Anteprima Super Smash Bros

Tantissimi nuovi dettagli sulla rissa Nintendo provenienti dal Nintendo Direct e non solo...

anteprima Super Smash Bros
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • 3DS
  • Wii U
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Super Smash Bros è un videogioco ricchissimo di contenuti, ricercato dal punto di vista ludico, enciclopedico di quello che è ed è stata Nintendo. Per sviluppare i prossimi due episodi della serie (uno su Nintendo 3DS, l'altro su Wii U) Masahiro Sakurai si è trincerato da almeno 3 anni presso i Bandai Namco Studios di Tokyo, edificio dalla curiosa forma trapezoidale: a giudicare dai suoi editoriali che compaiono ogni settimana su Famitsu lui non è solo il più vecchio tra il centinaio di game designer che lavorano sui due titoli, ma tiene anche a supervisionare ogni aspetto del videogioco...trascorrendo per forza di cose molte notti in ufficio.
Il recente Nintendo Direct ha veicolato oltre 40 minuti di Super Smash Bros, la punta dell'iceberg di questo duro ed indefesso lavoro. Il titolo uscirà nel corso dell'Estate su Nintendo 3DS, mentre sotto Natale su Wii U. Gli ultimi mesi di lavoro come al solito sono cruciali, ma sin da ora stando al lungo Nintendo Direct e agli aggiornamenti quotidiani via Facebook la qualità non sembra mancare.
Gli aggiornamenti di questi ultimi giorni sono stati copiosi e corposi: ecco perchè abbiamo deciso di raggrupparli all'interno di un'unico articolo!

3DS o Wii U?

La scelta che si pone immediatamente ai giocatori ricade nella decisione di far propria la versione portatile o quella casalinga. A dire il vero gli elementi comuni non sono moltissimi: entrambe le versioni avranno gli stessi personaggi, quindi è lecito attendersi un bilanciamento ed un sistema di combattimento simile; inoltre la struttura del multiplayer online (vedi sotto) ricalca le medesime caratteristiche, distinguendo tra gioco con gli amici e con gli sconosciuti.
Le differenze di contro non sono poche: sul più piccolo schermo del Nintendo 3DS la grafica è in cel shading con contorni di lottatori e scenari, mentre l'edizione Wii U ha un tono più dettagliato e texture meglio definite. Le modalità dovrebbero differenziarsi tra le due versioni: quella portatile ha in esclusiva l'Avventura Smash multigiocatore (ne parliamo più avanti), mentre ancora tutto tace su quale approccio ha scelto Sakurai per il single player.
Infine, le arene saranno alquanto diverse tra le due versioni. Alcune appariranno solo nell'edizione portatile e altre solo in quella casalinga, alcune serie saranno rappresentate in entrambe ma con stage alquanto diversi (The Legend of Zelda ad esempio è su Nintendo 3DS con uno stage ispirato a Spirit Track, mentre su Wii U con la Skyloft di Skyward Sword), altre volte uno stage sarà presente sia sull'una che sull'altra ma con significativi cambiamenti legati alla discrepanza di hardware (sembra essere il caso dell'arena di Pilotwings).
Tuttavia con una certa lungimiranza, Nintendo ha semplificato la scelta ai giocatori distribuendo la versione Nintendo 3DS nel corso dell'Estate, mentre quella Wii U in Inverno: il rischio che quella casalinga (invero più performante) avesse cannibalizzato quella portatile è stato scongiurato, consentendo così agli appassionati di impratichirsi prima sul due schermi, affilando le proprie tecniche in attesa che su Wii U sia inaugurato il vero torneo mondiale di Super Smash Bros.

Le arene su 3DS

Nintendo ha dedicato molte attenzioni alla versione Nintendo 3DS nelle ultime settimane e in particolare ha svelato una dietro l'altra alcune arene. Si parte con la Gerudo Valley di Ocarina of Time sopra la quale svolazzano le maghe gemelle Kotake e Koume, si continua con la tropicale isola in cui il sindaco Tortimer si è rifugiato nell'ultimo Animal Crossing, si prosegue con uno stage liberamente ispirato ai livelli di Super Mario 3D Land, quindi con l'interno di un appartamento di Tomodachi Life ed infine con un tour panoramico della Prims Tower, la palestra di Luminopoli di Pokémon X e Y.

Un multiplayer ripensato

Il Nintendo Direct ha rivelato anche molte informazioni sulle modalità di gioco, scendendo anche in dettagli piuttosto tecnici per quanto riguarda il gameplay. Sakurai ha anzitutto messo le mani avanti sul frame rate: aspettatevi che tutti i lottatori si muovano a 60 frame per secondo, ma tenete conto che assistenti e boss si muoveranno a 30.
Boss? Già avete letto bene, perchè di quando in quando in alcuni stage compariranno dei nemici che si accaniranno indiscriminatamente contro tutti i combattenti: ad esempio nell'arena di Megaman comparirà uno Yellow Kid, il qual una volta annientato esploderà danneggiando quanti vicino a lui. Un altro boss è Ridley di Super Metroid: certo che tra boss, Pokémon (ora suddivisi tra comuni evocati da una Poké Ball e leggendari da una Master Ball) ed assistenti il campo di battaglia rischia di essere congestionato!
L'online per fortuna non è come quello di Super Smash Bros Brawl. La scelta che viene posta inizialmente al giocatore è tra giocare con gli Amici o con Sconosciuti. Con i primi è possibile giocare in tutte le arene, con tutti gli oggetti e l'intero set di regole. Di contro con gli Sconosciuti (che tanto sconosciuti non sono, visto che sarà ben visibile il loro Nintendo Network ID) si potranno organizzare due tipi di scontri:

