Anteprima Mario & Luigi: Bowser's Inside Story

Primi dettagli sul gameplay dopo la presentazione all'E3

anteprima Mario & Luigi: Bowser's Inside Story
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • DS
Adriano Della Corte Adriano Della Corte Da quando ha ricevuto in regalo il suo primo Gameboy all'età di 5 anni, non ha mai smesso di giocare. Grande appassionato di platform e di epiche avventure. Cercatelo su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

"Non c'è due senza tre"

Questo è probabilmente il motto che deve aver avuto in testa Nintendo quando ha commissionato allo studio Alpha Dream un nuovo capitolo del pazzo e atipico GdR dedicato ai due fratelli idraulici tanto cari alla casa videoludica di Kyoto: se ancora non avete capito, stiamo parlando di Mario e Luigi, che con le loro avventure di coppia si apprestano ad arrivare su Nintendo DS con un nuovo capitolo ricco ricco di tante novità. Non solo il nuovo titolo è fondamentalmente il terzo episodio della saga, ma introduce per la prima volta un nuovo personaggio giocabile oltre a Mario e Luigi. Se con "Superstar Saga" avevamo conosciuto la struttura del sistema di controllo - semplice, intuitivo ma dannatamente coinvolgente - e con "Fratelli nel tempo" questo sistema si era moltiplicato due, con l'introduzione delle versioni "mini" dei protagonisti, con "Browser's Inside Story" Alpha Dream sembra ritornare sfruttare il classico battle sistem del primo capitolo, ma aggiungendo tante novità da renderlo praticamente nuovo. Il team di sviluppo sapeva che era quasi impossibile migliorare un così già perfetto sistema di controllo, quindi tutte le risorse si sono concentrate sul riuscire ad innestare la struttura ben conosciuta della saga in una nuova prospettiva, capace di aprire nuove strade inesplorate al dinamico duo baffuto.

Una storia "Introspettiva"

Un'emergenza nel Regno dei Funghi ha fatto riunire in consiglio le più alte cariche del paese: molti Toad si sono ammalati di una strana malattia che li fa trasformare in enormi sfere rotolanti. A capo del consiglio dei Toad incaricato di risolvere il problema troviamo la principessa Peach, aiutata dai fratelli Mario e da un piccolo Bob-Omb giallo di nome Cippy. Se già di per se la situazione è preoccupante, ci si mette in mezzo anche Bowser, che irrompe nella riunione reclamando per l'ennesima volta la principessa come sua Sposa. Una situazione facilmente risolvibile per Mario, che con pochi salti riesce a mettere K.O il gigantesco nemico... Vissero tutti felici e contenti? Non proprio, visto che l'umiliato Re dei Koopa viene contattato dai un losco figuro, Fawful, che gli promette la giusta vendetta, donandogli uno speciale fungo in grado di miniaturizzare ogni cosa. Bowser non si fa scappare la ghiotta occasione e ritorna sulla scena della sua sconfitta: riduce i nemici storici a piccolissimi esseri, e li risucchia con tutto ciò che gli sta attorno. Purtroppo Bowser, avido di rivincita, utilizzando questi misteriosi poteri non è diventato altro che una marionetta sotto i fili del nuovo nemico: il fungo aspirattutto che non è altro che un efficace strumento di controllo mentale. Toccherà a Mario e Luigi, ormai miniaturizzati e relegati all'interno del corpo di Bowser, neutralizzare Fawful, scoprire il mistero dietro la strana malattia dei Toad, e far rinsavire il loro arci-nemico, sfruttando l'occasione di controllare dall'interno le azioni del bestione a loro vantaggio.

