Anteprima uDraw

Al Lucca Comics & Games un nuovo contatto con la periferica di THQ

anteprima uDraw
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Wii
  • Ps3
Lorenzo Lorenzo "Kobe" Fazio ama il basket, o per meglio dire i Los Angeles Lakers, l’Hip Hop e il teatro. Dopo aver rincorso la carriera del finto regista, dal 2007 si spaccia anche per finto esperto di videogiochi scrivendo su Everyeye.it. Lo appassionano le belle storie e gli stili visivi ricercati. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

Un evento ideale

Non è passato molto tempo dall’ultima volta che vi abbiamo parlato di uDraw e della Game Tablet, add-on pensato in esclusiva per Wii, nato per opera di THQ in stretta collaborazione con Nintendo. Già grazie a una presentazione tenutasi alla GamesCom di quest’anno abbiamo avuto modo di esprimere tutta la nostra approvazione attorno al progetto. A differenza di tante altre periferiche ideate per la console della Grande N, la Game Tablet sembra essere nata con cognizione di causa, tenendo ben a mente la nuova filosofia della società di Kyoto. La proposta di THQ infatti, non è un semplice aggeggio di plastica da attaccare al Wiimote, tanto meno una trovata commerciale nata senza alcuna progettazione alle spalle; tutt’altro.
Per nostra, e vostra, fortuna abbiamo avuto modo di rivedere in azione la Game Tablet al Lucca Comics & Games, tenutosi pochi giorni addietro nella bellissima città toscana. Se possibile, questo secondo incontro ci ha lasciato sensazioni ancor più positive. Se infatti alla GamesCom avevamo potuto vedere la tavoletta in mano a uno sviluppatore chiaramente più abile con tastiera e mouse che non con una matita in mano, questa volta la Game Tablet ha dovuto soddisfare i bisogni di disegnatori professionisti.

Un hardware per tutte le età

Ma procediamo con calma. Per chi si fosse perso le puntate precedenti, la Game Tablet incarna una versione in salsa Wii delle professionali tavolette grafiche. Ciò significa che sfruttando la superficie sensibile e la penna legata con un filo al resto della periferica, sarà possibile disegnare qualsiasi cosa ci venga in mente sfruttando la tv di casa come monitor di lavoro. L’add-on si presenta in linea con il design della console che lo ospita: le linee sono morbide, i colori riprendono quelli del Wii, per un prodotto che vuole apparire tanto attraente per un pubblico giovane, quanto semi-professionale per chi invece ha già raggiunto la maturità. Il compromesso cercato può dirsi raggiunto e anche una volta stretta tra le mani, la Game Tablet suscita buone impressioni. Né troppo grande da risultare ingombrante, né troppo piccola da rendere difficoltoso il lavoro degli artisti, o aspiranti tali, a sorprendere è l’ottima ergonomia di cui essa gode, unita a una grande sensazione di solidità. Anche a un’indagine tattile quindi il prodotto supera ampiamente il test, dimostrandosi ideale anche nelle mani più insicure e dalla presa non sempre affidabile.
Sul lato sinistro la tavola mostra una fessura in cui dovrete inserire il Wiimote. Questo infatti non solo offrirà la possibilità di sfruttarne i pulsanti e gli accelerometri, ma fornirà anche l’alimentazione alla Game Tablet, evitando così l’impiccio di dover reperire ulteriori batterie. A completare il set di pulsanti disponibili, al di là dell’ovvia superficie sensibile al tatto, la penna presenta due tasti, oltre alla punta sensibile a diversi livelli di pressione.

Pittura astratta o un bell’autoritratto?

