Hearthstone Oggi alle ore 18:00

Seguiamo in diretta la finale del Winter Championship!

Anteprima Final Fantasy Versus XIII

Le prime informazioni sull' RPG che punta a riportare in auge la serie Final Fantasy

anteprima Final Fantasy Versus XIII
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • PS4
  • Xbox One
Adriano Della Corte Adriano Della Corte Da quando ha ricevuto in regalo il suo primo Gameboy all'età di 5 anni, non ha mai smesso di giocare. Grande appassionato di platform e di epiche avventure. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

"Gli stolti hanno creato le regole di questo mondo. Basta guardarsi intorno. E' innegabile."  - Noctis Lucis Caelum.
Questo primo mese del 2011 ha segnato un punto di svolta per la serie Fabula Nova Cristallis di Final Fantasy. Dopo il controverso tredicesimo capitolo, la conferenza stampa di Square Enix di Gennaio, seguita dalle interviste ai game designer della software house, ha finalmente rotto il muro di silenzio che circondava i nuovi progetti in arrivo prossimamente. Il 2011 vedrà l'arrivo sul mercato di Dissidia 012 Final Fantasy, Final Fantasy Agito XIII (ora rinominato Type-0) e Final Fantasy XIII-2, episodio che tenterà di accontentare chi è rimasto deluso dalle avventure di Lightining & Co nel mondo di Cocoon e Gran Pulse. Ma di certo il progetto più interessante e atteso (soprattutto visto il tempo passato dal primo annuncio ad oggi) è Final Fantasy Versus XIII. Dopo l'anteprima fugace con un trailer rubato dalla proiezione a porte chiuse dello scorso Tokyo Game Show, finalmente possiamo esaminare più in dettaglio il lavoro effettuato da Tetsuya Nomura e dalla sua squadra, sul titolo che punta di certo a riportare ai fasti di un tempo il nome di Final Fantasy.

"This is a Fantasy based on reality"

