E3 2013

Anteprima South Park: The Stick of Truth

All'E3 abbiamo osservato attentamente una nuova demo del videogioco di South Park

anteprima South Park: The Stick of Truth
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • Pc
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

South Park: The Stick of Truth se l'è vista brutta. Il videogioco ispirato alla serie tv di Trey Parker e Matt Stone più interessante di sempre, rischiava di non vedere mai la luce...intrappolato com'era nell'asta di THQ a inizio anno. Le belle premesse, sopratutto concernenti la trama e il look grafico, potevano crollare miseramente qualora nessuno si fosse aggiudicata l'IP. 3 milioni di dollari sono bastati a Ubisoft per aggiungere l'RPG in sviluppo presso Obsidian Entertainment alla propria nutrita line up.
Proprio in occasione dell'E3 conclusosi da pochissime ore, siamo riusciti a visionare una demo di 15 minuti estrapolata dalle prime ore di gioco. L'humour tipico dello show animato ai limiti del volgare condito con una interessante panoramica del sistema di combattimento hanno allietato la presentazione tenutasi al booth Ubisoft.

Un nuovo ragazzo in città!

A South Park c'è un nuovo bambino. I ragazzi delle scuole elementari lo chiamano semplicemente New Kid. Come inizia a fare amicizia con i bambini del vicinato, si ritrova fino al collo all'interno di un gioco di ruolo dal vivo. Due fazioni, l'una capeggiata da Cartman il panzone, l`altra dall'ebreo Kyle, si contendono un oggetto dalla magia spropositata, il Bastone della Verità. A prima vista diremmo sia un semplice legnetto, in realtà è l'arma per cui le due fazioni hanno scatenato una guerra.
Lo scorso anno avevamo intravisto l'inizio del gioco, il cui climax coincideva con la sparizione non si sa per mano di chi del bastone. Cartman rimpalla la responsabilità a Butters e ai propri sottoposti, ma in cuor suo sa già che sono stati gli elfetti della quarta elementare ad averglielo sottratto sotto il naso. Costoro si arroccano all'interno della scuola elementare: l`edificio color giallo vomito è un fortino in cui è difficile entrare e ancora più difficile da esplorare inosservati.
Proprio con un tentativo di intrufolarsi all'interno da parte della coppia Butters-New Kid ha inizio la demo visionata qui a Los Angeles...

Di peti e suoi sinonimi

La scuola elementare di South Park è un luogo familiare a chiunque abbia visto qualche episodio della serie animata. La classe dove il signor Garrison insegna, la mensa dove i bambini complottano, i bagni dove quelli delle Medie pestano i più giovani e i corridoi di fronte agli armadietti personali. di sicuro, però, non l'avrete mai vista in rovina e devastata come in South Park: Stick of Truth, invasa com'è da ragazzini con posticce orecchie a punti per somigliare ad Elfi.
L'esplorazione dei locali non è affatto fine a sé stessa. La prima cosa che balza all'occhio è l'elevato grado di interattività con lo scenario circostante: tanto per fare un esempio, è possibile neutralizzare due sentinelle senza nemmeno ingaggiare il combattimento, basta colpire prima un tubo idraulico e poi sganciare dal soffitto le luci al neon per creare un mix letale capace di stordirle. Anche se il percorso da seguire è lineare (mica stiamo giocando a Thief!), la varietà non manca e un attimo dopo un incantesimo rimpicciolisce il protagonista e Butters, così da consentire loro di transitare dalle tubature e piombare addosso ad un altro ragazzino. Sorpreso com'è, egli sviene in men che non si dica: due combattimenti evitati! Non sappiamo se tale modo di agire è lasciato all'intenzione del giocatore (visto che siamo in un RPG un po' di grinding è d'uopo) oppure se è una costrizione del level design; in ogni caso, un simile approccio ci pare quantomeno non banale...

