What Remains of Edith Finch Oggi alle ore 16:00

Giochiamo in diretta con questa avventura dalle tinte oscure

Anteprima Shootmania Storm

Shooter atipici crescono

Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
 Roberto de Luca Roberto de Luca scopre il meraviglioso mondo dei videogame quando nel 1996 suo padre gli regala una Playstation nuova fiammante. Grande appassionato di qualsiasi cosa riguardi gli zombie, adora gli sparatutto in soggettiva, i tatuaggi ed il buon vino. Lo potete trovare su Facebook e su Google Plus.

Non è la prima volta che si sente parlare di Shootmania Storm, atipico FPS in esclusiva per il mercato PC, partorito dalle stesse menti che hanno portato sugli scaffali Trackmania. Nel lontano 2003 ci fu un timido annuncio da parte di Nadeo, ed un piccolo evento con la possibilità di provare una versione pre-alpha del gioco, che già lasciava abbondantemente intuire le caratteristiche del titolo. Da pochi giorni Ubisoft ne ha ufficializzato l'uscita, permettendoci di apprendere le primissime informazioni sulla produzione. Immerso nel più classico dei panorami sci-fi, con laser letali, mappe concentrate ed una squadra rossa in perenne conflitto con quella blu, Shootmania Storm prende fortemente spunto dal collega Trackmania, grazie alla possibilità di personalizzare praticamente qualsiasi aspetto del mondo di gioco, dalle mappe fino ad arrivare alle regole di ogni partita. Il tutto sarà messo in rete attraverso il ManiaPlanet, un ingegnoso social network ideato dalla stessa Nadeo, che vi permetterà di pubblicare le vostre creazioni e condividerle con gli altri utenti.

Divertimento in prima persona

Le modalità di gioco presentate fin'ora sono due: "Battle Arena" e "Joust". Nella prima due squadre si contenderanno il dominio assoluto della mappa, cercando di conquistare lentamente la bandiera avversaria finché la percentuale di completamento non arriverà al massimo. Fin qui Shootmania non si distacca minimamente dal più classico degli FPS online; ma è proprio il marchio di cui si fregia il titolo a fare la differenza ed offrire al giocatore qualche gustosa novità in un gameplay ormai conosciutissimo.

"Il ManiaPlanet rappresenterà la chiave del possibile successo o fallimento, e sarà quindi fondamentale che risulti immediatamente funzionale e privo di imbarazzanti difetti."

Tutte le mappe di gioco saranno ricche di particolari piattaforme -completamente personalizzabili- che garantiranno bonus e armi temporanee ai giocatori. In una specifica mappa ad esempio, le bandiere saranno circondate da cosiddetti "rail blocks", capaci di dare istantaneamente in dotazione un railgun a chi ci fosse posizionato sopra. Questi aspetti aumenteranno in maniera sostanziale la difficoltà nella conquista del territorio avversario, impedendo attacchi a testa bassa per non incorrere in una morte istantanea. Le piattaforme potranno essere utilizzate in qualunque punto della mappa, a discrezione del giocatore, ed ognuna permetterà di usufruire di specifiche abilità o power-up. La velocità di creazione e l'enorme numero di possibilità dovrebbero consentire una sperimentazione in-game senza precedenti in un FPS, che senza dubbio stravolgerà le regole di base, implementandone di nuove continuamente. Anche le armi, naturalmente, avranno il loro giusto peso nella produzione; ogni giocatore partirà con un lanciarazzi dalla devastante potenza di fuoco ma con soli quattro colpi. I razzi saranno molto lenti e facilmente evitabili, fattore che, unito alla cronica mancanza di munizioni, spingerà molto presto a cercare nuove bocche da fuoco - sempre disponibili in appositi punti tattici.
Riguardo al gameplay alcuni dei comandi vengono presi direttamente da titoli blasonati come Quake III Arena, dandoci ad esempio la facoltà di saltare con il tasto destro del mouse, la cui pressione prolungata farà poi scattare un breve sprint regolato dalla barra della stamina. Una configurazione che perde parte del suo fascino d'antan con l'introduzione della chat di gioco attraverso la barra spaziatrice, un bind inusuale che speriamo si possa riconfigurare a piacere.

