Q&A Domande e Risposte Oggi alle ore 16:00

Rispondiamo in diretta a tutte le vostre domande e curiosità

GCom13

Anteprima Goodbye Deponia

Goodbye Deponia chiude le avventure di Rufus e Goal

anteprima Goodbye Deponia
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
Carlo Cicalese Carlo Cicalese respira, mangia e sogna mondi videoludici dal 1995, aspira a diventare uno dei migliori comunicatori italiani del settore e migliorare la percezione del medium videoludico nel grande pubblico. É un fanboy di Warhammer 40.000, quindi lanciategli un "For the Emperor!" su Facebook e Twitter per farvelo amico.

Nel corso dell'ultima Gamescom, Daedalic Entertainment ci ha mostrato in anteprima Goodbye Deponia, terzo e ultimo capitolo della serie di avventure grafiche che vedono protagonisti l'avventuroso cialtrone Rufus e la bella Goal.
Guidati nientemeno che dal Direttore Creativo Jan Mueller-Michaelis, abbiamo assistito alle fasi iniziali della nuova avventura Daedalic e ad una scena più avanzata, che hanno fatto il punto su quello che potremo aspettarci nella conclusione della trilogia.

Astute e divertenti trovate

Prima di cominciare, un piccolo riassunto per i neofiti. Nei precedenti capitoli della serie Rufus, inventore dalle idee un po' strampalate e abitante del pianeta-discarica di Deponia, incontra all'improvviso la bella Goal, giunta in modo misterioso dalla stazione spaziale Elysium, nella quale vivono i cittadini privilegiati. Intendendo riportarla su Elysium per poter essere accettato tra i suoi abitanti, Rufus si imbarca in una serie di avventure che sfociano in situazioni comiche dai dialoghi pregni di sarcasmo e humor nero.
Ambientato subito dopo la fine del secondo capitolo (quel Caos a Deponia pubblicato in Italia da FX Interactive), Goodbye Deponia vede i due protagonisti impegnati in una corsa contro il tempo per salvare il pianeta dalla distruzione.
Nella dimostrazione della Gamescom, i protagonisti si trovano in viaggio lungo la famigerata monorotaia che collega Deponia ed Elysium, inseguiti a breve distanza da un'enorme nave degli Organon, diretti dall'ex fidanzato di Goal: Cletus. Fallito il tentativo di distanziare gli inseguitori e le loro funi di recupero, Rufus si troverà a dover contemporaneamente salvare una Goal denudata e intrappolata negli ingranaggi della rotaia, gestire un suo accanitissimo fan apparso dal nulla e salvare la pellaccia dalle grinfie di una guardia Organon.
In linea con l'umorismo e l'inventiva dello sviluppatore Daedalic, la soluzione non sarà sempre la più banale. Anzi il titolo mette alla prova l'intelligenza del giocatore, che deve affidarsi spesso al pensiero laterale, cercando di superare gli ostacoli con guizzi inattesi. Prima di poter soccorrere la bella Goal, ad esempio, Rufus dovrà usare il flash della macchina fotografica del suo estimatore, determinato a fargli una foto, per accecare l'avversario.

La seconda parte della dimostrazione ci ha portato più avanti nell'avventura, confermando le stramberie narrative del titolo. Rufus ricorrerà nientemeno che alla clonazione per aumentare le chance di successo della missione, ma si troverà ulteriormente nei guai quando un clone di Goal, rimasto inspiegabilmente fanciullo, fuggirà: sarà compito di ben tre Rufus ritrovare e portare in salvo Baby Goal, attraverso un percorso che li porterà a risolvere enigmi in modo "asimmetrico". Una caratteristica interessante di questa parte del gioco, infatti, consiste nelle possibilità di interazione fra le diverse versioni del protagonista che, pur rimanendo effettivamente separate l'una dall'altra, potranno influenzarsi a vicenda e, soprattutto, scambiarsi oggetti utili al fine di completare i suddetti enigmi.
Oltre a nuovi brani musicali, cantati in Tedesco, Inglese e Spagnolo direttamente dal direttore creativo, Goodbye Deponia promette nuove location bizzarre, come la foresta di tubi al di sotto di Porta Fisco, e nuovi enigmi che metteranno alla prova anche le menti più allenate, secondo gli sviluppatori.
Fermo restando che l'uscita internazionale del gioco è prevista per il prossimo Ottobre, abbiamo chiesto a Mueller-Michaelis se era già prevista una data di pubblicazione per la versione italiana, prevedibilmente ancora una volta a cura di FX Interactive; sfortunatamente il designer non ha saputo fornirci una risposta precisa, preferendo rinviarci elegantemente alla stessa società di localizzazione e distribuzione presente in Spagna e in Italia, cosa che indubbiamente non mancheremo di fare nelle prossime settimane.

Goodbye Deponia Dopo aver costruito uno stretto rapporto con i giocatori nei primi due capitoli della serie, Daedalic Entertainment termina l’interessante trilogia di Deponia con un episodio che promette faville dall’inizio alla fine, unendo alle battute e allo humour nero lo stile grafico elegante tipico della serie. Non ci resta che vedere se lo sviluppatore riuscirà a mantenere alto il ritmo per tutto il resto della produzione.

Che voto dai a: Goodbye Deponia

Media Voto Utenti
Voti totali: 10
8
nd