Anteprima Persona Q: Shadow of the Labyrinth

Persona incontra i Dunegon Crawler e l'estetica Chibi in questo spin off per Nintendo 3DS

anteprima Persona Q: Shadow of the Labyrinth
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • 3DS
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Atlus ha saputo creare una grande attesa attorno allo scontato annuncio di Persona 5, quando nei giorni passati ha legato il countdown del quinto capitolo della serie con altri tre conteggi alla rovescia, che si sono infine concretizzati in altrettanti spin off. Un gioco di ruolo destinato a Nintendo 3DS intitolato Persona Q: Shadow of the Labyrinth, il rhythm'n game per Playstation Vita Persona 4: All Night Dancing e infine il seguito del picchiaduro 2d Persona 4 Arena diretto per il momento alla sola Playstation 3.
Si tratta di tre videogame non convenzionali e tutt'altro che indispensabili per i fan, ma che ben denotano il grado di interesse attorno al JRPG Atlus.
Persona Q: Shadow of the Labyrinth é il titolo più interessante del terzetto, forse perché spartisce con Persona 5 la dimensione ruolistica. D'altra parte, però, insistere ancora una volta su personaggi e ambientazioni di Persona 3 e 4 suona come una certa mancanza di idee.
Persona Q: Shadow of the Labyrinth sarà anche il primo ad uscire, dal momento che il primo trailer indica come release nipponica il 5 Giugno 2014.

La campana della morte

L'istituto comprensivo Yasogami High School, che gli studenti di Persona 4 conoscono bene, al rientro dalle vacanze estive si é arricchito di un nuovo edificio. Non é un nuovo laboratorio di scienze, né la tanto sospirata palestra, ma un'altissima torre scura e minacciosa.
Le voci di corridoio indicano guarda caso che chi ascolta il suono delle campane si troverà in men che non si dica faccia a faccia con la morte!
Alla Yasogami tornano ovviamente sui banchi di scuola gli studenti di Persona 4, che porteranno avanti il "gruppo di studio" Investigation Team, incontrando anche i beniamini di Persona 3 e la cricca della SEES. A seconda di come il giocatore combinerà i 5 membri del party, i dialoghi e il tono delle scenette si adatterà, avvicinandosi alle atmosfere di entrambi gli episodi Playstation 2.
Il gameplay vede il ritorno del peculiare battle system della serie, anche se a quanto pare in Persona Q vi sarà un unico dungeon strutturato a forma di labirinto. Ci dobbiamo aspettare significativi snellimenti della formula per accomodarsi alle esigenze di una console portatile? E il touch screen in che modo verrà sfruttato? Le risposte sui vari aspetti di gameplay arriveranno con ogni probabilità man mano che ci avvicineremo alla release.
Atlus ha scelto per questo episodio uno stile di gran lunga meno realistico degli episodi principali, abbracciando con convinzione l'estetica Chibi, ovvero carina e coccolosa. Si tratta di una scelta stilistica che ben si adatta alle ridotte dimensioni dello schermo del Nintendo 3DS, ma che già nelle sequenze animate mostra più di una caduta di tono vista l'impostazione grave dei dialoghi che pare dominare anche questo episodio.
Vista la novità nel character design gli artisti della casa nipponica hanno disegnato anche alcuni personaggi inediti (di cui per ora conosciamo solo i nomi: Zen e Rei), che si intrufoleranno negli atrii della scuola e nelle sue immediate vicinanze, organizzando eventi e prendendo parte a lezioni secondarie nell'economia di gioco.
Persona Q: Shadow of the Labyrinth si presenta quindi come una riduzione della serie principale per venire incontro a un pubblico più giovane e meno avvezzo ai giochi di ruolo. Tuttavia un simile compromesso é frutto del lavoro delle principali mente creative dietro la serie, come Katsura Hashino nei panni di Producer, Shigenori Soejima ancora una volta dietro il character design, e il compositore Shoji Meguro. I presupposti per un titolo di qualità, dunque, ci sono tutti.
Particolarmente interessante la partecipazione del director Daisuke Kaneda, lo stesso degli Etrian Odyssey, ragion per cui non è da escludere un significativo avvicinamento di Persona Q alle meccaniche dei dungeon crawler.

Persona Q: Shadow of the Labyrinth Persona Q: Shadow of the Labyrinth è uno spin off della serie Persona. Rappresenta il debutto della serie ruolistica sul vendutissimo Nintendo 3DS, ma anche la prima volta con un tratto deliberatamente Chibi e una struttura da Dungeon Crawler (a bordo come Director c'è Daisuke Kaneda, figura chiave dietro gli Etrian Odyssey). Per il momento sappiamo poco altro, ma dopo l'esaltazione per l'annuncio di Persona 5 viene dirimpetto quella per questo spin off, che promette valori produttivi elevati pur insistendo di nuovo sulle atmosfere e i personaggi di Persona 3 e Persona 4. In Giappone Persona Q: Shadow of the Labyrinth uscirà nel Giugno del 2014. Quando è lecito attendersi la pubblicazione europea, tenendo conto che stiamo ancora aspettando Shin Megami Tensei 4?!?

Che voto dai a: Persona Q: Shadow of the Labyrinth

Media Voto Utenti
Voti totali: 3
8.7
nd