Gamer's Day

Anteprima F1 2012

Primissime informazioni riguardo F1 2012

Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • Pc
Francesco Fossetti Francesco Fossetti scrive di videogiochi -fra una cosa e l'altra- da più di dieci anni, e non ha ancora perso la voglia di esplorare il mercato con vorace curiosità. Ammira lo sviluppo indie e lo sperimentalismo, divora volentieri tutto il resto. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

All'inizio dell'anno fiscale Namco Bandai aveva rinnovato il contratto per la distribuzione su suolo europeo e americano dei titoli Codemasters, ed il recente Global Gamer's Day organizzato dal publisher nipponico è stata l'occasione perfetta per presentare non solo i nuovi prodotti in sviluppo, ma anche il cambio di politica della software house inglese, che ha raccolto sotto un'unica etichetta (Codemasters Racing) le sue più importanti produzioni corsistiche. Per qualche dettaglio ulteriore potete leggere la corposa intervista che il team di Dirt Showdown ci ha concesso (la trovate a questo indirizzo), mentre di seguito trovate un breve riassunto di quelle che saranno le nuove caratteristiche di F1 2012, edizione annuale del simulatore dedicato alle monoposto.

Prime informazioni

L'obiettivo che il team di sviluppo che segue la serie ormai dal 2009 si è prefissato è decisamente ambizioso: realizzare il miglior racing game dedicato alla Formula 1 di sempre. La strada intrapresa, ci dicono i ragazzi di Brighton, è quella giusta, ma il lavoro da fare è ancora tanto. Per prima cosa, di anno in anno, il gruppo lavora per migliorare la fisica di gioco ed il realismo del modello di guida. Per la prossima edizione, ci informano, è stato completamente rivisto e risistemato il sistema che regola le sospensioni, per garantire un'esperienza di guida più fluida e credibile. "E' difficile far capire a voce l'influenza dei miglioramenti apportati in questa nuova versione", ci dice il Lead Designer del progetto. "Quando abbiamo comunicato che stavamo lavorando al modello di guida, addirittura alcuni giocatori si sono preoccupati, perchè ritenevano la guidabilità di F1 2011 già praticamente perfetta. Eppure l'attento studio del comportamento delle sospensioni migliora davvero l'esperienza di gioco, integrandosi con il sistema che tiene conto degli attriti sulle diverse superfici o in differenti condizioni del manto stradale".

"Con l'intenzione di espandere e caratterizzare il contesto, l'edizione 2012 di F1 vedrà l'introduzione ufficiale dello Young Driver Test, un evento annuale organizzato dalle scuderie, in cui i membri più giovani hanno l'occasione di provare il loro valore"

Purtroppo allo stato attuale dei fatti è impossibile confermare o smentire le parole del Team, nel corso dell'evento di Las Vegas si è limitato a mostrare un breve trailer e non ha approntato una built giocabile. Fra le altre modifiche al motore fisico, dovrebbe esserci una revisione della manovrabilità in curva, che renderà le vetture leggermente meno inchiodate sull'asse verticale.
Ovviamente la qualità di tutti questi interventi va valutata sul campo, ma visto l'ottimo lavoro che Codemasters ha fatto negli ultimi anni non c'è ragione di non dare fiducia allo sviluppatore.
Buona parte della presentazione si è poi concentrata sulla cura per i dettagli infusa nel progetto. Un'attenzione per le piccole minuzie, dalla modellazione delle nuove vetture alla trasposizione dei regolamenti FIA, passando per l'implementazione di tutta la gamma di mescole dei pneumatici Pirelli, che appare quanto mai necessaria per costruire un contesto vivo e credibile.
E proprio con l'intenzione di espandere e caratterizzare questo contesto, l'edizione 2012 di F1 vedrà l'introduzione ufficiale dello Young Driver Test. Per chi non fosse pratico di Formula 1, questa "prova su strada" è un evento annuale organizzato dalle varie scuderie, in cui i membri più giovani dei team hanno l'occasione di scendere in pista e provare il loro valore. E' un test che serve per saggiare le vetture e i nuovi talenti, e l'esperienza di F1 2012 comincerà proprio da qui.
La trasposizione virtuale dello Young Driver Test sarà strutturata come una sorta di tutorial introduttivo, che presenterà all'utente una serie di compiti da superare, tutti pensati per fargli prendere confidenza con il comportamento del mezzo e la fisica che regola il modello di guida.
"La maggior parte di noi ha un'esperienza di guida diretta, ma in pochi hanno la vera percezione di come possa comportarsi una monoposto. Sono auto che possono raggiungere velocità folli in intervalli di tempo ridottissimi e frenare con altrettanta veemenza. Lo Young Driver Test permetterà ai neofiti di capire meglio come gestire il mezzo".
Ovviamente, nel caso in cui il giocatore sia un pilota virtuale ormai affermato, potrà saltare a piè pari questa fase, selezionando immediatamente la propria scuderia preferita e lanciandosi in pista per i primi giri di qualificazione.