Il filo narrativo appena descritto, è il pretesto principale per introdurre le nuove dinamiche del gameplay. Durante il gioco, sullo schermo superiore impersoneremo Bowser, che all'inizio -privo di qualsiasi potere- avrà poche possibilità di superare gli ostacoli che troverà di fronte a lui. Dall'altra parte del DS, ovvero nello schermo inferiore, troveremo invece i due fratelli, Mario e Luigi, che esploreranno i numerosi organi ed apparati del lucertolone, abitati da strane e bizzarre creature, alla ricerca delle strutture anatomiche, che se stimolate a dovere daranno nuova forza al Re dei Koopa. Ci troveremo ad esempio a curare la gola per poter dare la possibilità a Bowser di sputare fuoco dalle fauci, oppure stimolare un ganglio nervoso o un muscolo per riuscire ad acquistare una forza sovrumana e sollevare così l'ostacolo di turno. Un dualismo che raddoppia le aree esplorabili durante tutto il gioco e che introduce un nuovo livello di interazione tra quello che succede nel mondo dei funghi e quello che avviene nel microcosmo all'interno di Bowser. Da come si può facilmente intuire infatti le due realtà sono in continua comunicazione tra di loro, in cui la correlazione "causa-effetto" è il principale motore di tutto lo scorrere del gameplay. L'avanzamento del gioco è infatti affidato all'acquisizione di nuovi poteri e abilità da parte dei personaggi giocabili: se a Mario e Luigi sarà dato principalmente il compito di sbloccare le diverse abilità di Bowser, anche lui in molti momenti di gioco dovrà aiutare i due fratelli svolgendo determinate azioni, come bere da una fontana per poter inondare d'acqua lo stomaco, aprendo così nuove vie da esplorare.

Controlli Incrociati

Il sistema di comandi è rimasto pressoché invariato dai precedenti capitoli: utilizzando i tasti A e B controlleremo le azioni di Mario e Luigi, facendoli saltare sopra i nemici e dandogli sonore martellati utilizzando il tasto dorsale R. X e Y sono invece abbinati allo switch dello schermo di gioco (intercambiabile in qualsiasi momento) e dal controllo di Bowser durante i suoi scontri personali. Anche la struttura del sistema di battaglia è rimasta fondamentalmente identica:è richiesto un perfetto tempismo nel premere i pulsanti per sferrare attacchi più potenti o evitare l'offensiva nemica, e ritorna un sistema di livelli e ranking abbinato ad ogni personaggio, con la possibilità di modificare determinate statistiche e abilità a nostra disposizione. E' possibile sfruttare diversi oggetti e power-up per sferrare potenti attacchi concatenati, con grande coinvolgimento da parte del giocatore. Grazie infatti all'utilizzo sia del touch screen che del microfono, i bellissimi attacchi speciali saranno sempre più complessi da eseguire, senza che mai venga meno la spettacolarità di tali mosse, grazie a numerosi effetti speciali che impegneranno molto spesso entrambi gli schermi della console. Non manca poi l'introduzione, grazie alla novella struttura di gioco, di nuove mosse: una di queste è la possibilità di traferire un nemico impegnato nella lotta con Bowser ai fratelli Mario, semplicemente fagocitandolo: Mario e Luigi si troveranno così di fronte al nemico, che potrà subire variazioni delle proprie statistiche e dei propri attacchi, svantaggiandolo oppure no... toccherà a noi scoprir di volta in volta con quale dei protagonisti sarà meglio affrontare determinate minacce.
Non mancano poi numerosi mini game, indovinelli e rompicapi, sparsi qua e là su tutta la mappa del gioco: puzzle solving, backtracking e touch screen si sposano in una struttura che appare intrigante, e che mantiene la sua freschezza anche alla terza iterazione.

Mario & Luigi: Bowser's Inside Story L'idea di fondo di Bowser's Inside Story sembra davvero funzionare. Senza stravolgere i canoni che ormai sono caratteristici di questo divertente e spensierato gioco di ruolo, tutte le novità presentate sono atte a creare nuovi ed intriganti meccanismi di gioco. Influisce in maggiore misura la presenza di due dimensioni separate, ma sempre in stretto contatto tra loro, capaci di influenzarsi a vicenda, sia durante le fasi esplorative che negli scontri con i nemici. Non mancano poi tutte le ottime cose già viste nei precedenti episodi, come numerosi nemici da sconfiggere, la presenza di buffi e caratteristici personaggi secondari, un filo narrativo molto interessante e ricco di numerosi colpi di scena, e (ultimo ma non ultimo) la presenza ormai assodata di un Battle System sempre vario e mai ripetitivo, dove il giocatore riesce ad essere attivamente partecipe dell'azione. Mario & Luigi: Bowser's Inside Story sembra dunque la perfetta evoluzione della serie, e si candida ad essere uno dei titoli più attesi per la fine del 2009.