GCom12

Anteprima Total War: Rome II

Roma torna nell'RTS definitivo

anteprima Total War: Rome II
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
Alessandro Sordelli inizia la sua avventura videoludica ereditando un leggendario Commodore 64 a cassette magnetiche, computer che gli apre le porte ai giochi di ruolo e tutto ciò che è fantascienza. Pur nutrendo da sempre un particolare amore per la piattaforma PC, non disdegna il panorama console. E' in giro su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Come ribadito più volte i giorni scorsi, Gamescom è l'evento migliore in assoluto per presentare un esclusiva dedicata al mondo del gaming su PC. Sega e Creative Assembly non potevano quindi trovare situazione migliore per mostrare al pubblico, per la prima volta in assoluto, la loro nuova creazione: abbiamo infatti avuto l'opportunità e l'onore di assistere alla presentazione per la stampa del nuovo capitolo della serie Total War, presentato a ormai otto anni di distanza dal primo episodio, Rome Total War II. Mentre la concorrenza si sforza di sviluppare prodotti sempre più stilizzati e semplici, Sega decide di seguire la tradizione, spingendo sempre e ancora verso il realismo assoluto, in cerca di una perfezione alla quale ormai siamo davvero vicini.
Il team di Creative Assembly ha iniziato la presentazione ribadendo a tutti il focus dell'azienda per il brand Total War e i punti cruciali sui quali hanno voluto lavorare per creare l'esperienza definitiva in fatto di giochi di strategia real time. Il nuovo capitolo di Rome Total War presenterà le medesime caratteristiche che hanno reso unica e incredibile questa saga di giochi strategici per computer. A livello contenutistico, Creative Assembly promette delle battaglie epiche più che mai, un engine ulteriormente migliorato e una resa grafica di livello superiore, grazie anche al supporto dei produttori di hardware con driver ottimizzati. Sul fronte puramente ludico abbiamo battaglie combinate, guerre navali e un nuovo sistema di conquista durante le partite tattiche di assedio alle città. Com'è sempre stato, il gameplay lavorerà su due diversi fronti; quello gestionale con il senato, la politica e l'economia delle singole città e dell'impero da gestire in ogni singolo dettaglio in una struttura a turni già ben collaudata, e il lato bellico con battaglie campali, d'assedio e in mare ad alto contenuto tattico e strategico. Ma per rendere l'esperienza ancor più emozionante e avvicinare nuova utenza, i ragazzi di Creative Assembly hanno aggiunto drammaticità e carattere ai momenti salienti delle battaglie più emozionanti, il tutto grazie ad una direzione artistica molto più simile a quella di un gioco d'avventura o d'azione che di un classico strategico. Non biasimiamo questa nuova scelta di percorso, anzi la comprendiamo in pieno, in quanto la serie era già forte nella sua struttura tattico-strategica e necessitava di svolte su ben altri fronti.
La presentazione è proseguita con una sessione di gameplay giocata dal team di sviluppo presente all'evento. Parliamo di un early code, quindi di una versione pre-alpha del gioco. Quella che ci viene presentata in questa occasione è una mappa storica, quindi la ricostruzione giocabile di un evento storico realmente avvenuto e di grande importanza nella storia dell'Impero Romano. L'idea è quella di proporre una situazione storicamente attendibile, quella della sanguinosa battaglia di Cartagine del 146 a.C. che vide la città rasa completamente al suolo da un devastante assedio, unita naturalmente alla variabile data dall'interazione del giocatore.
La sequenza si apre con una visuale aerea sul mare: decine di galee da guerra cariche di soldati si muovono tra le onde di un piccolo golfo. Di fronte a loro, una gigantesca città si erge per essere conquistata. Già in questi primi secondi di gameplay vediamo un engine decisamente performante, con un leggerissimo effetto di aliasing, fortunatamente arginato a qualche struttura poligonale. L'effetto dell'acqua e delle onde è ricreato con un realismo davvero meticoloso; notiamo solo qualche sporadico calo di framerate, isolato e mai fastidioso. La sessione continua e l'inquadratura si avvicina sul Console a comando dell'esercito. Sembra quasi una cinematics ma uno sguardo più attento ci dice subito che stiamo ancora assistendo ad una sequenza eleborata in live dal motore grafico. Le animazioni facciali sono davvero curatissime, non ai livelli di un titolo tripla A, ma nelle riprese ravvicinate riescono davvero a fare la