Hearthstone Adesso online

Seguiamo in diretta le fasi finali del Winter Championship!

Anteprima Shin Megami Tensei X Fire Emblem

Nintendo mostra per la prima volta il gameplay del cross-over tra le saghe di Shin Megami Tensei e Fire Emblem in esclusiva Wii U. Nuova serie JRPG o delusione j-pop à la Final Fantasy X-2?

anteprima Shin Megami Tensei X Fire Emblem
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Wii U
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Cosa avreste detto di un Fire Emblem J-pop qualche anno fa? Bleah, probabilmente: come si può contaminare un medioevo purissimo ed ultra-classico con il Giappone metropolitano, vocaloid e colori acidi? E' come fondere il fantasy à la Game of Thrones con i videoclip glitterati di Kate Perry: un connubio anche difficile da immaginare!
Ma si sa, quei marpioni nipponici hanno fantasia da vendere. Basta svestire le protagoniste femminili, applicare qualche orpello in più alle armature dorate et voilà, il (video)gioco è fatto, Final Fantasy X-2 è pronto! Ehr...
All'E3 2015 Nintendo ha presentato per la prima volta il risultato congiunto di Intelligent System ed Atlus, svelando alcuni dettagli narrativi, così come un primo filmato di gameplay in cui si sono viste alcune ambientazioni ed una manciata di combattimenti: un bel regalo agli appassionati di JRPG occidentali (confermando al 100% l'uscita fuori dai confini nipponici), sebbene ancora manchi un titolo ufficiale per l'Europa.


J(Pop)-RPG

L'intera avventura si svolge nella moderna Tokyo, incluso il quartiere di Shibuya con i suoi incroci, per cui i designer dagli occhi a mandorla sembrano avere da sempre una predilezione. Il giocatore può muoversi liberamente lungo il quartiere, inclusi alcuni edifici interni come un Convenience Store, sebbene la telecamera statica appaia più come una semplificazione del lavoro per il team di sviluppo che una precisa scelta stilistica atta a far risaltare determinati angoli e sottolineare le tonalità pastello. Le location di gioco coprono diversi quartieri della capitale nipponica come Shunjuku ed anche edifici caratteristici come il centro commerciale d'alta moda Shibuya 109.
Itsuki Aoi sarà il vostro alter ego ed è un fan sfegatato della pop-idol Kiria Kurono. Dopo mesi di attesa finalmente è a Tokyo per poter assistere ad un suo show live. Benvenuti nel rutilante sottobosco delle idol usa e getta e di Hatsune Miku, cantante virtuale: gli sviluppatori hanno preso la cosa molto sul serio e per ogni esibizione della cantante hanno scritto una canzone ad-hoc, pensato una coreografia e disegnato il tutto come un anime. C'è anche un sistema di messaggistica interno, attraverso il quale si possono inviare e ricevere messaggi dagli altri personaggi non giocanti: lo schermo del gamepad riproduce in tutto e per tutto una chat testuale, in tempo reale appaiono commenti che riguardano le proprie performance sulla Main Story oppure sulle Side Quest, aiutando sia a ricapitolare gli eventi (meglio del verboso spiegone) sia a contestualizzare meglio l'atmosfera di gioco. Ci sarà qualche interazione con il Miiverse?

Tutto molto bello, se non fosse per il fatto che al termine dell'esibizione il cielo si scurisce, i colori si spengono ed una serie di portali si aprono sulle pareti esterne dei grattacieli. 6 per l'esattezza, uno per ogni dungeon che il giocatore può esplorare; ciascuno riprende alcuni edifici celebri di Tokyo, come ad esempio night club o grandi magazzini, ma ne ribalta l'estetica facendo di esso un luogo dark e perverso, popolandolo di spettri qui denominati Mirage.
Il sistema di combattimento è a turni, senza ibridazione di sorta con elementi action. Esso riprende sia elementi del Triangle System di Fire Emblem, sia il sistema di Weakness di Shin Megami Tensei: ogni nemico ha una certa debolezza verso una delle 3 tipologie di armi a disposizione, sta al giocatore individuarla e scoprire quale dei personaggi nel proprio party è più efficace. La profondità del battle system dipende in larga parte dalle Session Route, combo/attacchi speciali che coinvolgono il giocatore ed i suoi alleati, ma sicuramente ci sarà qualcosa d'altra per rendere ogni battaglia differente dalla precedente.

Tokyo Mirage Sessions #FE Fire Emblem X Shin Megami Tensei non è come avevamo immaginato inizialmente un incrocio tra i due mondi/saghe, quanto piuttosto un JRPG molto simile ai Persona dove gli eroi Atlus e quelli Nintendo si mischiano. Sopratutto i secondi perderanno tuniche ed armature per ricoprire ruoli maggiormente inquadrati nella società moderna, come cassiere, La mano di Atlus è potente ed il suo stile preponderante: il contributo dei designer di Intelligent System appare minimo. Sotto sotto questo titolo, la cui pubblicazione occidentale è stata più volte confermata, sembra più un modo per rimediare alla pubblicazione di Persona 5 in esclusiva sulle console Sony, piuttosto che l'occasione per sperimentare con il gameplay e l'eredità di 2 serie molto apprezzate in Giappone. Ma se la storia, che unisce il mondo reale e la scena musicale nipponica con una dimensione oscura popolata dagli spettri noti come Mirage, sarà intrigante e ben scritta, chi siamo noi per opporci ad una doppia razione di giochi di ruolo made in Atlus?

Quanto attendi: Tokyo Mirage Sessions #FE

Media Hype Utenti
Voti Hype totali: 7
75%
nd