Injustice 2 - Sub Zero Adesso online

Vi mostriamo in diretta il nuovo personaggio di Injustice 2!

Anteprima Little Battle eXperience

Level-5 su PSP: combattimenti tra mecha in miniatura

Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Psp
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Ogni bambino ne avrebbe voluto uno. Lo avrebbe infilato in tasca e sfoderato al parco giochi contro gli amichetti. Ce ne sono di tutti i tipi, tozzi e resistenti, corazzati e abili nel corpo a corpo, slanciati e letali a distanza.
Sono gli LBX, acronimo per Little Battle eXperience. Venduti nei negozi di modellismo, si rifanno a fenomeni mondiali quali Pokèmon e Bey Blade: si acquista il kit base del proprio beniamino e poi lo si potenzia aggiungendo nuovi componenti grazie ai soldi della paghetta o, per i più ambiziosi, le vincite dei combattimenti.
Little Battle eXperience è anche il nome di un videogioco lanciato da Level-5 in Giappone non molti mesi fa e si vocifera disponibile sul suolo americano il prossimo anno. Comunque sia la pubblicazione in terra natia è giunta fuori tempo massimo, a oltre due anni dalla presentazione ufficiale. Un tempo di incubazione elevatissimo per un titolo dal budget modesto, essendo destinato a PSP.
Con questo ritardo il publisher di Fukuoka non ha potuto oliare pienamente l'ovvia macchina del merchandising, vendendo ai piccoli nipponici riproduzioni in scala 1:1 dell'LBX da loro coccolato all'interno del gioco, magari incentivati da una serie animata o da un nutrito numero di seguiti, sulla falsariga di Inazuma Eleven.
L'annuncio di Playstation Vita ha messo i bastoni tra le ruote a Level-5, ridimensionando notevolmente gli sforzi attorno alla promozione di Little Battle eXperience: un autentico peccato poichè il videogioco ci è parso solido e ben realizzato, capace di andare oltre le logiche multiplayer cooperative che tanto dominano le coeve produzioni per PSP.

Level-5 e PSP

Dopo l'assidua collaborazione su Playstation 2 (Dark Cloud e seguito, Rogue Galaxy), Akihiro Hino e i suoi paiono essersi dimenticati di Sony. Gran parte della loro forza lavoro è stata destinata a Nintendo DS e ora il supporto al 3DS appare incondizionato.
Su PSP si sono fatti vedere solamente con il bel strategico Jeanne d'Arc, purtroppo dimenticato sull'altra sponda dell'oceano dai localizzatori: un po' pochino per una console vendutissima!

LBX mania

La mania degli LBX sembrava incontenibile in quell'Estate del 2042. Le fabbriche ne sfornavano in continuazione, caricati sui camion con un bizzarro meccanismo a molla per risparmiare tempo prezioso. Ogni bambino ne desiderava uno. Obiettivo: è bene non scontentare nessuno, anzi invogliarlo al possesso di molti esemplari, come vogliono gli dei del consumismo.
Così un bel mattino, precipitandoci al negozio di modellismo lungo la via principale della nostra cittadina facciamo nostro il tanto agognato LBX. La scatola luccicante gli affibbia immediatamente un nome: Achilles. Valoroso come il guerriero acheo, impugna una robusta lancia e si protegge con un piccolo scudo rotondo.
La prima prova su strada è offerta da due spocchiosi habitué del negozio, proprio nell'arena ospitata sotto quel tetto. Un 3 contro 3 all'interno di uno scenario standard, qualche rocce, un paio di verdeggianti alture.
La sfida è adrenalinica e là fuori il mondo degli LBX è entusiasmante. Ancora non conosciamo quali oscure minacce su scala planetaria richiederanno l'intervento di Achilles, per il momento ci limitiamo a solcare le strade di provincia in cerca di qualche altro sfidante. Questa fase non è da sottovalutare, perchè interagendo con i personaggi ed entrando nei negozi si disvela gran parte del fascino di Little Battle Experience. Dietro ogni porta si può celare una sfida: non guardate con noncuranza quindi l'uscio del panettiere o della lavanderia!

Chibi fight

I combattimenti inquadrano i nostri gladiatori in miniatura da dietro le spalle e si configurano in maniera non dissimile dalla serie Virtual On. Tre tipologie di attacco affidate ai tasti frontali, cui si somma la possibilità di sfoderare un attacco speciale tramite R.
I modelli poligonali degli LBX appaiono più slanciati delle controparti Sega, compiono brevi salti con notevole agilità e scattano da una copertura all'altra azionando un piccolo turbo. La telecamera si mantiene a debita distanza, inquadra sì una vasta porzione del campo di battaglia, ma mantiene il profilo del nostro combattente fin troppo minuto.
La vittoria o la sconfitta dipende principalmente dall'esaurimento della barra LB, mentre eventuali colpi più performanti sono gestiti dalla barra sottostante (BP).
La conformazione delle arene di Little Battle eXperience è un elemento da non sottovalutare nell'economia dei combattimenti: troviamo quelle "professionali" che riproducono ambienti reali come paesaggi collinari o rovine di un acropoli nel giro di un paio di metri quadrati; altrimenti dovunque è possibile dare il via ad uno scontro, sul tavolo del salotto ad esempio tra cesti di frutta e portafoto. Importante è tenere d'occhio la comparsa di eventuali power up sul campo di battaglia: il primo LBX che riesce ad agguantarlo può sprigionare il suo potere che va da scudi energetici difensivi a momentanei potenziamenti offensivi.
Fuori dalla lotta risulta imprescindibile dedicare molto tempo alla costumizzazione, setacciando gli ambienti di gioco alla ricerca di pezzi più potenti e testando le più svariate combinazione. Ogni parte del corpo può essere sostituita, dalla testa agli arti inferiori, equipaggiando gambe antropomorfe o cingoli. Il cuore dell'LBX è rappresentato dalla sua CPU, la cui forma è simile a quella di uno scudo: suddiviso in reticoli può ospitare tanti pezzi quanto lo spazio disponibile, incastrati gli uni con gli altri come se si stesse giocando a Tetris.

Little Battle eXperience Con colpevole ritardo giunge sul mercato nipponico Little Battle Experience mentre PSP è in lento declino. Trattasi di un action game à la Virtual On con una notevole incisività dell'elemento collezionabile: ogni bambino possiede il proprio robot da combattimento (LBX) e si diverte in sfide con gli amici. Naturalmente il protagonista del videogame è chiamato a compiti ben più elevati. Colorato stilisticamente e convincente dal punto di vista tridimensionale, l'ultima scommessa Level-5 si dimostra ben riuscita. Si mormora di una pubblicazione americana nel corso del 2012.

Quanto attendi: Little Battle eXperience

Media Hype Utenti
Voti Hype totali: 11
50%
nd