Shootmania Storm potrebbe sembrare un gioco frenetico, dove l'abbandono di ogni tatticismo è voluto e necessario, a causa della velocità del gameplay e della semplicità d'esecuzione di qualsiasi comando. Il titolo Nadeo è senz'altro basato sulla bravura del giocatore (sicuramente i più navigati si troveranno a loro agio) e sulla prontezza di riflessi, ma grazie alla varietà delle mappe e alle innumerevoli situazioni differenti, si rivelerà terreno fertile per articolate tattiche di squadra, dove il corretto bilanciamento tra attacco dirompente e difesa tempestiva sarà la chiave per avere la meglio. Ogni mappa presenterà un approccio tattico differente e il vostro stile di gioco potrà subire svariati cambiamenti nel corso della stessa partita prima di trovare quello vincente. Ne è il perfetto esempio l'altra modalità di gioco -Joust- che schiererà due giocatori uno contro l'altro (come nel più classico dei tornei medievali) all'interno di un labirinto nel quale saranno presenti due bandiere. Ogni giocatore, per ricaricare la propria arma, dovrà necessariamente toccare la bandiera avversaria; entrambi saranno così obbligati a rincorrersi, facendo tesoro delle poche munizioni di base ed adottando strategie estreme pur di portarsi a casa la vittoria.

Il ritorno di ManiaPlanet

L'avvento di ManiaPlanet 2.0, il software che permetterà la totale connessione tra gli utenti dando l'opportunità di mettere alla portata di tutti le proprie creazioni, sarà pronto in concomitanza all'uscita di Shootmania Storm. Con un'interfaccia volutamente simile a Facebook, ManiaPlanet permetterà anche di eseguire "funzioni social" come taggare gli amici nelle classifiche che vi vedono protagonista, raccomandare determinate creazioni particolarmente meritevoli e seguire un certo numero di attività promosse da Nadeo, tra le quali figura addirittura la condivisione della musica. Il sistema sarà aperto e i contenuti a discrezione dell'utente, che sarà direttamente responsabile per quanto che pubblicherà in rete.
Con la possibilità di creare un numero infinito di mappe, applicazioni e modifiche al gameplay stesso, Shootmania Storm tenterà di cambiare le stanche prospettive degli sparatutto online, stravolgendo le regole alla base di ogni FPS. ManiaPlanet rende il tutto accessibile a qualsiasi giocatore, grazie ad un editor semplice e bilanciato che permette di sperimentare le proprie creazioni istantaneamente, esattamente come è accaduto per Trackmania che in pochi anni è diventata una solida realtà videoludica ed uno dei maggiori successi per PC degli ultimi tempi.

Shootmania Storm Non è detto che Shootmania Storm ripercorrà lo stesso straordinario successo dell’alter-ego su ruote (dopotutto la community FPS è ben diversa da qualsiasi altro gruppo videoludico), ma grazie ad un’estrema accessibilità del sistema di editor e le innumerevoli possibilità che ne scaturiscono, Nadeo ha l’occasione di rivoluzionare i canoni classici degli shooter, pur mantenendo lo spirito originale dell’online gaming vecchia scuola. Il ManiaPlanet rappresenterà la chiave del possibile successo o fallimento, e sarà quindi fondamentale che risulti immediatamente funzionale e privo di imbarazzanti difetti, consentendo alla community di sperimentare e proliferare in accordo alle possibilità garantitegli dagli sviluppatori. Restiamo quindi in attesa di nuove informazioni, soddisfatti di quanto visto fin’ora e ansiosi di poter mettere mano su una versione di prova ricca di maggiori contenuti.

Che voto dai a: Shootmania Storm

Media Voto Utenti
Voti totali: 10
8
nd