Anteprima Pokemon Versione Nera / Bianca

La nuova generazione di mostri tascabili sta per rivoluzionare l'universo dei Pokemon?

anteprima Pokemon Versione Nera / Bianca
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • DS
Adriano Della Corte Adriano Della Corte Da quando ha ricevuto in regalo il suo primo Gameboy all'età di 5 anni, non ha mai smesso di giocare. Grande appassionato di platform e di epiche avventure. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

Un altro anno è passato e siamo di nuovo pronti ad accogliere una nuova coppia di RPG dedicati ai Pokemon. La serie, nonostante non voglia abbandonare le tinte fanciullesche che tanto fanno presa su un certo tipo di pubblico, è da molto considerata genitrice di alcuni fra i più complessi e calibrati RPG sul mercato. Molto tradizionalista, ogni coppia di episodi presenta una formula perfettamente bilanciata, che sotto la superficie costituita da pacioccosi mostricciattoli di varia forma e natura, adotta un battle system finemente elaborato. Un modello che però risente sempre di più del peso dei suoi anni. Game Freak, ormai legata ormai da più di 15 primavere al franchise, ha sempre voluto preservare con cura il gameplay tanto apprezzato da milioni e milioni di fan in tutto il mondo: ogni titolo, per quanto introducesse sempre nuove dinamiche e caratteristiche, manteneva inalterato sia l'aspetto visivo che l'esperienza complessiva. Una scelta poco coraggiosa, che sebbene abbia portato eccellenti risultati ogni stagione, non ci ha di fatto resi molto entusiasti. Dopo 10 edizioni della serie regolare, la sofware house ha finalmente deciso di dare uno scossone all'universo Pokemon: Pokemon Versione Bianca e Pokemon Versione Nera sono forse i titoli più innovativi nella storia del franchise. E' facile dunque accostarli a Oro e Argento, i due che di fatto hanno dato il là a tutta la saga, dopo i primordi di Blu e Rosso. I cambiamenti sono tanti, ma saranno così incisivi da tracciare un nuovo cammino per la serie?

Unova, una nuova dimensione

Le versioni Nera e Bianca ci danno un primo assaggio delle novità che contengono già a partire dal filmato introduttivo: questi due prodotti danno infatti maggiore enfasi al filo narrativo che accompagnerà in sottofondo le nostre gesta da allenatore: una clip "acquerellata" ci narrerà di un regno antico, del suo popolo e del suo sovrano appena incoronato. I primi momenti di gioco non si discosteranno però dalla tradizione: l'incontro con il professore (o meglio, con la professoressa), i primi momenti con nostra madre, la scelta del Pokemon con cui iniziare l'avventura e i primi scontri contro i nostri rivali, sono le fasi chiave che ci introducono in questo nuovo contesto.
Un contesto le cui novità non tardano a mostrarsi. La prima fra quelle che salta all'occhio è infatti la veste grafica totalmente rinnovata nelle fasi di combattimento: la telecamera è estremamente dinamica, con diversi cambi di angolazione e livelli di zoom, per mostrarci ad esempio l'ingresso del nostro Pokemon in campo, o l'esecuzione delle mosse contro l'avversario. Oltre questo, finalmente i mostri sono animati per tutto i tempo del combattimento. Le animazioni sono realizzate con una tecnica che sfrutta sia diversi modelli per ogni Pokemon, sia distorsioni della sagoma della creatura. Il risultato potrebbe inizialmente far apparire meno dettagliati i Pokemon, soprattutto per la presenza massiccia di sgranature "pixellose", ma il risultato nel suo complesso è davvero stupefacente. I nostri Pokemon saranno finalmente vivi sullo schermo: non più immagini statiche che lasciano tutto il lavoro alla fervida immaginazione dei videoplayer. Ci saranno dunque animazioni particolari per ogni stato di salute: se il Pokemon sarà addormentato avrà gli occhi chiusi, se paralizzato invece si muoverà più lentamente. Le immagini sullo schermo sono fluide e armoniose, e le battaglie finalmente godranno di quell'enfasi necessaria ad eliminare il senso di ripetitività presente in un titolo di questa fattura, in cui fin dalle prime ore di gioco vengono proposte decine e decine di scontri. Introdotte anche le battaglie Pokemon 3 vs 3: una soluzione inedita per la serie, che aggiunge un ulteriore sfida strategica nell'utilizzo degli attacchi a disposizione.
Anche il mondo di gioco è realizzato con maggior cura nei dettagli: i campi erbosi della nostra città natale saranno ad esempio mossi dalla brezza, mentre petali di ciliegio svolazzano davanti ai nostri ai nostri occhi. Le grandi città offriranno più elaborate possibilità di esplorazione, grazie a mappe complesse in tre dimensioni ed all'uso dinamico delle inquadrature. La città di Hilium, ad esempio, si sviluppa all'interno di un anello circolare esterno: tra gli immensi grandi grattacieli potremo incamminarci in vie affollate da cittadini indaffarati, ed esplorare i vari edifici dove incontrare altri allenatori o intraprendere varie side-quest. Il titolo vanta poi una maggiore varietà per quanto riguarda le zone della regione del gioco, grazie all'introduzione di un ciclo di stagioni, che andrà ad unirsi a quello giorno/notte. Ogni 30 giorni reali ci sarà il cambio stagionale, che non solo offrirà nuovi scorci, ravvivando anche le ambientazioni visitate precedentemente, ma offrirà anche la possibilità di catturare Pokemon legati a specifici momenti dell'anno.

