Prey (Parte 2) Adesso online

Francesco torna su Talos-I

E3 2011

Anteprima Far Cry 3

La demo giocata alla conferenza Ubisoft

anteprima Far Cry 3
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • Pc
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Per Ubisoft il videogioco è avventura. E' un'automobile che sfreccia lungo le strade di San Francisco, è un reporter fuoriuscito dalle pagine, è una lussureggiante isola che racchiude un segreto. Far Cry 3.
L'annuncio del terzo capitolo della saga avviata a suo tempo da Crytek è giunto al termine di un lungo walkthrough giocato nel corso della conferenza Ubisoft. Poiché l'uscita è fissata per l'anno prossimo difficilmente questo E3 ci rivelerà maggiori dettagli circa la nuova creatura di Ubisoft Montreal.
Ora immaginatevi di essere nel bel mezzo di una giungla tropicale, tra liane e bassi palmeti, un pertugio luminoso vi si apre davanti. Scostate la vegetazione e...

Ovunque in catene

Questo è tutto ciò che sai. Questo è tutto ciò che devi sapere. Sei Jason Brody, un rinnegato. Senza passato e forse senza futuro.
Trascorre poco tempo appostato dietro le sterpaglie, qualche minuto per scattare una manciata di fotografie ai narcotrafficanti mentre maltrattano la popolazione locale di un villaggio. Ne hanno preso il possesso e ora controllano pure il giocatore. Mani e piedi legati: perdipiù quello che ha tutta l'aria di essere il capetto, canotta rossa, capelli a cresta e gioielleria assortita, parla, sparla, straparla.
Ma le parolacce e i deliri d'onnipotenza poco ci interessano ora come ora. Mani e piedi legati ricordate? E - inizialmente non si vedeva - uno spesso mattone legato ai nostri arti inferiori.
Quando questo cade, il nostro corpo viene trascinato dal suo peso immane.
Un tuffo a testa in giù, all'interno di una insenatura collegata nel profondo all'oceano. Jason è praticamente prossimo all'annegamento. Altri corpi attorno a lui, altri ribelli, sono andati già incontro al medesimo destino.
Per lui, però, è diverso: premendo forsennatamente il tasto A il giocatore ha modo di sciogliere le corde. Più semplice dirimere il nodo ai propri piedi. Il respiro è più faticoso, gambe e braccia stentano a traghettarci verso la superficie. Prendere fiato, ritrovare contatto con il mai troppo rimpianto ossigeno è una sensazione confortante, preziosa, da conservare. Squisito principio di vendetta...

Conoscete la definizione di pazzia?

La prima parte della prova giocata prevede principalmente lunghi segmenti narrativi atti ad introdurre l'ambientazione (analoga al primo Far Cry) e la fazione avversaria che andremo ad affrontare. Superato l'inghippo della nostra premeditata esecuzione tramite una manciata di quick time event, il giocatore prende direttamente il controllo di Jason.
Riemerge non dall'alto di un altura, bensì dalla piana sopra la quale si estende il villaggio immortalato ad inizio livello. Di nascosto dietro una cascata distinguiamo un primo soldato mercenario. Gli cingiamo il collo e lo soffochiamo; il corpo naturalmente finisce negli abissi marini.
Avanti un altro: balziamo già da un costone di roccia ed infilziamo la lama di un machete nel petto nudo di un altro scagnozzo. Nessuno ha sentito nulla. Il coltello strappa un'altra giugulare e squarcia il volto di un altro uomo. Ottimo lancio, tra me e me.
Ora che tra le nostre mani si è materializzato un mitra possiamo pensare al modo di far saltare questo villaggio e con esso tutti i nostri oppositori. In lontananza un ponte è costruito a pochi metri da un deposito di barili pronti ad esplodere. Quale leggerezza!
Il fuoco ruvido ed incessante libera la strada verso i pilastri su cui poggia il passaggio sopra il fiumiciattolo. Fai un bel casino, elimina la primaria via di fuga e scappa da questo inferno tropicale.
Il piano va a segno ed un elicottero è pronto a decollare: a bordo siamo noi ed un ignaro pilota. Il cannone che abbiamo tra le mani lo costringe a spiccare il volo.
Mentre la libertà si trova a pochi altri metri dal suolo, un missile antiaereo colpisce in pieno il mezzo. Precipita poco più in là.
Il nostro acerrimo, insano, nemico è ancora vivo ed ora è lui a bramare vendetta. Scosta la pistola e ci guarda dall'alto verso il basso.
Ha vinto! Ha vinto?

Far Cry 3 Far Cry 3 si è subito svelato al mondo come un FPS solido e compatto. La strada free roaming del precedente capitolo è stata sacrificata in favore di un approccio lineare, il cui scopo è quello di intensificare tanto le sezioni narrative quanto quelle di sparo in prima persona. Ci piacerebbe provarlo e capire quanta libertà sarà concessa al giocatore nel decidere come affrontare le minacce. Per il momento ci accontentiamo dell'intrigante demo mostrata sullo showfloor da Ubisoft.

Che voto dai a: Far Cry 3

Media Voto Utenti
Voti totali: 237
8.4
nd