""E' difficile far capire a voce l'influenza dei miglioramenti apportati in questa nuova versione", ci dice il Lead Designer del progetto."Quando abbiamo comunicato che stavamo lavorando al modello di guida, addirittura alcuni giocatori si sono preoccupat"."

iL'idea che ci siamo fatti assistendo alla presentazione è quella che Codemasters stia cercando in qualche maniera di reclutare nuovi potenziali appassionati, sviluppando titoli più accessibili e appetibili per la massa. Sul fronte Dirt questo ha determinato il parziale abbandono delle velleità simulative e l'arrivo di un capitolo più "brioso ed esibizionista". Per un brand come F1, che fa del realismo il suo punto di forza, l'unico sistema per rendere meno traumatico l'impatto con la serie è quello di offrire questa transizione più morbida. In verità il team di sviluppo sembra essere impegnato anche in un reclutamento più radicale di nuovi piloti, dal momento che sta lavorando ad un titolo Kid Oriented che verrà presentato più avanti nel corso dell'anno, ma di questo torneremo a parlare in un'altra sede.
I giocatori di vecchia data saranno comunque felici di sapere che al di là di questo nuovo tutorial non mancherà l'attenzione per i veterani. Anche se non abbiamo indicazioni più precise, Codemasters conferma che F1 2012 tornerà a puntare molto sul Single Player, dopo che la stagione cooperativa dello scorso anno è stata portata termine solo da pochissime coppie di affiatati compagni di squadra. Non sappiamo ancora cosa voglia dire questa nebulosa dichiarazione: avevamo pensato ad una rifinitura dell'IA avversaria per caratterizzare meglio il comportamento dei vari piloti, ma il team si dice soddisfatto su quel fronte, sostenendo che a livelli di difficoltà molto alti le personalità dei diversi driver non stentano ad emergere. Forse dobbiamo mettere in contro un'importanza maggiore data alle tattiche di squadra o alla gestione di aspetti "manageriali" della scuderia. Per il momento si tratta solo di ipotesi, così come è impossibile dar conto dei progressi dell'engine, mostrato solamente a tratti in un breve trailer.

F1 2012 L'edizione 2012 della Formula 1 di Codemasters deve ancora svelare le proprie carte. In questa breve presentazione il team ha confermato l'introduzione dello Young Driver Test, un lungo tutorial che permetterà anche a chi non è avvezzo alle simulazioni automobilistiche di avvicinarsi al brand, assaporando già dai primi momenti di gioco lo spirito della produzione ed il brivido della corsa. Alcune revisioni al sistema di guida interessano il comportamento dell'auto in curva, gli slittamenti e più in generale il sistema che regola le sospensioni, ma per dare un giudizio sulla qualità di questi interventi dovremo ovviamente aspettare di scendere in pista. Restate con noi.