Anteprima Saints Row IV

I Saints sono tornati in un quarto capitolo all'insegna di alieni e superpoteri!

anteprima Saints Row IV
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Totalmente folle e completamente sopra le righe. Descrivere Saints Row IV senza scomodare i superlativi assoluti e i sinonimi di assurdo, pazzesco, incredibile è praticamente impossibile. Il prossimo videogioco firmato Volition (Red Faction, The Punisher, Saints Row) è ancora più allucinato del terzo, in una parola: fuori di testa. A occhio e croce dovrebbe essere pure divertente, ma non è roba per voi teorici di arte e videogiochi.
Per le sottili torture dei Non-disclosure agreement abbiamo dovuto tacere fino ad oggi per presentarvi le nostre prime impressione, ma ora possiamo andare a briglia sciolta e raccontarvi tutto quello che c'è da sapere su Saints Row IV, insieme a quello che ci hanno raccontato gli sviluppatori.

La guerra dei mondi (virtuali)

Parte del successo di Saints Row: The Third fu dovuto anche all'azzeccato supporto post-lancio composto da DLC attraverso cui sono stati aggiunti costumi sadomaso, pezzi di carrozzeria per il tuning e minigiochi come Sexy Kitten Yarngasm (!!) culminati infine con la missione aggiuntiva Ganstas in the Space, parodia di una certa fantascienza e del modo di fare cinema hollywoodiano.
Il successivo DLC piuttosto corposo sarebbe dovuto uscire a Settembre 2012 e intitolato Enter the Dominatrix, ma poi fu rimandato in corso d'opera. Molto semplicemente Volition stava sviluppando una quantità smisurata di idee dall'incontro tra i Saints, gli alieni Zinyak e una Steelport virtuale tanto da non riuscire a ficcarle tutte nello spazio concesso da un DLC.
Così THQ diede il via libera alla transizione da Enter the Dominatrix a Saints Row IV, poi confermata nella trasnizione da THQ a Deep Silver che ha rilevato brand e team di sviluppo per 22 milioni di dollari. Una transizione "totalmente indifferente" ci dicono i ragazzi di Volition...
Parliamo un po' della trama del quarto capitolo. I Saints hanno ormai sconfitto le altre gang, spodestato le corporation americane e conquistato la Presidenza degli Stati Uniti. L'avatar del giocatore sarà proprio l'uomo in comando della nazione guida dell'Occidente. Ma niente scrivanie o noiosi meeting internazionali, il momento è critico e la gente abbisogna di un leader che stia in mezzo a loro e risolva i loro bisogni. Ed eccolo quindi indossare il cilindro dello Zio Sam e una casacca a stelle e strisce per calarsi in strada a pestare alieni e nerd sfigati.
L'invasione da un altro pianeta ha trasformato per sempre la Steelport che conoscevamo. Ora la gente vive in una sua riproduzione virtuale e sembra non accorgersi di nulla. Una gigantesca astronave aliena si è piantata nel punto mediano della città e da lì ha ribaltato il quieto vivere della metropoli. Gli sviluppatori ci hanno confermato che l'estensione della Steelport virtuale è grossomodo la stessa di quella del terzo episodio, quindi ci aspettiamo il ritorno dei vari quartieri già esplorati, presentati però sotto una veste nuova.

Le due Steelport a confronto: il fascino elegante dei quartieri notturni in Saints Row: The Third (a sinistra) e quello distopico/post-apocalittico di Saints Row IV (a destra)