Certi combattimenti non si possono evitare. Nell'atrio d'ingresso c'è Stan, l'amicone di Kyle, intento a manovrare una catapulta e scagliare palle di fuoco contro i personaggi. Lo scontro prende piede di lì a poco. Stan evoca al proprio fianco il cane Sparky, poi attacca con Way of the Sword, spadate a profusione sottolineate da kiha e watta. Il New Kid, la cui classe in questo walkthrought è il mago, risponde evocando un petardo di Capodanno, definito con sarcasmo Dragon's Breath. Butters sta sulla difensiva, pronto a sfoderare un incantesimo curativo gusto violetta come piace a lui!
La visuale laterale anche durante i combattimenti richiama ovviamente alla mente la serie Paper Mario. Accostamento azzeccato: gli stessi attacchi necessitano di una pressione al momento giusto per incrementare il proprio danno. Talvolta non si tratta soltanto di premere il tasto giusto al momento giusto, ma di sviluppare una combo associando magari una direzione e la pressione di un tasto frontale. Non vi è di contro alcuna possibilità di schivare l'attacco nemico, come invece accade nei giochi di ruolo di Mario.
Dopo aver sconfitto Stan, una cut scene introduce la rivalità tra Cartman e Kyle. Al giocatore spetta quindi la scelta di stare dall'una o dall'altra parte: lo sviluppatore di Obsidian sceglie il druido in carne, che durante tutto il combattimento impreca come solo lui sa fare e chiama il New Kid "scemo". L'epica (?) battaglia ha termine in maniera inattesa: Cartman si cala i pantaloni e da fuoco al proprio peto. La fiammata lambisce il suo avversario, che risponde a sua volta con una sostenuta puzzetta. Avete presente i combattimenti in Dragonball, in cui due raggi scagliati all'unisono si incontravano a metà strada e si neutralizzavano a vicenda? Ecco, la sensazione che abbiamo avuto è praticamente la stessa, solo un filino più acre!
Già prima in ogni caso, l'enfasi sulle scoregge ha dominato la demo giocata di fronte ai nostri occhi, per la gioia di qualche becero americano che difatto sghignazzava a denti stretti. Dare fuoco al proprio olezzo prodotto dall'orefizio posteriore strappa sì una risata la prima volta, ma osservare una rassegna di peti non incontra i nostri gusti. E probabilmente non rende nemmeno giustizia all'umorismo più sagace dello show animato. Ma forse anche sparare a tutto spiano peti è solo uno degli approcci che si possono tenere...

Come già sappiamo, Trey Parker e Matt Stone hanno dato il via al progetto solo quando Obsidian ha proposto loro una veste grafica bidimensionale in linea con lo stile inconfondibile dello serie televisiva. L'ennesima demo da noi visionata riconferma l'incredibile fedeltà alla fonte di ispirazione originaria, ma si spinge anche oltre: ad esempio, riproducendo per la prima volta la cittadina del Colorado nelle esatte proporzioni ed estensione. Un'operazione spremimeningi tentata in Italia dallo staff creativo di Diabolik con la mappa di Clerville, e ora affrontato anche dal duo di creatori. Dal punto di vista ludico speriamo sopratutto che la mappa sia liberamente esplorabile in lungo e in largo, che non ponga costrizioni al giocatore e che sopratutto sia zeppa di side quest che esulino per un attimo dalla storyline principale e ci facciano conoscere uno per uno gli stralunati eroi già visti nello show televisivo!

South Park: Il Bastone Della Verità La demo di South Park: Stick of Truth ha termine con un piccolo spoiler, l'apparizione del villain. E' nientemeno che l'anonimo Clyde Donovan, il quale invece che salvaguardare il Bastone della verità per conto di Kyle se l'è portato a casa e ora minaccia una lotta su larga scala. Il primo segnale di avvertimento è in un video dal sapore terroristico: egli revitalizza un magrissimo cane praticamente agonizzante con un liquido probabilmente nucleare. Il cane si alza su quattro zampe ed alza la mano destra in segno di saluto al Fuhrer. South Park: The Stick of Truth convince sopratutto per la sua comicità e lo humour perfettamente aderente ai canoni dello show animato. Dal punto di vista del gameplay risultano vincenti sopratutto la varietà dell'esplorazione e la curiosa interazione con lo scenario, mentre i combattimenti in stile Paper Mario sono sì intriganti ma abbiamo bisogno di mettere le mani sopra per farci un'idea più convincente. Ubisoft pubblicherà il gioco su Xbox 360 e Playstation 3 quest'Autunno. La data di uscita non è stata rivelata, ma con ogni probabilità dovrebbe coincidere con l'inizio americano della Stagione 16.

Che voto dai a: South Park: Il Bastone Della Verità

Media Voto Utenti
Voti totali: 128
7.5
nd