PlayStation Experience Oggi alle ore 18:50

Commentiamo in diretta la conferenza Sony!

Anteprima Half Minute Hero

Salvare il mondo in 30 secondi, e altre frenetiche attività. XSeed riscrive il canone ruolistico degli anni '90

Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • Pc
  • Psp

Immaginate di iniziare a giocare un nuovo RPG appena arrivato dalla terra del Sol Levante. Title screen, introduzione con illustrazioni bidimensionali in alta risoluzione, esplorazione, combattimenti, negozi, ancora combattimenti, boss finale, titoli di coda. E tutto in un trentina secondi. Non ci credete? Pensate che si stia banalizzando un concept di gioco che sopravvive, ormai, da decenni? Beh, meglio che non proseguiate nella lettura di questo articolo, perché Half-minute Hero, esattamente come si evince dal titolo stesso del gioco, mette in campo proprio questo: una demenziale raccolta di avventure in fast forward!

Cinquecento anni di Guerra e desolazione, 30 secondi per porvi rimedio

Da questo originale concept di gioco prende forma l'ultima creazione Marvelous Entertainment, che propone un'interessante rilettura in chiave parodica dei vecchi cult 16bit che, negli anni '90, fecero la storia degli RPG su console. Il titolo propone cinque modalità di sfida immerse in un contesto fantasy, tradotte in cinque scenari con protagonisti differenti. La prima modalità, “Hero Mode”, permette di prendere il controllo del classico eroe, senza macchia e senza paura, mirando alla salvezza del mondo per uccisione del malvagio sovrano demoniaco. La seconda modalità, “Princess Mode”, trasporta l'azione nei panni di una bellissima principessa arciera e di un gruppo di guardie reali a suo seguito, incaricate di proteggerla e scortarla durante il suo viaggio per recuperare un'erba medica in grado di salvare le sorti del regno. Vi è poi la “Knight and Wizard Mode”, una modalità nella quale un mago e un cavaliere mirano al totale sterminio di mostri e creature sovrannaturali in un dungeon sotterraneo. La quarta modalità, invece, intitolata “Devil King Mode” catapulta il giocatore nella quotidianità di un demonio sovrano che, spinto dalla noia e dal sentimento di risoluzione, decide finalmente di conquistare il mondo evocando più creature mostruose possibili sotto il proprio controllo. Quattro storie per raccontare quattro cliché - momenti che non suonano “nuovi” all'occhio dei giocatori più smaliziati - già visti nel corso del walkthrough di un numero impressionante di avventure precedenti. Ma, proprio come accennato poco sopra, l'obiettivo di Half-Minute Hero è chiaramente quello di voler sdoganare questi momenti iconici della narrativa ruolistica attraverso una rilettura leggera e dai toni spiccatamente demenziali, senza dimenticarsi il cronometro alla mano.
Ogni livello di gioco, infatti, prevede che l'utente porti a termine l'avventura in un lasso di tempo che va da 30 a 60 secondi, con la possibilità di resettare l'inesorabile countdown situato in alto sullo schermo. Nel caso non si riuscisse nell'intento eroico, l'iter ricomincerà semplicemente da capo.
A differenza di quanto possa essere lecito aspettarsi, il titolo fonde diversi tipi di approccio al gameplay, concretizzando una raccolta di minigiochi ispirati agli RPG piuttosto che una semplice rilettura delle classiche avventure ruolistiche.

Hero Mode è a tutti gli effetti un RPG dalla meccanica di gioco snellita e superficiale. In questa modalità si vestono i panni di un classico eroe votato alla causa del bene intento a sconvolgere i piani di un signore demoniaco il quale, grazie alla terribile “Spell of Ruin”, è in grado di distruggere il mondo nel giro di... 30 secondi! L'esplorazione avviene su una scarna world map fra piccoli insediamenti rurali e foreste lussureggianti, affrontando di tanto in tanto sporadici incontri casuali. Gli scontri sono estremamente semplici e vedono il protagonista correre verso destra, partendo dal lato sinistro dello schermo, fino a scontrarsi con il mostro entrando semplicemente in contatto con esso, in un tripudio di punti danno a comparsa sui due impegnati nella battaglia. Sfregandosi, i due finiscono per provocarsi punti danno l'un l'altro fino alla conclusione della battaglia. Ogni cittadina prevede la presenza di una statua della dea del tempo che, al costo di una piccola somma di monete d'oro, verrà in soccorso dell'eroe, facendogli guadagnare preziosi secondi prima della fine del mondo. Sebbene questa sia la modalità principale - nonché la più pubblicizzata, il titolo vanta anche altre divertentissime e strampalate situazioni come il Princess Mode che altri non è che uno shooter bidimensionale al cardiopalma, il Knight and Wizard mode, una sorta di clone del vecchio Gauntlet II, con un'attenzione particolare nei riguardi della figura del mago; e il Devil King mode, uno strategico in tempo reale. Il tutto, condito da introduzioni bidimensionali in salsa fantasy, per non scordarci della forte piega parodica che il titolo offre nei riguardi di questo genere bistrattato e meno apprezzato in Occidente. La quinta, misteriosa, modalità di gioco, permette ai giocatori di sfidarsi in un'avventura che, stando alle informazioni in nostro possesso, basa il proprio successo sulla collaborazione ad hoc di ben quattro persone - e quindi eroi - alla conquista della pace nel regno. L'avventura però non finisce qui. Ogni modalità prevede, infatti, una ventina di situazioni sulla stessa falsariga narrativa in una scala di difficoltà in forte ascesa verso i livelli più avanzati, promettendo una lunga - ma veloce - esperienza di gioco in compagnia dei pixellosi personaggi di Half-Minute Hero.
Nonostante il titolo fosse già di per sé abbastanza originale, Marvelous ha calcato la mano sull'aspetto tecnico e stilistico del gioco, realizzando un comparto grafico diviso fra una sequela di artworks bidimensionali in alta risoluzione di notevole fattura e una grafica in-game - ovviamente 2D - volutamente retrò e naive. Gli ambienti sfoggiano una deliziosa grafica pixellosa dalla palette cromatica a 32bit, mentre i personaggi sono appena abbozzati e animati in modo primitivo. Chiaramente è impossibile contestare uno stile grafico volutamente adottato per richiamare alla memoria dei giocatori d'altri tempi le avventure vissute su NES, SNES e SMS ma è altrettanto vero che questa scelta stilistica preclude al titolo il mercato di massa, ormai abituato a standard grafici qualitativamente anni luce distanti a quelli adottati dagli sviluppatori e dai grafici per caratterizzare l'avventura di Half-minute Hero.

Half Minute Hero Il titolo Marvelous è una sfida al mercato odierno e mira ad un'utenza specifica: un gioco che potrebbe pagare cara la propria originalità. Un'operazione davvero coraggiosa se pensiamo che è previsto il suo arrivo anche sul lidi occidentali. Riusciranno i pixellosi eroi di Half-Minut Hero a far breccia non solo nel cuore degli appassionati nipponici ma anche nello spietato mercato americano ed europeo?