156, tutti nuovi, tutti da scoprire

Pokemon Versione Nera e Bianca introduce una nuova generazione di creature, composta da 156 nuovi esponenti, tra Pokemon comuni, evoluzioni, leggendari e ovviamente mostri introvabili da ottenere solo attraverso lo scambio con i possessori della versione alternativa alla nostra. La sensazione di vivere una nuova "prima volta" con questi due titoli è poi accentuata dalla scelta di Game Freak di farci catturare esclusivamente i mostri dell'ultima generazione, nel cammino per diventare allenatori: finché non avremo sconfitto la lega Pokemon di Unova, non incontreremo mai Pokemon delle scorse generazioni. Si avrà così il tempo di scoprire con calma le new entry.
Per quanto riguarda la qualità dei nuovi Pokemon, oltre ai soliti roditori, piccioni, cani e gatti di diversa forma e fattura, troviamo in questa "ondata" anche scelte abbastanza bizzarre e fin troppo azzardate: Pokemon dalla forma di un cono gelato, o dalle sembianze di una candela, le cui evoluzione finale è quella di un lampadario. Arrivati ad oltre 650 mostri differenti, è forse naturale che le idee inizino a scarseggiare. Ma c'è comunque da dire che, sebbene non si raggiunga la qualità artistica dei primi episodi, nel complesso il nuovo insieme non sfigura mai per quanto riguarda originalità e cura dei particolari. Il giocatore, poi, grazie alle splendide animazioni presenti per ogni singolo mostriciattolo, sarà sicuramente invogliato a catturarli tutti per la propria collezione.

Video Chat, Online e Mondo dei sogni

Le nuove versioni Nera e Bianca non si fermano solo all'aspetto grafico, e alla presenza di nuovi Pokemon. Le novità maggiori arrivano dal fronte della connettività offerta da i due giochi. Il C-Gear, un nuovo strumento che otterremo ad un certo punto all'interno del gioco, sarà la porta per poter giocare insieme ad altri amici, sia vicini che lontani. La scheda di gioco sarà dotata di un sensore ad infra-rossi, e permetterà così di intraprendere velocemente battaglie, scambi, e trasferire statistiche e il codice amico con un giocatore nelle nostre vicinanze.
La connessione Wireless invece ci permetterà di accedere alla "High Link", una modalità co-op in cui potremo esplorare la versione di Unova di un altro giocatore, per compiere missioni secondarie ed ottenere premi speciali.
La connessione tramite WiFi e con il C-Gear ci permetterà infine di accedere al Pokemon Global Link, un portale web con cui poter sincronizzare i dati registrati sulla scheda di Pokemon Nero o Bianco, per ottenere nuovi strumenti o Pokemon. Tramite questa connessione potremo infatti entrare nel "Dream World", un sito web dove incontreremo Pokemon della passata generazione con caratteristiche speciali. Giocando con loro ad alcuni minigiochi sulla webpage, saremo capaci di trasferirli successivamente in Pokemon Versione Nera e Bianca, catturarli ed utilizzarli infine nel gioco.
Oltre alle funzioni legate al C-Gear, il titolo vedrà il ritorno del Global Terminal, luogo in cui connettersi in rete per negoziare i trasferimenti di Pokemon. Non più legato ad un edificio di una sola città, il sistema GTS è ora presente in tutti i Pokemon Center delle città di Unova. Qui, oltre a scambiare i Pokemon, potremo ora intraprendere battaglie online contro perfetti sconosciuti da tutto il mondo, in tempo reale. Negli scontri con gli amici, invece, se disponiamo di un Nintendo DSi (o 3DS), potremo attivare l'Xtransceiver, un sistema di video-chat che supporterà fino a 4 giocatori in locale (anche se non ne capiamo l'utilità), e due giocatori online.

Pokemon Versione Nera / Bianca Pokemon Versione Bianca e Nera sarà probabilmente l'ultima edizione ad arrivare per Nintendo DS. Il titolo si presenta ricco di novità da ogni punto di vista. Il comparto grafico è stato completamente rivisto, sia durante le battaglie che nelle fasi esplorative. I Pokemon, in battaglia, si animano in maniera credibile e curiosa: ora i mostri saltellano in continuazione durante gli scontri, eseguono buffe animazioni, mentre zoom e cambi di inquadratura sottolineano i momenti più spettacolari degli scontri, rendendoli molto più interessanti e coinvolgenti. Un insieme di nuove funzioni che sfruttano le diverse tipologie di connessioni, sia locali che online, migliora ancora di più l'interattività con gli altri giocatori, un tratto da sempre distintivo per la serie. L'arrivo di Pokemon Versione Bianca e Nera è atteso per il 4 Marzo 2011: sarà il giorno in cui il modo di concepire un titolo di Pokemon verrà cambiato per sempre?