Anteprima How to Survive - Storm Warning Edition

Il survival di EKO Studios torna per terrorizzare una nuova generazione

anteprima How to Survive - Storm Warning Edition
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
Alessandro Trufolo Alessandro Trufolo ha visto la sua prima schermata di Game Over in età precoce: per il trauma, è cresciuto inserendo cartucce e dischi vari in qualsiasi console o computer gli capitasse a tiro. Quando ha deciso che di videogiochi voleva anche scriverne e parlarne, il dramma si è completato. Aiutatelo a superarlo su Facebook, Twitter e Google+.

C'è veramente qualcosa di nuovo che l'apocalisse zombie possa dirci? Entrata di prepotenza tra i setting più sfruttati da qualsiasi ramo dell'industria dell'intrattenimento grazie al crescente successo di film, serie tv e fumetti, in questi anni l'abbiamo conosciuta sotto forma di infezione virale, arma biologica o semplice dimostrazione di forza da parte della natura. Ognuna, a modo suo, ha cercato di proporre la propria versione dei fatti circa le origini della diffusione di cadaveri ambulanti ma, in alcuni casi, sceneggiatori e scrittori hanno preferito lasciare il tutto avvolto da un alone di mistero, concentrandosi su uno degli aspetti più facilmente vendibili di un nemico numeroso, privo di sentimenti e dalla stupidità intrinseca: la carneficina indiscriminata, tutt'ora una delle 'gioie' più grandi di questa ambientazione, sembra infatti non stancare mai i giocatori e, questo, sembra averlo capito anche 505 Games che si appresta a tornare su PS4 e Xbox One con una versione riveduta, corretta e arricchita del suo How To Survive.

UCCIDI, COSTRUISCI, SOPRAVVIVI, RIPETI.

Quello che, un anno fa, riuscì a distinguere il titolo EKO Studios dalla massa di titoli affini per ispirazione e dinamiche di gioco, fu la forte componente survival inserita all'interno della sua struttura: l'ottimo sistema di crafting e uno skill-tree di grande impatto sul gameplay costruirono infatti le basi sulle quali edificare tutta una serie di elementi survival molto più solidi del sistema di combattimento stesso. Portando a termine una serie di quest assegnate allo scopo di favorire l'esplorazione, era quindi possibile accorgersi di come tra vegetazione, cibo, armi, e oggettistica varia, la varietà di articoli potenzialmente in grado entrare a far parte dell'inventario del giocatore non fosse certamente risicata. Seguendo la propria indole sperimentale o le guide di sopravvivenza sparse per le mappe da Kovac, era quindi possibile trasformare grandissima parte degli oggetti raccolti in manufatti di diversa natura e soprattutto di grande utilità per le nostre imprese: brandelli di copertone uniti ad una fascia in pelle (a sua volta derivata dai resti di un cervo) diventavano allora protezioni per gli arti inferiori, mentre un bastone particolarmente elastico unito a del cavo da lavoro un rudimentale arco e così via.
Senza mettere troppo mano a questa formula, la nuova Storm Warning Edition di How To Survive si preoccupa di allargare ed incrementare l'offerta ludica con il più tradizionale dei 'more of the same': le quattro mappe presenti nel primo capitolo diventano qui sette grazie all'aggiunta di tre nuove ambientazioni vulcaniche, mentre il roster di personaggi giocabili si arricchisce sin da subito dell'affascinante Nina. Alle condizioni climatiche dinamiche già note (pioggia, tempesta e nebbia) si aggiungono, grazie alle nuove ambientazioni, ulteriori elementi di pericolo come lava e nubi tossiche da evitare a tutti i costi, specie se tallonati dall'ennesima orda di zombi inferociti.

Insieme a nuove modalità di gioco free-roaming (nella quale dedicarsi liberamente alla raccolta dei materiali e al crafting più selvaggio) e Survival (dove barricarsi e sopravvivere al maggior numero di ondate zombie possibile), EKO Studios sembra aver posto l'accento anche sul bilanciamento dei vari livelli di difficoltà, adesso ancora meno clementi per coloro che fossero alla ricerca di una sfida degna di questo nome. Oltre ad elementi più o meno inediti all'interno della sua offerta, questa edizione next-gen del survival 505 conterrà ovviamente tutte le novità via via inserite nell'originale grazie ai ben sei DLC rilasciati nel tempo: se anche armature, tipologie di zombie e animali sparsi per le aree di gioco partecipano quindi al generale arricchimento dell'offerta mostrando nuove e gradite entrate, saranno sicuramente il numero di quest più che raddoppiato (dalle quaranta originali si passa alle oltre ottanta qui presenti) e l'incremento di oggetti e componenti 'craftabili' (quasi quadruplicati rispetto agli oltre cento del passato) a stuzzicare maggiormente l'interesse degli appassionati del genere.

How to Survive La buona dinamicità dei combattimenti e la profonda componente survival che riuscirono a garantire al titolo 505 Games un discreto seguito di appassionati, tornano su next-gen insieme a tutti i contenuti aggiuntivi scaricabili dell'episodio originale ed una serie di elementi inediti in questa Storm Warning Edition. Al doveroso (ma tutt'altro che sostanzioso) upgrade grafico si aggiungono infatti nuove modalità di gioco, aree esplorabili e, soprattutto, ancora più opzioni per soddisfare la propria voglia di crafting, proponendo questa nuova edizione del titolo EKO Studios come la più completa e ricca sul mercato. Quanto tutto questo possa nuovamente attirare i giocatori veterani sulle isole abitate dal buon Kovac è ancora tutto da vedere, ma i nuovi naufraghi virtuali in cerca di uno shooter immediato ed appassionante potrebbero certamente trovare in esse un rifugio più che adeguato.