NieR Automata Oggi alle ore 17:00

Giochiamo in diretta con lo stiloso action game di Platinum!

TGS 2010

Anteprima Tales of Graces F

Al TGS, una demo per il remake PS3 del grande Action Rpg Wii

anteprima Tales of Graces F
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Wii
  • Ps3

Ex-esclusiva Wii, Tales of Graces F è la versione riveduta e corretta in alta definizione dell’omonimo gioco di ruolo pubblicato in Giappone lo scorso anno. Un po’ a sorpresa, Bandai-Namco ha recentemente annunciato infatti la riedizione su PlayStation 3, che, completa di alcuni extra rispetto la versione originale (un po’ come accadde per Tales of Vesperia), debutterà nei negozi nipponici il prossimo inverno. Il titolo era già giocabile tra gli stand del Tokyo Game Show 2010 appena conclusosi, permettendo alla stampa di provare in anteprima le novità e le migliorie apportate dal team in questa seconda versione di Graces.

Un regno per tre

Tales of Graces F racconta le vicende del mondo di Efinea, dominato da tre regni in constante lotta tra loro per la conquista del potere supremo. Protagonista dell’avventura è Asbel, figlio maggiore di un signore feudale che dopo aver perso il suo migliore amico decide di arruolarsi presso l’Accademia del Regno per diventare un Cavaliere, e proteggere al meglio le persone che ama. Dopo la dipartita del padre, Asbel prende il suo posto come signore del feudo: evento che coincide con l’inizio dell’avventura.

Alla stregua degli altri capitoli del marchio “Tales of”, anche Graces sarà sprovvisto di una world-map, lasciando che le città e i dungeon da esplorare vengano sbloccati gradualmente con il prosieguo nella storia. La (breve) versione dimostrativa si è concentrata in particolare su una piccola foresta, dove gli utenti dovevano destreggiarsi tra mostri e spregevoli creature pronte ad opporsi al minuscolo gruppo di eroi.
Il battle system in proposito è quello tipico per la saga: immediato e veloce, tinto da sfumature tattiche tipiche dei titoli d’azione. I personaggi del party (selezionabili tramite il d-pad del Dualshock) si muovono liberamente nell’arena di combattimento (grazie al grilletto L2), ognuno di essi utilizzando le proprie armi e caratteristiche. Nel corso delle battaglie sarà possibile apprendere particolari capacità, anche se a causa della lingua giapponese non è stato facile comprenderne le reali utilità. Una è l’attack Artas, il cui nome deriva dalla sostanza è utilizzata dagli abitanti di Efinea per diversi scopi. L’altro è il burst attack, che permette di incrementare la potenza offensiva degli attacchi per un limitato numero di mosse. Interessante è poi il sistema “Stlye Shift Linear Motion Battle System”, che permette ai personaggi di cambiare in tempo reale lo stile d’attacco in battaglia, adattandosi così perfettamente ad ogni tipo di scontro.
Ci preme sottolineare come il gioco sia caratterizzato da scontri dinamici e di eccezionale varietà, ed al contempo impegnativi e stimolanti. Arrivare al termine del dungeon di questa versione dimostrativa senza il quantitativo giusto di esperienza (i punti -a proposito- vengono assegnati alle varie abilità tramite un’apposita schermata) si sarebbe rivelato infatti un rischio non da poco. Affrontare dunque tutti i nemici incontrati nel corso della progressione era indispensabile, per permettere ai propri personaggi di diventare abbastanza potenti da affrontare senza pensieri le fasi più avanzate del livello. Per fortuna, nonostante si debba prestare attenzione alle routine degli avversari, gli scontri non sono mai frustranti né eccessivamente difficili, rivelandosi assuefacenti e coinvolgenti. Merito anche delle diverse soluzioni tattiche che possono essere attuate per aver ragione dei nemici. E considerata l’enorme importanza che avranno armi e caratteristiche del singolo protagonista, pensiamo proprio che questa pluralità sarà una qualità capace di caratterizzare l'intera esperienza dell'avventura.

Tra le migliorie per la versione PlayStation 3, tolte quelle esclusivamente grafiche che rendono il titolo ancora più spettacolare e bello da vedersi, vi è una storia aggiuntiva ambientata sei mesi dopo la fine del gioco, chiamata “Lineage to the Future”, che avrà pure il compito di risolvere alcuni dei misteri lasciati irrisolti dai titoli di coda della normale edizione per Wii. Inoltre, sono previsti anche alcuni filmati aggiuntivi, nuovi segreti da scoprire ed altre interessanti novità. Chiaramente, come per il caso Vesperia, non escludiamo che questo possa scatenare qualche furente polemica dei possessori della versione per la console Nintendo.

Tales of Graces F Tales of Graces F non fa altro che ripetere su PlayStation 3 le ottime qualità mostrate già l’anno scorso su Wii. Ad un battle system profondo e variegato, si aggiunge una storia interessante che in questa nuova apparizione si fregerà di alcuni importanti contenuti inediti non visti nell’edizione originale. La grafica abbraccia le grazie dell’alta definizione e si rivela così ancora più poetica e spettacolare. Inoltre, chissà se questa volta sarà possibile avere una versione anche per l’occidente.