Quando passiamo a visionare uno spezzone di gameplay, beh, una risatina idiota si stampa sul nostro volto mentre ci vengono segnalate le novità di Saints Row IV. Il Presidente degli Stati Uniti di cui sopra (cioè il giocatore medesimo) si aggira per la città picchiando indiscriminatamente i propri concittadini. Prima ancora che una missione della trama ci vengono mostrate l'affilato armamentario per il perfetto cazzeggio: una pistola il cui laser ingrandisce le teste dei bersagli, a seguire il Lanciarazzi per seminare panico e distruzione agli incroci stradali e infine la clamorosa Dubstep Gun, il cui fascio emanato costringe persone e veicoli ad agitarsi come fossero in discoteca.
A proposito di veicoli. Oltre che sottrarre agli ignari pendolari le loro automobili (in Saints Row non è nemmeno necessario sventolare il distintivo di Chase McCain come in Lego City Undercover), i Saints potranno contare in qualsiasi momento sulla loro scuderia personale. Un buon inizio è rappresentato da un mastodontico Monster Truck dal cui piano superiore schiacciare alieni, gangsta e donne incinta prima di accettare la missione Mech Suit Mayhem, uno scontro nientemeno che con un emulo di Gundam.
Capitolo customizzazione. Come ben ricordano i giocatori di Saints Row: The Third ogni aspetto del proprio avatar era completamente personalizzabile, dall'arsenale al guardaroba, passando per anellini e tatuaggi. Il quarto capitolo introduce la possibilità di dare a ciascuna arma un look unico per esplicitare una volta di più il proprio stile inconfondibile: a titolo di esempio ci vengono mostrati una custodia per chitarra da cui spunta la canna di un fucile e un tenero orsetto dal cui "di dietro" fa capolino una bocca da fuoco. E questo è probabilmente solo l'inizio...
Abbiamo lasciato per ultimo il cuore pulsante del gameplay di Saints Row IV ovvero i superpoteri. Maturando esperienza il giocatore potrà sfruttare tutta una serie di abilità soprannaturali la cui giustificazione dovrebbe risiedere nella realtà virtuale a la Tron in cui il mondo di gioco è immerso. Per ora sono stati confermati i più ovvi come la Supervelocità, il Supersalto in stile Prototype, il Raggio congelante e la Telecinesi, ma dato il contesto sessualmente esplicito e politicamente scorretto del free roaming Volition il passo successivo dovrebbe essere almeno la vista a raggi X sotto i vestiti delle donzelle. Gli sviluppatori ci hanno inoltre confermato che l'uso dei superpoteri non preclude gli scontri a fuoco tra armi più convenzionali, ma il gameplay di Saints Row IV proporrà un buon mix tra le due situazioni di gioco e inviterà a combinarle tra loro.

Anche i Saints hanno paura!

Saints Row IV approderà su PC, Xbox 360 e Playstation 3. Naturalmente la demo visionata girava su un PC dalle specifiche tecniche non note. Il colpo d'occhio è discreto: appare palese come il motore grafico sia lo stesso che muoveva il predecessore, dimostrato sopratutto da una linea d'orizzonte poco dettagliata. Capiamo che si tratta di una scelta pressochè obbligata, ma temiamo circa la resa sulle console Microsoft e Sony che non potranno vantare la pulizia e la fluidità garantita dal PC: la varietà nel gameplay è il primo obiettivo per Volition, ragion per cui il giocatore deve poter fare tutto ciò che desidera in qualunque momento e il frame rate in primis deve concederglielo. Ci è piaciuto il comparto di animazioni, specie quelle degli attacchi fisici imparati da chissà quale wrestler, ben sottolineate dall'inquadratura ravvicinata.
Durante l'intervista abbiamo posto la domanda di rito sull'eventualità di un porting per la successiva generazione di console. La risposta è stata interessante: Volition aveva già supportato il lancio nordamericano di Playstation 2 con Summoner e le incognite dello sviluppo di un launch title ancora scottano i vertici della compagnia; il primo Saints Row per l'appunto comparve su Xbox 360 circa 9 mesi dal lancio e se la serie in sei anni ha collezionato ben quattro episodi, quella strategia di ritardare la pubblicazione si è rivelata vincente. Nella situazione attuale Volition dice di "aver timore di realizzare un videogioco di lancio" e non ha nessun piano al momento per la prossima generazione. Tuttavia nessuno consiglierebbe loro di dirottare Saints Row IV a Playstation 4, sarebbe da sciocchi deludere l'immenso bacino di giocatori divertiti da Saints Row: The Third costringendoli a comprare una nuova macchina da gioco.

Saints Row 4 Saints Row IV si è finalmente presentato ufficialmente. Deep Silver ha resistito un mese prima di svelare i piani futuri della licenza acquisita da THQ e poco sorprendentemente abbiamo a che fare con una versione ancora più folle di Saints Row: The Third. Il leader dei Saints è diventato Presidente degli Stati Uniti, governa una Steelport a realtà virtuale, deve proteggere i propri concittadini dall'invasione degli alieni Zinyak. Al fine di uscire vittorioso egli può contare su uno sterminato arsenale (ora personalizzabili nel look), mezzi di locomozione fuori di testa, un guardaroba tamarrissimo e dulcis in fundo un folto bagaglio di superpoteri. La rappresentazione grafica è discreta e crediamo al servizio del divertimento senza freni del giocatore, oltre che dei contenuti sessualmente espliciti (ancora non abbiamo visto i dildo da combattimento!) e quell'humour politicamente scorretto tipico di South Park e dei Griffin. Saints Row IV è atteso su PC, Xbox 360 e Playstation 3 il 23 di Agosto!

Che voto dai a: Saints Row 4

Media Voto Utenti
Voti totali: 33
7
nd