La prima parte del filmato di Versus XIII introduce alcuni nuovi elementi della trama principale. La clip si apre con il protagonista in viaggio all'interno di un'automobile: Noctis dorme sul sedile posteriore, mentre il suo autista lo conduce all'interno della città che si staglia all'orizzonte. Una voce lo chiama ripetutamente "Principe Noctis", svegliandolo dal suo sonno: nel frattempo l'autovettura supera un posto di blocco. La scena cambia: ci troviamo ad un party d'alta classe all'interno di un locale in uno dei grattacieli della città. Tra la folla scorgiamo Stella, personaggio che abbiamo potuto osservare anche nei trailer pubblicati qualche anno fa. I due si incontrano, e mentre sullo sfondo un dirigibile illumina i cieli della metropoli, Stella e Noctis parlano del misterioso potere della ragazza, capace di vedere le anime di chi ha abbandonato questo mondo. Su un austero trono, siede il Re, padre di Noctis e sovrano dell'unico regno in possesso di un cristallo. "Sfortunatamente non sarai mai re. Non sei adatto per questo ruolo. Il mio nome passerà alla storia come quello dell'ultimo sovrano di questo reame" dichiara l'uomo: Nomura ha escluso che queste parole si riferiscano a Noctis, ma a chi sono destinate non ci è dato ancora saperlo.
La seconda parte del trailer ci mostra invece i primi scorci del gameplay di questo nuovo action RPG. Il sistema di combattimento del gioco sarà legato ad un party costituito, oltre che da Noctis, da una rosa di tre compagni. Il video ci mostra tre personaggi che accompagneranno il principe nel suo cammino: Nomura ha confermato che all'inizio dell'avventura il gioco selezionerà per noi i membri della nostra squadra, ma in fasi più avanzate avremo il pieno controllo sulla composizione del gruppo. Ogni compagno sarà dotato di particolari abilità e utilizzerà magie differenti: ad esempio, il ragazzo dai capelli biondi è un esperto di pistole, e potrà utilizzare la sua arma per colpire i punti deboli dei nemici. Come si evince dal trailer, quando prenderemo il suo controllo, la visuale si sposterà dietro le spalle del personaggio, permettendoci di puntare con precisione attraverso un mirino. Ignis, l'uomo che nel trailer indossa gli occhiali, è specializzato in attacchi assistiti e potrà lanciare coltelli, mentre il ragazzo con il volto segnato dalla cicatrice potrà avvalersi di uno stile di combattimento corpo a corpo, tramite l'uso di armi come martelli e spadoni. Noctis sarà comunque il personaggio che potrà utilizzare la maggior parte delle armi in campo: spade, asce, lance, pistole, mitragliatrici, fucili e persino bazooka per colpire i bestioni più imponenti, che nel filmato non lesinano nel distruggere qualsiasi cosa si trovino di fronte. Oltre ad armi e magie il protagonista potrà inoltre prendere il controllo di diversi veicoli, come carri armati e mech utilizzati dalle forze nemiche: in questo caso l'artiglieria sarà un ottimo alleato per eliminare le creature più coriacee. Nel gioco, inoltre, potremo esplorare il mondo guidando auto, moto e persino i Chocobo. Il battle system appare dunque molto dinamico, e si sente l'influenza dei programmatori provenienti dalla serie Kingdom Hearts. L'uso delle armi bianche di Noctis può essere paragonabile facilmente a quello del Keyblade in mano a Sora, eroe dell'altra celebre saga creata da Nomura. Final Fantasy Versus XIII piacerà quindi soprattutto a chi ama RPG influenzati pesantemente da dinamiche action, in cui è possibile ad esempio scambiare l'uso dei personaggi all'interno di un combattimento. Sono proprio questi elementi a dare profondità al battle system: le strategie da attuare per sconfiggere un nemico di baseranno sull'uso delle diverse abilità dei componenti della nostra squadra. Citando un esempio fatto da Nomura, potremo colpire un nemico con il martello equipaggiato da uno dei nostri compagni per distruggere parte della sua corazza; l'avversario sarà così esposto maggiormente ai danni apportati dal fendente che potremo scagliare prendendo il comando di Noctis. Impossibile poi non citare l'interfaccia utilizzata durante gli scontri: grazie all'HUD a lato dello schermo, oltre a tenere sotto controllo i punti salute e magia del nostro party, saremo in grado di osservare anche i volti dei combattenti animati in tempo reale, capaci di evidenziare le loro emozioni e i movimenti durante la lotta.
Il gameplay risulta dunque abbastanza articolato, nonostante sia evidente che quella mostrato fino ad oggi è solo una piccola parte del quadro generale. Molti aspetti, come l'uso delle magie e soprattutto la possibilità di effettuare le evocazioni, non sono stati ancora oggetto di discussione da parte di Nomura e di Square Enix. La strada per comprendere appieno le potenzialità del sistema di combattimento di Final Fantasy Versus XIII è ancora lunga da percorrere.

Un mondo dinamico

Oltre al battle system un altro aspetto introdotto dal trailer e dai commenti rilasciati da Nomura riguarda il mondo di gioco. E' confermata la presenza di un ciclo giorno/notte durante l'esplorazione, che sicuramente comporterà la presenza di molteplici variabili all'interno degli ambienti. Inoltre il titolo implementa un elaborato sistema di eventi in tempo reale: anche quando non saremo direttamente coinvolti in combattimenti diretti, dovremo fare sempre attenzione a ciò che ci circonda. Attacchi a sorpresa o eventi inattesi potranno accadere in qualsiasi momento durante il nostro cammino. Il trailer è ricco di esempi: lo schianto di una navetta tra i palazzi della città, alcune esplosioni dovute agli attacchi dei nemici, l'arrivo di un behemoth mentre si percorre un ponte sono solo alcuni esempi che eliminano la distinzione netta tra fasi esplorative e combattimenti. In Versus XIII tutto è amalgamato: un aspetto davvero unico e mai visto fino ad oggi in un gioco di ruolo di questo calibro.

Final Fantasy XV Final Fantasy Versus XIII ha iniziato finalmente a mostrare le sue carateristiche. Certo è che tutti gli aspetti mostrati fino ad oggi non sono altro che la punta dell'iceberg, tratti che delineano un quadro assai più elaborato e complesso, che al momento possiamo solo immaginare. Questo primo assaggio di Versus XIII non ha fatto altro che aumentare il desiderio di vedere finalmente un RPG di nuova generazione, appellativo che il titolo non nasconde di voler raggiungere. L'E3 2011 potrebbe essere il nuovo banco di prova per testare le potenzialità di questo ambizioso progetto: dopo queste premesse, un appuntamento assolutamente da non mancare.