Anteprima Sorcery

Il magico titolo Move cambia faccia

anteprima Sorcery
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Ps3
 Roberto de Luca Roberto de Luca scopre il meraviglioso mondo dei videogame quando nel 1996 suo padre gli regala una Playstation nuova fiammante. Grande appassionato di qualsiasi cosa riguardi gli zombie, adora gli sparatutto in soggettiva, i tatuaggi ed il buon vino. Lo potete trovare su Facebook e su Google Plus.

Nell’ormai lontano E3 2010 di Los Angeles una Sony particolarmente fiera mostrò al mondo una serie di videogiochi esclusivi che avrebbero sfruttate le vere potenzialità del Playstation Move, il celebre controller di movimento. Tra questi risaltava Sorcery, “magico” action in terza persona che aveva colpito positivamente il pubblico non solo per le ambientazioni fantasy estremamente curate, ma anche una notevole precisione nei controlli a distanza, grazie ai quali il giocatore era capace di lanciare spettacolari incantesimi e stregonerie contro i nemici. Se poi aggiungiamo la possibilità di esplorare dungeon e la capacità di creare pozioni magiche dagli esiti esilaranti, si può ben capire perché agli albori del Move questo titolo era seguito con particolare attenzione. Per circa un anno però, Sony non ha più rilasciato alcuna notizia riguardo lo sviluppo di Sorcery, lasciando ipotizzare ai più pessimisti un possibile abbandono del progetto. Dopo un breve comunicato a Giugno di quest’anno nel quale si spiegava che il gioco Dealspawn era ancora in cantiere, pochi giorni fa, a sorpresa, ecco che Sorcery riappare con un nuovo annuncio, una nuova data d’uscita ed un nuovissimo trailer. Ecco le nostre impressioni.

Maghi poco Cresciuti

E’ evidente il cambiamento sostanzioso che i programmatori hanno voluto apportare alla loro esclusiva, a partire da piccole modifiche effettuate sul protagonista per arrivare ad uno stravolgimento parziale del modo di gioco e dei suoi abitanti. Le ragioni sono chiare: nel 2010 a Los Angeles Sorcery aveva sì colpito il pubblico per la propria completezza, ma aveva dato l’impressione di essere un titolo per i giovanissimi, molto elementare e con una profondità poco marcata. Molte delle ambientazioni erano al chiuso (probabilmente per favorire l’utilizzo del Move contro i nemici che, non potendo muoversi in spazi ampi, sarebbero stati più facili da colpire) e gli stessi tratti delle creature nemiche erano cartooneschi, quasi come se volontariamente si fosse cercato di irretire i neofiti. Con il nuovo trailer Dealspawn ha stravolto tutto. L’apprendista mago che ci troveremo a comandare è adesso un ragazzo adulto che affronterà un’avventura piena zeppa di pericoli. Gli ambienti sono vasti e aperti, consentendo sia al giocatore che ai nemici spazi di manovra più ampi e varie strategie d’attacco, qualora si presentasse l’occasione. Non solo, ma anche graficamente Sorcery è cambiato parecchio: lo stile scanzonato e innocente dei primi filmati lascia il posto ad una maggiore crudezza e ad una più evidente rifinitura dei modelli poligonali. Orchi, fantasmi e cavalieri oscuri sono esseri malvagi che si opporranno con qualsiasi mezzo alla prosecuzione del nostro cammino; ciò vuol dire che i combattimenti non saranno affatto semplici come si poteva dedurre all’inizio. Oltre ad evocare i giusti incantesimi (i nemici, come in un qualsiasi action rpg che si rispetti, avranno debolezze e resistenze) dovremo anche evitare con probo tempismo i feroci e pericolosi attacchi. Le magie a nostra disposizione saranno moltissime e utilizzeranno i poteri dei quattro elementi: fuoco, acqua, terra e aria. Un po’ scontato forse, ma sicuramente d’effetto considerano le piroette che dovremmo riprodurre con il nostro Move in salotto, per far sì che l’incantesimo abbia la potenza richiesta.

Il potere degli elementi

Sony ha presentato recentemente una demo di Sorcery in quel di New York, per fare il punto sulla nuova direzione del progetto.
Una volta impugnato il Move ci si sarebbe ovviamente aspettati una più che precisa riproduzione dei nostri movimenti su schermo, ma sfortunatamente il titolo non è ancora così infallibile come lasciava dedurre. Per fortuna la periferica di movimento può essere utilizzata anche come semplice pad, settando a dovere levetta e pulsanti e utilizzandoli alla stessa maniera. Sorcery è infatti un’esclusiva per Playstation Move, ma non è necessario avvalersi esclusivamente del movimento fisico (ovviamente sappiano i puristi del pad che molto del divertimento potrebbe svanire). Sfruttando i controlli motori, ogni magia a disposizione avrà un attacco secondario che potrà essere evocato modificando leggermente il movimento della nostra bacchetta magica. La spettacolarità di alcuni incantesimi, soprattutto quelli a lungo raggio come il muro di fiamme o il vortice, è di altissimo livello e lascia il giocatore piacevolmente colpito da una cura grafica tanto certosina. Sorcery regala al giocatore anche qualche spruzzatina di RPG, con la possibilità di mescolare tra loro magie di seme differente per creare in questo modo un potere d’attacco che avrà davvero pochi rivali. Evocando una barriera di fuoco per tenere il nemico a debita distanza, ad esempio, ci si potrà lanciare attraverso un dardo magico, il quale diventerà una vera e propria palla infuocata capace di danneggiare pesantemente i nemici. Gli incantesimi che utilizzano il ghiaccio non sono certo meno potenti: una volta lanciati contro l’avversario, questo rallenterà di molto, e se continueremo il nostro attacco vedremo che pian piano tutto il suo corpo verrà ricoperto di ghiaccio ed esso verrà completamente congelato, incapace di compiere il minimo movimento. A quel punto basterà un colpo per assestato per mandarlo in frantumi! Infine è poderoso anche il potere del vento, e anch’esso può essere combinato con gli altri: richiamando un vortice è possibile guidarlo attraverso le fiamme, con risultati che potrete bene immaginare. Insomma, Sorcery vanta un vasto repertorio di magie e combinazioni tra esse, che di sicuro rende il titolo molto più profondo di quanto ci potessimo aspettare. Non manca qualche piccolo enigma di routinePoco ancora si sa riguardo il plot narrativo che per il momento è molto generico. Abbiamo notato che l’apprendista è spesso seguito da un gatto bianco che comparirà in un punto preciso della storia, ma è stato inutile cercare di estrapolare ulteriori informazioni riguardo il ruolo effettivo del pallido felino.

Sorcery Rimaniamo soddisfatti della piega che i programmatori hanno fatto prendere (un po’ a sorpresa) a Sorcery, rendendolo di sicuro un titolo appetibile ad una fetta di utenti molto più larga di quanto ci si potesse aspettare all’inizio. Le differenze si notano, eccome: a partire dalla vastità degli ambienti di gioco fino ad arrivare ai frenetici combattimenti con mostri di ogni genere, Sorcery si diletta con l’utilizzo del Playstation Move in un tripudio di magia e azione che può far impallidire il più allenato degli alunni di Hogwarts, portando il divertimento alle stelle. C’è ancora qualche piccolo ritocco da fare, ma il tempo non è agli sgoccioli e siamo sicuri che il prodotto completo riuscirà nella missione che sotto sotto vuole essere il vero obiettivo da centrare: far desiderare il Move a chi ha sempre snobbato questo tipo di periferiche.