Resident Evil VII Oggi alle ore 21:00

Nuova puntata di Eternal Backlog: iniziamo Resident Evil 7!

Anteprima Shadowrun Returns

Kickstarter fa risorgere un altro storico brand

anteprima Shadowrun Returns
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc

Ben 23 anni fa, nel lontano 1989, Fasa Corporation lanciò sul mercato dei giochi da tavolo un gioco di ruolo cyberpunk dalla forte componente fantasy: Shadowrun.
Il successo del gioco da tavolo fu tale che bastarono pochi anni (1992) per vederne le prime trasposizioni videoludiche sulle console a 16 bit più popolari dell’epoca. Ovviamente stiamo parlando del Super Nintendo e del Sega Mega Drive.
Ognuna delle due versioni console era un titolo a sè con gameplay differenti. Ad esempio, la versione Sega proponeva un approccio aperto in stile sandbox con una visuale dall’alto simile a quella dei primi due GTA. Dal canto suo la controparte Nintendo offriva un mix tra avventura grafica e gioco di ruolo con una visuale isometrica finalizzata al maggior coinvolgimento dei giocatori per descrivere un mondo ricco di sfumature seppur in un ambiente più delimitato. Fu proprio la versione Nintendo quella ad ottenere le lodi di critica e pubblico segnando un momento indelebile nella storia dei videogame.
In seguito fu solo nel 2007 che uscì un fps ispirato alla serie sviluppato proprio da Fasa Interactive, ma si rivelò subito un flop e provocò le ire dei fan per aver abbandonato la forte impronta gdr che costituiva la colonna portante dei prequel.
Ebbene oggi la piccola sfotware house Harebrained Schemes ha ricevuto ben 1,8 milioni di dollari dagli utenti finanziatori di Kickstarter per riportare alle vecchie glorie questa bellissima serie, preparatevi dunque perché Shadowrun Returns è finalmente in via di sviluppo!

CYBERPUNK ORCHESCO

L’universo di Shadowrun è ambientato in un futuro fantascientifco gestito da oppressive corporazioni dove umani, orchi, elfi, troll, nani e vampiri convivono e si combattono in una società nella quale la legge del più forte regna sovrana.
I giocatori rivestono i ruoli degli Shadowrunners (corridori delle ombre), mercenari che combattono per denaro, per una causa o semplicemente perché amanti del pericolo esplorando città e luoghi che ricordano quelli visti nel film cult Blade Runner. Si tratta di una visione unica nel suo genere dove tecnologia e magia si scontrano in una dicotomia dove da una parte la scienza tenta di studiare e spiegare il soprannaturale e dall’altra la religione ed i miti del passato trovano nuovi fondamenti e linfa vitale.
Tra le fila del team di programmazione siamo davvero lieti di notare diversi nomi che hanno partecipato allo sviluppo dei capitoli su Sega e Snes. Tra questi il più importante è sicuramente Jordan Weisman, creatore degli originali e Lead Designer di questo seguito.
L’intenzione del progetto è quella di riproporlo fedele ai punti cardine della serie. Avremo quindi un ritorno al classico 2D con relativa visuale isometrica dall’alto “simile a quella vista in titoli come Ufo: Enemy Unknown” a detta di Weisman. Tuttavia, a differenza dei suoi predecessori, Shadow Returns vanterà un sistema di combattimento basato sulla modalità a turni dove il parco eroi e le abilità di numersosi personaggi, quali magie e armi da fuoco, permetteranno ai giocatori di sbizzarrirsi nello sviluppo di una propria strategia. Non mancheranno di certo i numerosi elementi esplorativi che sono stati apprezzati nel capitolo Snes, come la collezione di prove, l’interazione con i png e l’hacking di sistemi informatici. Dunque l’intenzione è quella di mantenere come elemento chiave l’esplorazione che ha caratterrizzato i suoi precedecessori, mentre il giocatore prenderà mano a mano confidenza con questo bizzarro mondo futuristico, sposalizio tra il genere sci-fi e quello fantasy.
La trama prenderà di nuovo piede nel 2150 proprio come nel titolo originale e l’ambientazione principale sarà costituita ancora una volta dalla città statunitense Seattle ed è intenzione degli sviluppatori ricostruire fedelmente alcune zone della città. Ancora si sa poco della trama e delle altre location, ma recentemente gli utenti hanno potuto scegliere quale sarà la seconda città che andranno a visitare durante il corso delle loro partite e come risultato è spuntata fuori Berlino. Inoltre per festeggiare il superamento degli 1,5 milioni di dollari ricevuti Jordan ci fa sapere che verrà sviluppata un'apposita missione pensata appositamente per i fan. Questo

"L’intenzione del progetto è quella di riproporlo fedele ai punti cardine della serie. Avremo quindi un ritorno al classico 2D con relativa visuale isometrica dall’alto simile a quella vista in titoli come Ufo: Enemy Unknown"

contenuto fungerà da collegamento tra il capitolo Sega e Nintendo. Infatti le versioni contenevano trame basate su fatti e personaggi differenti dove nel primo si impersonava un uomo disposto a tutto pur di vendicare la morte del fratello, mentre nel secondo il protagonista si sveglia nella cella frigorifera di un obitorio in preda ad una completa amnesia.
La missione inizialmente sarà disponibile solo per i “backers” (finanziatori) di Kickstarter e successivamente potrà essere giocata anche dal resto dell’utenza.
Per ciò che concerne il comparto multiplayer, Weisman si sbottona affermando di voler “focalizzare le proprie risorse nella modalità in giocatore singolo per poter offrire la migliore esperienza possibile” e quindi di tralasciare totalmente quest’aspetto.
Dal punto di vista sonoro i primi due Shadowrun erano molto apprezzati per le loro tracce musicali e grazie ai finanziamenti ricevuti i fan saranno molto felici di sapere che Marshall Parker e Sam Powell, autori della colonna sonora originale dei capitoli su console, torneranno ancora una volta ad orchestrare il comparto audio.

Shadowrun Returns Un altro interessante progetto riceve un bel “calcio” di quasi 1,8 milioni di dollari, dando il via al seguito di uno dei migliori titoli presenti nel parco Super Nintendo. Anche questa volta non c’è un gruppo amatoriale che ne segue lo sviluppo, ma persone capaci che hanno già avuto modo di farsi valere nel mondo videoludico lavorando sia ai prequel di questa saga che a molti altri titoli di rilievo. Dalle dichiarazioni fatte, Shadowrun Returns manterrà i suoi punti di forza grazie ad un’ambientazione unica e particolare che ha fatto breccia nel cuore di molti giocatori alternando fasi esplorative che ricordano quelle di un’avventura grafica, a combattimenti a turni (unica ma gradita variazione sul tema). Infine vi ricordiamo che il titolo è previsto per il 2013 nelle versioni PC, Mac e Linux

Che voto dai a: Shadowrun Returns

Media Voto Utenti
Voti totali: 11
7.5
nd