Comic-Con 2014
Comic-Con 2014 Dal 24/07/2014 al 27/07/2014

Scopri il Comi-Con di San Diego

Comic-Con 2014

Anteprima Tekken 7

Katsuhiro Harada svela finalmente il settimo capitolo del picchiaduro Bandai Namco

anteprima Tekken 7
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Occhiali neri d'ordinanza, sempre lo stesso traduttore antipatico e un cartello fatto in casa con scritto "Hype". Katsuhiro Harada riemerge dalla naftalina per presentare ufficialmente Tekken 7. Lo ha fatto dal palcoscenico del Comic Con di San Diego, prendendo parte quasi in solitaria al panel Bandai Namco Fighting Panel, durante il quale è stata anche presentata la Beta di Rise of Incarnates, free-to-play simile ad Anarchy Reigns.
La serie di picchiaduro 3D che ha fatto la storia di Playstation viene da un periodo in cui molti fan si sono disaffezionati e non hanno trovato affatto interessante la moltitudine di "accessori" presenti in Tekken Tag Tournament 2, men che meno al gioco di carte Tekken Card Tournament. 4 milioni di utenti hanno scaricato Tekken Revolution dal PSN, ma quello era gratuito e dubitiamo che Namco abbia ricavato granchè dalle microtransazioni.
Posto quindi che sul lato gameplay, roster e game mode non si possa fare molto di più, Tekken 7 si sforza di cambiare direzione e sfodera la carta della differenziazione: raccontare una trama complessa e non banale, qualcosa che tutti gli altri giocatori hanno sempre evitato. Ma se ormai il genere si sposta definitivamente verso le piattaforme casalinghe, si può osare qualcosa che invece non era assolutamente compatibile con i ritmi delle sale giochi.

This ends here!

Tekken 7 è stato inizialmente rivelato nel corso dell'EVO 2K14, il popolare torneo di picchiaduro organizzato ogni anno a Las Vegas. Sono bastati una manciata di secondi in cui Kazuya Mishima interrogava con fare minaccioso il padre Heihachi sul perché avesse ucciso la madre Kazumi per mandare in visibilio i fan più accaniti della serie, a rapporto nella Città del Peccato per sfidarsi su Tekken Tag Tournament 2.
Durante il gioco si dovrebbero quindi costruire le premesse per lo scontro finale tra Kazuya ed Heihachi, dipanando ogni linea narrativa in merito al Gene Malvagio e svelando la verità su Devil Jin. Katsuhiro Harada promette che con questo episodio la saga del clan Mishima verrà conclusa: si prospetta un reboot totale per Tekken 8?
Successivamente è salito sul palco il regista Shinji Haramaki, fresco di Appleseed Alpha ma anche del film in CG di Captain Harlock, per presentare la collaborazione del suo studio d'animazione con il team di Tekken per quanto riguarda alcune scene proprio del settimo episodio. Harada ed Haramaki si erano già incontrati in occasione del film Tekken Blood Vengeance, esperimento bizzarro e non troppo riuscito, per il quale i colleghi di Haramaki avevano realizzato l'opening e l'ending (il problema, infatti, erano le assurdità di cui era farcito...).
Ed eccolo infatti il primo prodotto dello studio d'animazione, il trailer d'annuncio nonché opening di Tekken 7. Narrato dalla voce di Kazumi, il trailer salta in continuazione tra passato e presente, intrecciando l'infanzia di Kazuya con il prospettato scontro risolutivo ai giorni nostri. Si passa quindi agli altri lottatori di Tekken Tournament, tutti colpiti negli scorsi episodi da morti di amici o parenti proprio per mano di Heihachi. La musica è evocativa e la regia notevole: questo lascia ben sperare sugli altri filmati che vedremo all'interno del gioco completo.

Qualche assaggio oltre la trama

Al momento le rivelazioni della trama e le domande aperte rappresentano l'argomento più chiacchierato di Tekken 7. Purtroppo Harada non si è voluto scoprire più di tanto sugli aspetti tecnici e ludici. Sappiamo per certo che il titolo avrà come engine l'Unreal Engine 4 di Epic. E' una sfida niente male per Bandai Namco, la quale sarà tra i primi sviluppatori ad utilizzare la nuova generazione del motore grafico di cui al momento si sono viste soltanto demo tecniche (Fortnite ha fatto pochissime apparizioni...), oltre ad essere la prima software house giapponese a guardare ad occidente, per una nazione che anche in passato ha preferito engine interni al riuscito tool Epic (con i tristi risultati che conosciamo).
Il sistema di combattimento sarà principalmente orientato all' 1vs1 come gli altri capitoli del franchise, lasciando quindi in disparte gli scontri a 2 degli spin off Tag Tournament. In cantiere ci sono ovviamente nuovi personaggi: se nei passati episodi il team aveva cercato la collaborazione di illustri mangaka, questa volta ha fatto razzia del talento di rinomati character designer all'interno dell'industria videoludica. Ecco alcuni nomi: Mari Shimazaki (Bayonetta), Yusuke Kozaki (Fire Emblem Awakening e No More Heroes), Ninnin (Dual Masters) e Kenichiro Yoshimura (Max Anarchy e Anarchy Reigns). Ninnin sta al momento lavorando sul character design di Lars, introdotto con Tekken 6, progettando diverse variazioni alla sua armatura (da giubbotto antiproiettile a corazza dorata), mentre la Shimazaki è responsabile del look di Kazumi intravisto nel trailer d'annuncio e anche della variante con kimono bianco e fiocco rosso gigante, per far contenti sopratutto i giapponesi.


Q & A

Il panel è terminato con una rapida sessione di domande poste dai fan. Harada ha confermato che il progetto Tekken X Street Fighter è ancora in cantiere, sebbene non abbia nulla da mostrare e probabilmente dimenticandosi che Capcom ha già assolto al proprio compito nel 2012. Sono stati promessi alcuni accorgimenti per riportare la serie sulla scena competitiva dove attualmente non è così popolare, non è stata assicurata un'uscita in sala giochi per Tekken 7 ed è stato negato un qualsiasi matrimonio futuro tra Kickstarter ed il picchiaduro Namco. Infine è stata giustificata l'onnipresenza di Yoshimitsu (in tutti i Tekken, in Soul Calibur, ecc...) perchè i suoi fan sono "pazzi", e non accetterebbero mai la sua assenza.

Tekken 7 Il breve teaser all'EVO è stato solo la scintilla necessaria per rimettere in movimento la community, quindi al Comic Con Katsuhiro Harada ha tolto definitivamente i veli a Tekken 7. Il titolo mette in campo una debita potenza di fuoco, fondando le sue premesse sull'Unreal Engine 4 e su un ricco novero di filmati in CG a raccontare la trama di gioco. Quest'ultima avrà un ruolo di grande importanza, dato che concluderà tutte le vicende dei precedenti capitoli, chiuderà la saga del clan Mishima e culminerà con lo scontro tra Heihachi e Kazuya. Purtroppo si è parlato ancora poco delle caratteristiche del sistema di combattimento dell'incarnazione next-gen, ma all'orizzonte si prospettano due grosse occasioni come la Gamescom ed il Tokyo Game Show per svelare qualcosa di più ai fan della serie, e, possibilmente, presentare anche una prima versione giocabile.

Quanto attendi: Tekken 7

Media Hype Utenti
Voti Hype totali: 62
80%
nd