Tuttavia THQ non si è unicamente preoccupata di creare un hardware più che convincente. La tavola, che dovrebbe esordire sul nostro mercato nei primi mesi del prossimo anno, sarà infatti veduta in bundle con uDraw Studio, un programma che, per l’appunto, ci permetterà di disegnare qualsiasi cosa ci venga in mente.
Per presentare anche sul suolo italico il suo software, THQ ha ben pensato di scegliere il Lucca Comics & Games come manifestazione adatta allo scopo. La casa americana ha infatti allestito un piccolo spazio dedicato alla periferica, all’interno dello stand di Italian Job Studio. Come il nome stesso lascia intuire, si tratta di uno studio che racchiude al suo interno quattro disegnatori italianissimi che lavorano da anni nel settore. Si tratta per l’esattezza di Riccardo Burchielli, Giuseppe Camuncoli, Francesco Mattina e Stefano Caselli. Quest’ultimo in particolare, che attualmente lavora sul fumetto Amazing Spiderman edito dalla Marvel, ci ha dato una prova empirica di ciò che può fare uDraw Studio e la Game Tablet in mani esperte, disegnando sullo schermo un dettagliatissimo primo piano di Hulk.
Il software gli ha subito messo a disposizione tutti gli strumenti del caso, grazie a un menù estremamente chiaro e user friendly, adatto tanto agli adulti, quanto ai bambini. La prima scelta che ha dovuto compiere è stata relativa al del tipo di supporto sul quale disegnare. Si va dal foglio di quaderno, ideale per un veloce scarabocchio, a una più seriosa tela da quadro, perfetta per un opera di chiara ispirazione impressionista. In seguito Stefano ha scelto il tipo di tratto da utilizzare. A disposizione una lunga serie di pennelli, matite e pennarelli vari con cui imprimere un effetto diverso sulla carta. Abbiamo così cominciato a intravedere le fattezze del viso dell’arrabbiatissimo Hulk, il quale poi ha ricevuto una copiosa colata di verde. Anche per quanto riguarda la scelta dei colori c’è solo l’imbarazzo della scelta. Per i più piccoli, o per i più pigri, ne sono presenti sin da subito una manciata di preselezionati, ma per chi invece cerca una particolare sfumatura, sarà sempre disponibile un ampio spettro di colore da cui andare a pescare la gradazione necessaria.
Grazie alle foto che trovate qui intorno, scattate dal fotografo professionista Simon Maflin, potete vedere i risultati raggiunti dal bravissimo Stefano alle prese con un altro primo piano. Intervistato alla fine della performance ci ha confermato tutte le nostre impressioni. A suo parere la Game Tablet è un ottimo compromesso che ha ben poco da invidiare a una qualsiasi tavoletta grafica professionale. Il fatto stesso che la penna sia sensibile a diversi livelli di pressione rende ancor più naturale disegnare anche per un professionista come lui. Per quanto poi manchino numerosi effetti di modifica e altre importanti feature, Stefano non tarda a definire uDraw Studio una versione potenziata del programma di Windows Paint e una depotenziata di Photoshop, sempre per confermare la natura ibrida del progetto, a metà strada tra strumento semi-professionale e software ludico pensato per un po’ di sano svago creativo.

Per disegnare e non solo

Tuttavia uDraw offre anche altro. Innanzi tutto è possibile fare affidamento su una lunga lista di stampini pre-realizzati. Dagli animali, alle macchine, passando per diversi tipi di oggetti, potrete divertirvi a utilizzarli per completare i vostri disegni o limitarvi a colorarli stando ben attenti a non uscire dai bordi. Inoltre è presente la funzione replay, grazie alla quale vi saranno mostrati passo dopo ogni azione che avete compiuto a partire dal foglio bianco. Questa è una feature interessantissima visto che vi permetterà anche di imparare qualche trucco da chi è più bravo di voi.
Infine, ciliegina sulla torta, sarà possibile salvare i vostri disegni direttamente sulla SD inserita nel Wii. Così facendo potrete portare sempre con voi le vostre creazioni e, magari, modificarle su PC o altri dispositivi grafici.
Tuttavia la Game Tablet non è stata solo ideata solo per uDraw Studio. Sono infatti previsti altri due software che debutteranno in contemporanea con il la tavoletta grafica. Stiamo parlando di Pictionary Mania e di Dood's Big Adventure. Sul primo c’è poco da dire: si tratta di una versione virtuale del famoso gioco di società in cui un partecipante dovrà disegnare sullo schermo degli indizi al fine di far scoprire ai suoi compagni di squadra il concetto, il film o il personaggio al quale si sta riferendo. Il secondo progetto, invece, riprende vagamente le meccaniche ludiche già viste in Kirby: Canvas Curse. Si tratterà insomma di guidare a suon di pennellate il protagonista dell’avventura attraverso una serie di ambientazioni, creandogli ponti con cui attraversare baratri e rampe su cui arrampicarsi per raggiungere sommità altrimenti irraggiungibili.
Una piccola nota sul prezzo per concludere. Per quanto manchino ancora cifre ufficiali, tanto la Game Tablet, quanto i due giochi appena descritti, dovrebbero presentarsi sul mercato con un prezzo molto vantaggioso.

uDraw Il nostro secondo approccio alla Game Tablet e a uDraw non può che dirsi ancor più convincente del primo. Il bravissimo Stefano Caselli, all’interno della cornice del Lucca Comics & Games, ci ha dato una prova dei risultati che è possibile raggiungere con questi due strumenti in mani capaci. Se quindi siete disegnatori, per professione o per hobby, non potete restare indifferenti di fronte a quanto proposto da THQ. Tanto il software quanto l’hardware denotano una qualità e una ricercatezza che mai avremmo sospettato prima. Manca poco all’esordio della Game Tablet sul nostro mercato. Difficile pensare che qualcosa possa realmente andare storto. Il consiglio, insomma, è quello di cominciare a mettere da parte i soldi in attesa della nostra recensione che eliminerà ogni dubbio.

Che voto dai a: uDraw

Media Voto Utenti
Voti totali: 5
5.8
nd