South Park Scontri Di-Retti Adesso online

Giochiamo con l'irriverente avventura di Ubisoft!

Anteprima Girls' RPG

Nei panni di una hostess per un RPG tutto rosa

Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • 3DS
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Il Level-5 Vision 2010 ha svelato per gran parte le immense ambizioni della software house di Layton e Inazuma Eleven nei confronti del Nintendo 3DS: un supporto quantitativamente significativo a svariati mesi dall'immissione sul mercato, un rapporto di fiducia maturato a suon di successi milionari sull'originale DS.
E' noto che fino ad ora le sorti del due schermi Nintendo non sono state felici né tantomeno arridenti alle aspettative iniziali, tanto da indurre i vertici della casa di Kyoto ad un price cut di 100 euro nel giro di nemmeno sei mesi.
Dal canto suo, Level-5 è senz'altro più tranquilla: l'episodio del Professor Layton distribuito al lancio della console è presto divenuto il primo best seller della piattaforma. Il 2011 vedrà inoltre una nuova infornata del franchise Inazuma Eleven (nel frattempo transitato su Wii con l'episodio a lungo atteso Strikers), i cui protagonisti avranno qualche anno in più rispetto ai titoli su DS, e il misterioso Girls' RPG.
Toccherà attendere il Level-5 Vision di metà Ottobre per conoscere maggiori informazioni su altri progetti attesissimi come Professor Layton vs Ace Attorney, Time Travelers e Fantasy Life, la cui pubblicazione dovrebbe avvenire nel corso del 2012.

Dalle donne per le donne

Sembrerebbe nascere dal nulla il videogame Girls' RPG ed in effetti è così. Trattasi del rifacimento per Nintendo 3DS di uno dei titoli popolari pubblicato sul portale ROID, piattaforma imbastita da Level-5 per telefoni cellulari. Un paio d'anni fa Girls' RPG era Kyaba Jo Pi, cartonato simulatore di hostess per clienti spendaccioni.
La sostanza non è cambiata: il nome è stato ingentilito così da minimizzare i riferimenti alla professione dell'hostess (kyabajo), che qualche ragazza può trovare avvilente, come spiega Akihiro Hino, CEO di Level-5. Inoltre, il nome rivela la profonda sostanza di tale esperienza videoludica: un gioco di ruolo per le donne realizzato dalle donne. La software house responsabile Game Do ha come proprio capo un'esponente del gentil sesso, Megumi Nakamura, seguita dal producer Ken Ogura, dal character designer Miho Tanaka e dallo stesso Hino nel ruolo di produttore esecutivo. Per il resto l'intero staff è femminile ed è tutto intenzionato a presentare la figura delle hostess/accompagnatrici in maniera comica e scherzosa, tale da intrigare le migliaia di donne videogiocatrici dell'arcipelago giapponese.

Girls' RPG fa un uso intenso della modalità Spot Pass, anche se nella maniera più canonica. Si possono difatto scambiare biglietti da visita con gli altri giocatori ed invitare i loro clienti al nostro club, così come offrire un nuovo impiego ai loro avatar. E con loro la nostra copia del gioco si arricchirà di nuovi abiti, tappezzeria e altri ammennicoli.

Lupin a Neo Ginza

Rispetto all'avventura per cellulari l'impostazione della versione 3DS è assai meno adulta, tant'è che si fa riferimento al mestiere della protagonista come Neosienne (curioso gioco linguistico tra il quartiere in cui è ambientato il gioco, Neo Ginza, e il francese "parisienne").
La giocatrice inizierà il suo nuovo lavoro inseguendo una farfalla portafortuna dalla campagna sino alla tentacolare metropoli: una futura collega le ha suggerito la sua presenza in un centro d'intrattenimento, altrimenti noto come Castle.
La carriera ha inizio dal make-up, volgarmente noto come customizzazione dell'avatar: inizialmente si possono definire singole aree come la forma degli occhi e le dimensioni del corpo, ma i progressi nel gioco consentiranno nuovi tagli di capelli, lenti a contatto colorate, rossetti, addobbi di bigiotteria, occhiali, borse e via di questo passo per la gioia delle videogiocatrici. Ad ogni hostess si può inoltre associare una voce caratteristica: la Nakamura si è già prestato per il doppiaggio, seguita dall'attore Leo Morimoto, dallo stesso Hino e da altre personalità del jet set nipponico.
Il cuore del gioco risiede nell'accumulare punti intrattenendo i clienti. Un certo ammontare lo si guadagna rispondendo in modo consono durante una conversazione. Altri punti si possono conquistare inducendo gli accompagnati ad ordinare i piatti più costosi presenti sul menù.
Nella realtà gli hostess club sono spesso frequentati da personalità in vista, come idol, manager, attori, politici. Girls' RPG, come già nella controparte mobile, ribalta tale caratteristica assoldando come clienti tipi di fantasia. Abbiamo tra i frequentatori Mamoru Endo e Yuuto Kidou, blasonati calciatori di Inazuma Eleven, ma anche personaggi di manga e anime quali Lupin e Fujiko, Shinichi Chiaki protagonista di Nodame Cantabile e Jo Yabuki pugile di Ashita no Jo, solo per citare i più noti ad un pubblico occidentale. La lista si allunga notevolmente, espandendo la già ricca schiera di guest star presenti nella versione mobile: innumerevole le collaborazioni con aziende e mascotte nipponiche che fruttano ingenti dollaroni da rifondere nella macchina produttiva.

Oltre al club Castle sono due i luoghi caratteristici presenti in Girls' RPG. Il primo (My Room) è ubicato al secondo piano di un negozio di fiori, ospita gli alloggi della hostess ed offre la possibilità di personalizzarlo a proprio piacimento con carta da parati e mobilio.
Al di fuori si estende l'intero quartiere di Neo Ginza, rifacimento cartoon del noto "vicolo" modaiolo di Tokyo. L'avatar del giocatore esplora a piacimento un brulicante intrigo urbano, straripante di negozi d'alta moda, caffè, ristoranti parchi e altri comodità. Una mappa riassume l'esatta locazione dei negozi più in vista, elencati secondo gli orari di frequentazione: il ciclo giorno/notte detta svaghi e affari della caotica Neo Ginza. Ci auguriamo che nel turbinio mondano la nostra ragazza di campagna sappia rispettare i turni di lavoro all'hostess club.

Girls' RPG Destinato ad uscire da qualche parte nel 2011 in Giappone, Girls' RPG rileva un apprezzabile sim per cellulari auspicandone il successo sull'arrancante Nintendo 3DS. Ci troviamo ad impersonare una hostess il cui obiettivo è compiacere i clienti con molteplici attività e svaghi; per raggiungere tale scopo e quindi progredire nell'avventura si invoca un non trascurabile incentivo alla personalizzazione dell'avatar acquistando abiti e gioielli tra le strade di Neo Ginza. Level 5 si misura con la complessità morale delle hostess che lavorano nei club nipponici, presentando l'ambiguo mestiere sotto una patina ironica tale da intercettare i favori delle giovani videogiocatrici dagli occhi a mandorla.

Quanto attendi: Girls' RPG

Media Hype Utenti
Voti Hype totali: 11
48%
nd