Anteprima Monster Hunter 4

Analizzato il nuovo trailer

anteprima Monster Hunter 4
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • 3DS
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

"Datemi una leva e vi solleverò il mondo" diceva svariati secoli fa un pensatore di Siracusa. Gli fece eco qualche secolo più tardi un navigatore genovese: "datemi tre caravelle e vi indicherò una nuova via verso l'India". Ehr...
Oggi un game designer di stanza a Kyoto dice: "datemi un Monster Hunter e conquisteremo almeno almeno il Giappone". E Monster Hunter sia: dopo le prove generali effettuate con Monster Hunter 3G su Nintendo 3DS lo scorso Natale (a proposito quando la release europea?), è tempo di cominciare a parlare del sequel tanto atteso. Monster Hunter 4 era già stato preannunciato lo scorso anno come esclusiva dell'handheld Nintendo con un video teaser spacciato per in-game. L'esclusiva è stata confermata (conoscendo le abitudini di Capcom, ci chiediamo quanto durerà?) durante la Capcom Summer Jam, un bell'evento che la casa di Megaman dedica in questi giorni ai giocatori dagli occhi a mandorla, ma non si vedrà sui due schermi nipponici prima del 2013. Anche se ci sarà da aspettare ancora parecchio, Capcom ha colto la palla al balzo e mentre alcuni sgallettati conducevano uno Special Stage sulla saga di Monster Hunter ha proiettato il nuovissimo trailer del quarto capitolo della serie.

Capcom Summer Jam

Capcom non ha promesso al Capcom Summer Jam quelle spiazzanti rivelazioni che di solito riserva alla stampa specializzata durante il Captivate, ma da un evento tutto nipponico nella città di Odaiba e aperto al pubblico qualcosa di gustoso può scapparci. Everyeye.it seguirà da vicino la manifestazione attraverso news in contemporanea nipponica e articoli di approfondimenti raccolti all'interno del ciclo d'articoli Japanese Summer.
Volete sapere tutto su Monster Hunter 4? Siete incuriositi da E.X. Troopers?

Scalatori di mostri

Monster Hunter 4 non è quel capitolo che ambisce a rivoluzionare la serie. Il permanere sulle piattaforme portatili, ambiente più che adatto alla struttura di gioco, non comporta un evidente cambio di ambientazione come il passaggio da PSP a Wii, in cui la rinnovata ambientazione a ridosso del mare fu associata alla novità dei combattimenti subacquei.
Il nuovo trailer proiettato al Capcom Summer Jam presenta in sottofondo il celebre tema della saga; offre sopratutto una panoramica di quello che sarà il mondo di gioco e le apprezzabili introduzioni al gameplay. La missione comincia all'interno di un canyon arso dal Sole e costituito da megalitiche architetture naturali. Una vasta pianura che sembra desolata quanto il deserto del precedente episodio, ma parzialmente accogliente per le creature erbivore, appare come l'habitat all'interno del quale si svolgeranno le nostre peregrinazioni. Resta da scoprire come una simile conformazione possa influenzare il gameplay: in mancanza di passaggi tortuosi è più probabile ritrovarsi in aree aperte e popolate da bestie di grosse dimensioni sempre pronte ad attaccare gli avventurieri. L'esplorazione declinerà a favore dei combattimenti? O i game designer riusciranno a mantenere un discreto equilibrio come saggiato nei passati episodi? Altra questione: quale sarà l'hub di gioco? Nel secondo episodio era il piccolo villaggio montuoso, nel terzo il borgo marittimo. Nel quarto? A giudicare dalla massima importanza che riveste la pianura non sembra improbabile avere a che fare con popolazioni nomadi composte da pochi individui e abituate a dormire sotto le stelle. Ma siamo sicuri il protagonista non rinuncerà alla sua yurta tanto facilmente!
Tutto attorno all'ambiente piano sorgono altissime cime innevate, protagoniste di un'altra sezione di gioco. Le scalate di speroni rocciosi sono divenute una costante della presente generazione videoludica da quando Uncharted le ha rese dinamiche e disseminate ovunque. Monster Hunter 4 sposa questo concetto ed eleva in verticale i livelli di gioco, inserendo insidie e minacce anche durante le ascese verso maggiori altitudini. Se da un lato speriamo che tale inserimento si accompagni ad una globale rivisitazione in termini di level design, dall'altro è praticamente certa una sostanziale innovazione al sistema di combattimento. Capcom ha infatti inserito nuove possibilità di fuga, ha concesso un impatto maggiore a quegli esseri dotati di ali e lasciato intendere come un attacco particolarmente potente possa far perdere al nostro l'equilibrio e compiere un balzo verso il fondovalle di diverse centinaia di metri. Nel trailer si vedono alcuni spezzoni di un combattimento contro una scimmia dal volto appuntito come quello di una volpe: il suo habitat è una conca in cui la vegetazione rampicante ha creato due differenti livelli. Mentre il primate penzolerà dall'uno all'altro nel tentativo di sorprendere il giocatore, quest'ultimo sarà costretto ad inseguirlo per conficcare la propria lama nella sua carne.
Infine l'ultimo elemento connesso con le scalate è anche il più interessante. Ovvero la possibilità di salire sul dorso di una creatura e da lì infilzarla ripetutamente. Capcom ha introdotto tale meccanica in Dragon's Dogma per Playstation 3 ed Xbox 360, gioco di ruolo free-roaming che aveva una certa familiarità con Monster Hunter. In quell'occasione la scalata di mostri bipedi o quadrupedi funzionava davvero bene e ritrovarla nel quarto Monster Hunter può dare vita a inediti approcci al combattimento. Osservare il bestione che si dimena mentre tenta di disarcionarci impreziosisce il gameplay e regala un'elevata dose di spettacolarità. Speriamo che Capcom prenda maggiore confidenza con tale meccanica e renda più fattibili gli spettacolari lanci da torri e camminamenti sin sulla capoccia della creatura mostruosa.

