionati.


L’Ego Engine che ha già mostrato meraviglie grafiche in Dirt 2 tornerà prepotentemente in F1 2010. Anche qui si stanno concentrando al momento le maggiori forze degli sviluppatori. A parte una cura strepitosa per qualsiasi dettaglio grafico - come hanno confermato già le prime immagini circolate - le qualità del motore saranno utilizzate anche per migliorare l’esperienza ludica in gara. Vi spieghiamo come. Ci riferiamo, è facile intuirlo, ai cambiamenti atmosferici in gara. Questi non solo godranno di una riproduzione visiva eccezionale, ma avranno decisive ripercussioni sulla corsa. Un acquazzone improvviso costringerà tutti i piloti a rivedere le proprie strategie e correre ai box per montare le gomme da bagnato; i raggi del sole che squartano nuvole che hanno invece accompagnato la partenza faranno altrettanto. E non pensate di mantenere lo stesso ritmo con la pista allagata o in fase di prosciugamento. Una volta che le gocce d’acqua scenderanno copiose sull’asfalto riempiendolo gradatamente, comincerete a notare le prime difficoltà, e vi renderete conto che forse è meglio cambiare le gomme prima di andare a baciare un muretto di copertoni. Il bello arriverà poi nelle corse dal tempo dannatamente incerto, dove solo la giusta decisione potrà darvi la possibilità di concludere in bellezza il Gran Premio. E tenete a mente: anche la temperatura dell’asfalto avrà una importanza fondamentale, e quindi saper scegliere anche la giusta miscela di gomme per un determinato periodo della gara farà parte dell’intera serie di compiti atti alla conquista di un buon posto - o chissà, della vittoria! - davanti la bandiera a scacchi.

F1 2010 F1 2010 promette di essere il ritorno in grande stile delle monoposto sul mercato videoludico. Codemasters sta lavorando decisamente bene sugli aspetti che renderanno maestosa l’esperienza di guida, operando non solo sull’aspetto ludico del termine, ma anche sul contorno, grazie all'incidenza del motore tecnico-grafico sulla gara non indifferente e ad una modalità “Carriera” profonda ed appagante. E non mancheranno ovviamente altre tipologie di gare, oltre al naturale supporto per il gioco online. Lo sviluppatore britannico è pronto a sfrecciare nuovamente in testa al traguardo?