differenza. Prima di attraccare sulla spiaggia, il generale grida "Nessun prigioniero, nessuna pietà!": i soldati scendono dalle imbarcazioni e si preparano all'assedio. Qui possiamo notare delle animazioni curate come mai prima d'ora, con unità che si muovono in maniera realistica e sempre credibile. Ora abbiamo una visuale ravvicinata della spiaggia: delle palizzate in legno fungono da protezione per le truppe dell'esercito romano che intanto si organizzano per assediare le imponenti mura in pietra che chiudono la città. Le truppe sbarcate si dispiegano e iniziano ad occupare alcune torri d'assedio in legno disposte sulla spiaggia, per dare il via all'invasione. I colpi delle armi a distanza iniziano a volare da ogni direzione, con catapulte che lanciano bombe infuocate e frecce che sibilano nel vento da una parte all'altra della spiaggia. La musica è un crescendo e contribuisce a rendere il tutto ancora più simile ad un film. L'inquadratura si allontana e ci viene mostrata la mappa tattica: la città è costruita con un realismo davvero eccezionale, dove ogni edificio è diverso da ogni altro ed ogni singola pietra sembra respirare del realismo storico che questo titolo Total War trasuda. Il team ha deciso di levare l'interfaccia del gioco per farci assaporare al meglio la componente artistica del gioco, con una visione altamente immersiva e cinematografica. Ad un tratto la visuale viene portata all'interno di una delle torri d'assedio, ormai giunta in prossimità delle mura. La musica cala d'intensità e possiamo avvertire la tensione dei soldati presenti, magnificamente rappresentati in un'inquadratura ravvicinata in terza persona. Il centurione si gira verso i propri soldati e dice "Ricordatevi che combattiamo per Roma!" A quel punto si apre il ponte levatoio della torre e i soldati escono urlando. La battaglia è ufficialmente cominciata: i legionari si fanno largo a colpi di spada, mentre le catapulte continuano imperterrite a lanciare colpi sulle mura perimetrali della città. I movimenti delle truppe sul campo sono stati ulteriormente migliorati rispetto a Shogun 2, con movimenti molto più fluidi e meglio realizzati. Un piccolo drappello di soldati riesce a raggiungere uno dei portoni d'accesso e fa entrare la cavalleria, che investe e trascina sotto gli zoccoli tutto quello che trova davanti. Ci spiegano che le città hanno dei punti chiave da conquistare per portare la propria fazione alla vittoria. Nel primo episodio di Rome era sufficiente liberare il centro cittadino dalla guardia d'elite o mandare in rotta l'intero esercito per vincere la partita: ma questa volta il team di sviluppo ha voluto costruire una situazione più tattica e più divertente, che potesse rendere il gioco diversificato e meno ripetitivo. L'ultima parte del video si consuma abbastanza velocemente, con gli eserciti romani che decimano le truppe cartaginesi, gli edifici che crollano su sé stessi e le statue delle divinità greche che cadono frantumandosi. Una torre cade e la visuale si sposta sulla stessa, mostrando una scenetta dove un soldato cade e viene coperto dalle macerie. Abbiamo come l'impressione che alcuni eventi siano scriptati e inseriti nel contesto casuale della battaglia. La musica ha aggiunto epicità ai momenti salienti, con una pezzo orchestrato che pareva estrapolato direttamente da un colossal di Hollywood al pari de "Il Gladiatore" Naturalmente il gioco supporterà anche il multiplayer, anche se non c'è stato modo di approfondire un argomento tanto importante e complesso in così poco tempo.

Total War: Rome II Ci aspettavamo grandi cose da questo titolo, ma sicuramente niente di tale portata. Nonostante la demo mostrataci nel corso della presentazione fosse relativamente breve, il nuovo gioco di Creative Assembly ha tutte le carte in regola per diventare il nuovo punto di riferimento per il genere strategico storico in tempo reale, grazie ad una nuova e sapiente direzione artistica che siamo sicuri riuscirà a portare a grandissimi risultati. L’investimento in termini economici di Sega è davvero elevato per un gioco PC, così come la dedizione e la passione del team dietro alla realizzazione del gioco è alta, quindi non possiamo che confidare pienamente in questo nuovo progetto. Purtroppo non ci è stato possibile mettere mano di persona ad una demo giocabile, ma restiamo in attesa di SEGA per ulteriori novità e per una data d’uscita ufficiale, per ora fissata solo ad un vago e generico 2013.

Che voto dai a: Total War: Rome II

Media Voto Utenti
Voti totali: 49
8.4
nd