Squame sciupate

Abbiamo visto e rivisto il trailer al massimo della definizione, ma il comparto grafico fatica a conquistarci. Capcom sembra aver perso un po' della sua abilità nel creare esperienze visive convincenti dal punto di vista tecnologico ed estetico. Ovviamente bisogna pesare quanto visto nel filmato di presentazione in riferimento alla diagonale dello schermo del Nintendo 3DS, eppure il comparto animazioni e la qualità delle texture non sembrano aspetti su cui il team è intervenuto con l'intendo di tracciare un solco profondo tra Monster Hunter 3G e il suo seguito. Nel trailer ci è sembrato di scorgere una parziale interazione con l'ambiente, con massi che si frantumano al passaggio di un lucertolone o strutture rocciose che si sbriciolano sotto i piedi del giocatore a seguito di un attacco particolarmente devastante. Speriamo che tali fotogrammi rivelino un evoluzione del rapporto con l'ambiente di gioco.
Il design dei nemici ci è sembrato grossolano. Al ritorno dei bestioni classici come Tigrex e Rathalos, il bestiario si arricchisce di orridi mash-up come volpi-scimmie, gallinacci col carapace e dinosauri dalle orecchie a sventole. Che anche i grafici dietro Monster Hunter stanno accusando la stessa povertà di idee dei Pokémon dalla quarta generazione in su?

Altri Monster Hunter

Monster Hunter 4 non è stato l'unico Monster Hunter di cui si è parlato al Capcom Summer Jam. In quest'occasione è stato ufficialmente presentato il coloratissimo puzzle game con protagonisti i Felyne chiamato poco sorprendentemente Felyne Puzzle. Inoltre i visitatori potevano partecipare ad un torneo di Monster Hunter 3G e confrontarsi con altri appassionati. L'atmosfera era festosa e i gadget succulenti!

Monster Hunter 4 Monster Hunter 4 uscirà come previsto su Nintendo 3DS, ma non prima della Primavera 2013 in Giappone. Il team di sviluppo ha ancora moltissimi mesi per migliorare la formula, rivedere il comparto grafico e approntare la dovuta infrastruttura online. L'ultimo trailer distribuito, composto in larga misura da sequenze di gameplay, ci ha fatto conoscere la nuova ambientazione composta da un'ampia pianura e da un'impervia catena montuosa. Quest'ultima si presta particolarmente alla novità delle scalate dinamiche ispirata ad Uncharted (quando si tratta di raggiungere altitudini maggiori) e a Dragon's Dogma (quando si tratta di salire sul dorso dei nemici e infilzarli ripetutamente). Le novità non sono moltissime e il motore grafico non sembra aver compiuto significativi balzi in avanti, ma se Capcom saprà amalgamare bene il tutto le critiche dovrebbero essere sporadiche e limitate. Appuntamento al Tokyo Game Show dove ne sapremo sicuramente di più!

Quanto attendi: Monster Hunter 4

Media Hype Utenti
Voti Hype totali: 83
67%
nd