Anteprima Glory of Heracles

Un RPG che più classico non si può: presentazione di un progetto dal gusto tutto nipponico

anteprima Glory of Heracles
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • DS

L'ultimo E3 è stato un evento ghiotto di novità. Fra periferiche miracolose ed ennesimi installment di brand arcinoti, poco era lo spazio dedicato ad opere di impatto mediatico inferiore ma non per questo meno meritevoli di attenzioni. E' il caso di Glory of Heracles, primo capitolo di una serie nata in Giappone nell'ormai lontano 1987 (su NES) a giungere in occidente sotto distribuzione Nintendo. Quasi a voler sottolineare il predominio ruolistico sulla piccola console a due schermi.

Parlami, Oh Musa!

L'incipit narrativo non potrebbe essere dei più classici: il nostro protagonista si risveglia su una spiaggia, solo e confuso. A svegliarlo sono stati due giovani: una ragazza e un nerboruto ragazzo che correvano lì vicino. Non ricorda nulla di sé e dei propri cari e, se il titolo non fosse ambientato in un universo che ricorda molto da vicino la Grecia antica, quasi sarebbe impossibile distinguerlo da un numero spropositato di videogiochi dell'era 8-16bit. Il cast di comprimari, caratterizzato da un design spiccatamente manga, è composto dal tormentato protagonista Eroas, la temeraria Lokos, il guerriero Erakles, la maghetta Eris e l'affascinante Sikuon. I cinque, supportati da altrettanti PNG, dovranno guadagnarsi l'accesso al mondo divino scalando la vetta del monte Olimpo per ristabilire la pace nel regno mortale e scoprire il passato del protagonista di cui sopra.
Tutto in Glory of Heracles sembra voler promettere un'esperienza di gioco classica, volutamente naif, ispirata ai vecchi cult ruolistici che tanto andavano in voga negli anni '90 sulle vecchie console a cartucce targate Nintendo e SEGA. Un vero e proprio ritorno al classicismo, in ogni senso!

E le dodici fatiche?

Il mondo di GoH è strutturato su ambienti tridimensionali isometrici ricchi di particolari nei quali si muovono i piccoli modelli poligonali dei protagonisti. Sottolineiamo fin da subito la bontà delle animazioni di quest'ultimi, veramente espressivi nonostante le loro minute dimensioni. Il sistema di gioco, come ci si poteva aspettare, è quello di un solido RPG scandito da statistiche personaggi, esplorazioni di dungeon, incontri casuali e numerosi menù di sistema. La gestione della totalità dell'esperienza di walkthrough è affidata al fido pennino e al touch screen, ma è possibile immergersi nell'azione anche tramite il sistema di controllo convenzionale. Gli scontri si svolgono, ovviamente, a turni ed è possibile schierare i propri personaggi su due file, esattamente come nella maggiorparte dei titoli di stampo ruolistico-nipponico degli ultimi anni. L'unica particolarità di questo è da ricercarsi nella possibilità di potenziare alcuni attacchi magici attraverso svariati minigiochi che, passando per il touchscreen, prendono vita sullo schermo inferiore: dal colpire in ordine crescente quattro cerchi numerati nel minor tempo possibile al collegare due estremità opposte dello schermo utilizzando la semplice pressione. Questa simpatica aggiunta può sicuramente rompere la monotonia degli scontri ma, d'altra parte, potrebbe far storcere il naso proprio all'utenza verso la quale il titolo sembra essere rivolto: i nostalgici. Quegli stessi giocatori che farebbero anche a meno del touchscreen tanto amato, invece, dalle nuove generazioni, in cambio di un solido sistema di gioco il più simile possibile a quelli visti e apprezzati in vari classici del passato.
Yoshitaka Hirota è stato assoldato da Nintendo per accompagnare le avventure di Eroas e compagni con una colonna sonora dai toni epici e incalzanti, non nuovo a lavorare a stretto contatto con il team di sviluppo Paon - ricordiamo la sua presenza in DK Jungle Climber per Nintendo DS, sviluppato da quest'ultimi - ed è quindi facile aspettarsi un'esperienza quantomeno artistica degna di nota.

Glory of Heracles Se in mezzo a quest'era di innovazione e grafica ultra realistica vi sentite davvero fuori luogo, Nintendo e Paon hanno pensato anche a voi! Glory of Heracles è uno di quei titoli che, allo stato attuale, dividono l'utenza in due: chi adora questi revival della formula di gioco anni '90 e chi proprio li detestava e li detesta tuttora. Riuscirà Nintendo a rendere nota la serie di Heracles anche all'occidente? Staremo a vedere, certo è che il mercato degli RPG, su Nintendo DS, fa proprio gola a tutti...

Quanto attendi: Glory of Heracles

Media Hype Utenti
Voti Hype totali: 45
57%
nd