Heavy Rain Oggi alle ore 17:00

Alessandro Bruni si cimenta in una speciale Suicide Run!

Anteprima The Elder Scrolls Legends

Dopo l'annuncio all'E3 Bethesda presenta i primi dettagli relativi a The Elder Scrolls Legends, sfidante di Hearthstone e Magic per il trono dei videogiochi di carte collezionabili.

anteprima The Elder Scrolls Legends
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • iPhone
  • iPad
  • Mobile Gaming
  • Pc
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Hearthstone ha tracciato la strada e curiosamente pochi altri lo hanno seguito nel breve periodo. La digitalizzazione di un gioco di carte collezionabili ad opera di Blizzard unita ad un'indovinata formula free-to-play è stata colta solo recentemente dai diretti concorrenti, Magic The Gathering in queste settimane e tra qualche mese anche Bethesda con The Elder Scrolls: Legends.
Annunciato allo scorso E3 2015 durante la conferenza Bethesda in cui furono presentati anche Doom e Fallout 4, è tornato a far parlare di sé solo negli ultimi giorni quando direttamente da Bethesda ci sono giunte nuove informazioni sul sistema di gioco ed il lore che vi ruota attorno.

5 attributi, 2 zone e...

Forza, Agilità, Intelligenza, Resistenza e Volontà sono i 5 attributi che regolano i combattimenti in The Elder Scrolls: Legends. Per creare un mazzo dovete scegliere 2 attributi, che andranno poi a definire la classe del mazzo: per esempio, combinando Agilità e Forza otterrete un mazzo Arciere, mentre Volontà ed Intelligenza sfoceranno in un Mago. Al momento sono state pensate 10 combinazioni di attributi per altrettante classi: sicuramente nelle successive espansioni ci sarà spazio per ulteriori combinazioni, fino alle 25 possibili. Il mazzo è composto da creature da piazzare sul campo di battaglia, oltre che da armi equipaggiabili, magie di offesa e di supporto ed oggetti di varia natura.
La particolarità del sistema di combattimento risiede nel fatto che il campo di battaglia è suddiviso in 2 zone, come se fossero due campi di battaglia differenti: le creature, infatti, possono attaccare solo quelle che si trovano nella medesima zona. Dal punto di vista strategico e di bilanciamento del gameplay posizionare una creatura in una zona "evita il problema di una persona che controlla tutto il tabellone e vi costringe a piazzare le vostre carte solo per farvele distruggere. Se l'avversario controlla una zona, io posso scegliere di mettere in gioco la mia creatura in un'altra zona. Posso iniziare a vincere in un'altra zona", spiega Paul Dennen, direttore creativo di Dire Wolf Digital. Le zone non sono tutte uguali. Ad esempio, nella zona Copertura una carta non può essere attaccata fino al turno successivo, permettendo di colpire per primi sia le carte nella stessa zona sia il vostro avversario direttamente, oppure nella zona Cimitero i morti resuscitano come Scheletri.
Per quanto riguarda il sistema dei danni, sia le carte sia il giocatore posseggono un numero predefinito di punti di vita. Per le carte ogni 5 danni incassati si spezza una Runa, che da diritto a pescare una carta dal mazzo, interrompendo peraltro il turno dell'avversario. Se la carta pescate possiede l'abilità Profezia (mettetene quante più possibili nel mazzo!) la si può immediatamente giocare a costo 0, anziché attendere il turno successivo. E' un sistema molto interessante, che limita lo strapotere di un avversario più abile o più fortunato.

Tamriel, da ovest a est

Tamriel nella sua interezza è l'ambientazione di The Elder Scrolls: Legends. Nella Campagna, modalità single player per comprendere le meccaniche di base, si racconterà un nuovo spaccato sulla saga firmata Bethesda: di cultisti e cospirazioni, di una città imperiale caduta, di un imperatore in fuga. Si tornerà a visitare alcuni luoghi dei precedenti episodi, tra cui la Città Imperiale e la Torre di Oro Bianco di Oblivion, così come si farà la conoscenza di 10 razze, tra cui scegliere il proprio avatar: dai rettili Argoniani ai Khajiiti felini, fino a una vasta gamma di dinastie elfiche e orchi, senza dimenticare i più umani Nord, i Bretoni e gli Imperiali. L'avatar che sceglierete non avrà effetto sulle carte che potrete giocare o sui tipi di mazzi che potrete costruire, ma vi farà ottenere più velocemente le carte con lo stesso tema della razza. Ciascuna delle dieci razze principali di Tamriel è rappresentata nel set di carte e possiede un distinto tema: per esempio, se siete un Redguard, otterrete più rapidamente le carte armi e creature che traggono vantaggio da queste ultime.
Al termine della Campagna avrete per le mani cinque mazzi predefiniti, che potrete successivamente modificare oppure usare le carte per costruirne di nuovi. I mazzi da voi personalizzati potranno essere impiegati nella modalità Battaglia, dove sfidare avversari umani o il computer in scontri singoli, oppure nella modalità Arena, dove vi sarà chiesto di costruire un mazzo di 30 carte partendo da zero e vincere un certo numero di sfide prefissate. Nell'Arena in solitaria affronterete otto avversari e un boss e potrete subire solo tre sconfitte, dopodiché dovrete abbandonarla. Quando giocherete contro altri giocatori affronterete sette avversari. Nell'Arena le ricompense sono migliori rispetto a quelle della Campagna e della modalità Battaglia, e includono buste multiple e carte leggendarie.

The Elder Scrolls Legends "Quando abbiamo deciso di creare The Elder Scrolls: Legends, avevamo in mente due gruppi di giocatori: i fan di The Elder Scrolls, che cercavano un modo nuovo di giocare nel mondo che amano, e gli appassionati di giochi strategici di carte, alla ricerca di un gioco dal ritmo veloce e con molta strategia " racconta Scott Martins, presidente di Dire Wolf Digital. Nell'arena competitiva dove già si sfidano Herthstone e Magic, Bethesda si inserisce con un titolo dotato di grande acume strategico, bilanciando le opportunità di vittoria dei giocatori. In più, la presenza sia del lore della saga, sia dell'opportunità di visitare in lungo e in largo il continente di Tamriel, è un bonus non da poco per gli appassionati di Oblivion, Skyrim e compagnia. Sin da ora potete dirigervi sul sito ufficiale per candidarvi alla Closed Beta, un'importante fase di test in vista del lancio ufficiale entro fine anno su PC e iPad.

Che voto dai a: The Elder Scrolls Legends

Media Voto Utenti
Voti totali: 30
7
nd