  • Per divertimento: lo scenario è casuale, sono disponibili tutti gli strumenti, gli scontri sono per 4 giocatori (non uno di più non uno di meno) e infine solamente le Vittorie saranno riportate a futura memoria
  • Per la gloria: lo scenario è il solo Destinazione Finale (il più utilizzato nei Tornei), nessun oggetto è permesso, gli scontri sono solo 1 contro 1, sia le Vittorie sia le Sconfitte sono registrate
La vostra abilità nel multiplayer online sarà pubblica grazie al Rango Smash Globale. Esso indica tanto la vostra posizione all'interno di una classifica globale, bensì il numero di persone che sono state superate considerando tutti i punteggi accumulati nelle lotte (non solo il rapporto vittorie/sconfitte quindi). Alla fine il giocatore dovrebbe esclamare ad esempio "Ho fatto più punti di 3000 persone in tutto il mondo!". Ma siamo veramente sicuri che tale sistema sia più affidabile nel matchmaking?

Su Nintendo 3DS sarà presente anche una modalità studiata appositamente per i due schermi. Si chiama Avventura Smash e consente ad un massimo di 4 giocatori di cimentarsi prima in una sfida contro nemici guidati dalla CPU e poi contro avversari umani. Non c'è alcuna trama, ma un labirinto sempre diverso ogni volta, esplorabile in tutte le sue parti per 5 minuti. Al termine del tempo il giocatore scenderà nell'arena contro gli altri 3 avversari umani e potrà fare affidamento sui potenziamenti che avrà precedentemente raccolto all'interno del labirinto: tali potenziamenti appariranno nello schermo inferiore e potranno essere evocati via tocco, un po' come avveniva con le vignette di Jump Superstars. I potenziamenti possono aumentare le statistiche di attacco o difesa, la potenza degli Attachi Smash, la frequenza d'apparizione degli strumneti e così via, mentre le battaglie finali proporranno diverse variazioni sul tema, sia a livello estetico (combattere indossando in testa dei copricapi floreali o le orecchie da coniglio), sia in termini di gameplay (combattere mentre ci si arrampica, con il lato inferiore dello schermo che inesorabilmente sale verso l'alto).
Quasi sicuramente ci sarà da aspettarsi una modalità multiplayer esclusiva della versione Wii U, magari intrecciata con un abbozzo di trama, anche perchè Sakurai ha già più volte ammesso di non voler replicare l'esperimento della modalità Emissari del Subspazio di Brawl.

New challengers

Infine diamo un'occhiata alle novità emerse sui personaggi nel corso del Nintendo Direct. Prima di tutto è stata confermata la totale assenza della trasformazione de personaggi: Zelda che diventava Sheik, Samus che dopo l'Attacco Smash restava senza Zero Suit, l'Allenatore di Pokémon che faceva roteare i mostriciattoli contenuti nelle sfere poké. Sakurai ha finalmente ammesso che le trasformazioni confondevano i giocatori, costretti ad imparare un doppio set di mosse.
Nei due nuovi episodi Sheik sarà un personaggio a parte (il B più Giù di Zelda è ora rimpiazzato dal Fendente Spettro), idem Zero Suit Samus. Il primo combatte lanciando piccole granate accecanti, per poi sorprendere gli avversari grazie ad una "tallonata" direttamente sul grugno; Zero Suit Samus di contro è assai più agile della controparte in armatura, occhio ai suoi stivali, al jetpack contenuto all'interno di essi ed ai calci volanti chesferra in puro stile Chuck Norris.
Il poco carismatico Allenatore di Pokémon è scomparso, perchè sull'arena scende di diritto Charizard preannunciato da un filmato in CG in cui misura il fuoco sprigionato dalle sue fauci con la sfera infuocata di Super Mario. Le creature di Game Freak in Super Smash Bros per Wii U salgono per ora a 4: l'immancabile Pikachu, il temibile Lucario (i giocatori, però, devono imparare a dosare la forza dei suoi attacchi, padroneggiando anche appieno la Mega Evoluzione), e gli appena annunciati Charizard e Greninja.

Nel corso del Nintendo Direct si è anche parlato di due personaggi già annunciati come la principessa Rosalinda di Super Mario Galaxy e Little Mac di Punch Out! Dell'azzurra sovrana Sakurai ha raccontato come sia in grado di mandare avanti la stella Sfavillotto e comandarla dalla distanza, lasciando lei relativamente indenne; un personaggio che rifiuta il corpo a corpo, probabilmente alquanto fragile e facilmente catapultabile fuori dal ring, che fa leva di conseguenza su abilità dalla distanza (lancio di Astroschegge) o difensive (evoca un campo gravitazionale che attira gli oggetti presenti nello scenario).
Di Little Mac si è detto che vanta mosse offensive di una potenza inaudita, pugni e schivate che sorprendono qualsiasi tipologia di avversario: il Montante KO manda fuori schermo con un solo pugno, dopo aver caricato un'apposita barra sia colpendo che subendo, mentre il suo Smash Finale lo trasforma in Giga Mac, una sua versione brutale e dalla potenza ferina. Se a terra è un vero sfacelo, in aria Little Mac è vulnerabile, terribile nel recupero fuori dallo stage, sprovvisto di salto ed inefficace negli attacchi. Un personaggio a quanto pare molto polarizzato, che sarà preferito da quei giocatori totalmente votati all'offesa!

Che voto dai a: Super Smash Bros

Media Voto Utenti
Voti totali: 36
8.7
nd