Overwatch by RapiDNade Adesso online

Giochiamo in diretta con l'Hero Shooter di Blizzard!

TGS 2009

Anteprima Ghost Trick

Il TGS di Capcom si illumina con questo titolo, tra fantasmi, puzzle e oggetti da possedere...

anteprima Ghost Trick
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • DS
  • iPhone
  • iPad
Adriano Della Corte Adriano Della Corte Da quando ha ricevuto in regalo il suo primo Gameboy all'età di 5 anni, non ha mai smesso di giocare. Grande appassionato di platform e di epiche avventure. Cercatelo su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Il Tokyo Games Show di Capcom non ha visto la casa giapponese elargire grosse sorprese per il mercato home. I titoli mostrati, da Dead Rising 2 a Resident Evil: the Darkside Chronicle, non sono infatti grosse novità per il pubblico informato. Di tutt'altro avviso invece è l'aspetto per il mercato portatile: Capcom ha puntato molto sullo sviluppo su Nintendo Ds, e tra un Ace Attorney Investigation e un ennesimo titolo di Megaman RPG, arrivano due grossi annunci abbastanza importati. Oltre ad Okaminden, seguito di Okami, un titolo totalmente originale fa capolino tra i tendoni Capcom dell'evento giapponese. Ghost Trick, creato dal direttore della serie Ace Attorney, Shu Takumi, e dal produttore di una chicca come Zack & Wiki, Hironobu Takeshita, è una interessantissima avventura mista a puzzle game, che non si scosta molto dal filone che mixa questi due generi e che ha creato, fra l'altro, il successo mondiale del Professor Layton.

La morte non ci ha mai resi cosi vivi!

In Ghost trick impersoneremo Sissel, uno strano personaggio, che all'inizio del gioco... muore! Si, esattamente, non avremo neanche la possibilità di conoscerlo che il protagonista della storia tira le cuoia! Un oscuro ceffo uccide Sissel con un colpo di pistola, ma la sua morte non decreterà un Game Over prematuro. Per uno scherzo del destino lo spirito di Sissel rimane in questo mondo, e benché abbia perso il suo corpo terreno, ha la possibilità di cambiare il corso degli eventi che lo hanno portato alla morte, riuscendo non solo a manipolare gli oggetti a lui vicino, ma alterano il corso temporale dei fatti con balzi indietro nel tempo. Il suo scopo è di evitare che gli eventi che portano alla sua morte avvengano prima che la sua anima cessi di esistere, e nel suo cammino potrà avere la possibilità di salvare altre vite umane.
Le dinamiche di gioco di Ghost Trick si basano principalmente sullo scegliere accuratamente quali oggetti possedere per concatenare una serie di eventi che porteranno alla salvezza di un personaggio in procinto di morire. Lo spirito di Sissel infatti sarà in grado, tramite il tocco del Touch Screen della console, di possedere fisicamente un oggetto nelle sue vicinanze. Una volta preso il controllo di un oggetto potremo utilizzarlo per variare gli eventi: ad esempio potremo possedere una chitarra e suonarla per distrarre il malvivente che minaccia di sparare ad una ragazza. Ma molto spesso l'utilizzo di un singolo oggetto non comporterà l'esito positivo della missione di salvezza: dovremo infatti scegliere una serie di oggetti sparsi lungo il livello per creare una catena di eventi che portino al risparmio della vita del malcapitato. L'anima di Sissel non potrà muoversi liberamente nel livello e avrà un raggio limitato di movimento per poter impadronirsi degli oggetti. Solo utilizzando oggetti come biciclette, carrelli o scale potremo muoverci lungo lo stage per scegliere "l'item" che neutralizzerà il nemico.
Nel caso in cui non riuscissimo a salvare la persona in pericolo, l'abilità di Sissel di tornare indietro nel tempo ci tornerà utile, e potremo così pensare ad altri sistemi per impedire i fattacci.
Durante il gioco oltre alla componente puzzle, non mancherà una linea narrativa interessante e coinvolgente, grazie a numerosi personaggi e dialoghi che sveleranno il perché Sissel abbia questi strani poteri e per quali motivi venga ucciso all'inizio dell'avventura. Tra i personaggi principali, un ruolo importante sembra avere la ragazza che il protagonista salverà subito dopo essere morto, ma il suo coinvolgimento non è stato ancora chiarito.

Uno stile vivido

Una delle meraviglie di questo Ghost Trick è sicuramente lo stile ricercato che gli sviluppatori hanno voluto donare a questa originale produzione: con un tratto nel disegno dei personaggi che ricorda molto i fumetti anni '60, i protagonisti del gioco sembrano promettere carisma e personalità molto forti. Ma a stupire non è solo l'arte 2D dei personaggi: anche il comparto 3D sembra essere superbo. I modelli poligonali degli elementi sono curati sotto il minimo dettaglio, ed i movimenti dei personaggi posseggono grande dinamicità grazie ad animazioni fluide e molto veloci. Il gameplay di gioco promette una buona dose di ingegno grazie livelli complessi, ricchi di oggetti da poter utilizzare in diversi modi, e probabilmente - grazie a diverse soluzioni possibili - il giocatore avrà una discreta libertà nel scegliere in che modo approcciarsi agli stage.

Ghost Trick Ghost Trick è sicuramente un titolo su cui puntare gli occhi. Il mix tra avventura e puzzle game proposto in questo titolo sembra promettere bene: gli elementi che compongono la parte "rompicapo" del gioco sono tutti molto originali e ben implementati nel gameplay, e anche la storyline sembra essere corposa, andando ad occupare una buona fetta dell'esperienza di gioco. A valorizzare l'avventura ci penseranno i numerosi dialoghi e i personaggi ben caratterizzati, che il direttore artistico del titolo ha saputo dimostrare di creare (nella serie Ace Attorney). Capcom ha già annunciato la volontà di pubblicare il titolo anche in Europa entro il 2010, non ci resta dunque che aspettare ulteriori notizie su questo gioco assai promettente.