The Last Guardian Oggi alle ore 17:00

Giochiamo in diretta con il nuovo gioco di Fumito Ueda!

Anteprima Undead Knights

Un Hack 'n' Slash con elementi strategici, ed un esercito di Zombie per servirvi

anteprima Undead Knights
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Psp

Nel giugno del 2007 Tecmo aprì un nuovo studio di nome Team Tachyon per lo sviluppo di nuove proprietà intellettuali che sfruttassero specifiche piattaforme. Nel corso dell'ultimo E3 abbiamo finalmente avuto la possibilità di vedere i due titoli affidati a questo team. Il primo è Quantum, sparatutto in terza persona per PlayStation 3, che ricalca fin troppo pedissequamente le caratteristiche di Gears of War, dimostrandosi - almeno sulle prime - un titolo piuttosto incolore. Il secondo progetto, invece, è Undead Knights: si tratta di un hack 'n' slash con elementi strategici, previsto esclusivamente su PSP

Romolo e Remo

La storia ha inizio con il matrimonio del sovrano di un grande regno. Il lieto evento sembra però funestare gli equilibri del potere, in quanto la nuova regina inizia ben presto ad influenzare le scelte del marito, prendendo di fatto il potere.
Un giorno, stanco della situazione, un suddito di nome Romolo accusa pubblicamente la regina. Tuttavia la sua protesta risulta del inutile: il vecchio sovrano pare essere del tutto soggiogato dalla bella moglie, che una punizione crudele per il rivoltoso. Romolo viene dunque ucciso insieme al fratello Remo ed alla sua fresca sposa, Silvia. I tre però, grazie ad un patto stretto con un demone, ritornano in vita ottenendo incredibili poteri, come quello di donare la vita ai morti e quindi controllarli. Vendetta e voglia di libertà li guideranno contro la nuova tiranna.

Gameplay non-morto

I protagonisti si presentano, seppur stereotipati, ben diversificati tra loro per armi e caratteristiche.
Romolo è un guerriero dotato di spadone, grande fisicamente, molto potente, ma piuttosto lento, rivestito da una minacciosa corazza nera. Remo è invece snello e veloce, equipaggiato di una coppia di spade; infine, la ragazza è armata di una falce, con una grande agilità, ma dalla scarsa forza fisica.
Il giocatore potrà scegliere, per ogni missione, quale dei tre utilizzare, in base al proprio modo di affrontare le difficoltà ed alla particolare situazione che si ritroverà ad affrontare.
Il titolo si presenta come un generico hack 'n' slash, piuttosto canonico nell'impostazione dei controlli e nella struttura degli schemi. Tuttavia la possibilità di comandare un piccolo esercito di zombie potrebbe rendere questo Undead Knights decisamente più interessante.
I tre non-morti infatti possono riportare in vita i nemici sconfitti, e utilizzarli non solo come truppe da lanciare all'assalto, ma anche per risolvere dei puzzle. L'esercito di “Brain Eaters” si rivelerà piuttosto dinamico, assolvendo ad un numero eccezionale di funzioni: ad esempio, si potranno disporre gli zombi come fossero un di ponte di carne (marcescente), per superare un fossato; ancora, i non-morti saranno in grado di eseguire azioni particolari, quali abbattere una torre, un portone, o aggrapparsi ad un corpulento avversario per rallentarne i movimenti e lasciare che il prtagonista lo colpisca quindi con più efficacia.
Allo stato attuale dei lavori è possibile creare manipoli di dieci Zombie contemporaneamente, anche se nella versione completa il numero potrebbe aumentare. Il controllo del proprio esercito avviene tramite un'interfaccia semplice ed intuitiva. Resterà tuttavia da verificare come l'intelligenza artificiale risponde agli input del giocatore.

Gli Zombie, in ogni caso, potranno tornare utili anche nella lotta diretta contro gli avversari, non solo attaccando i guerrieri in fin di vita, ma prestandosi ad una serie di utilizzi meno convenzionali. Ad esempio, i vostri decerebrati sottoposti potranno risultare un ottimo scudo contro dardi, fino a diventare perfette “bombe di carne”, da spappolare al suolo in uno dei più violenti attacchi ad area disponibili. I trailer mostrano altre situazioni (al limite del surreale), che di sicuro avremo modo di scoprire nei prossimi eventi dedicati alla stampa.

Confermato dagli sviluppatori inoltre il multiplayer per quattro giocatori e molte modalità ad esso correlate, tra cui il classico deathmatch rivisitato in chiave zombi, nonchè una particolare gara di velocità che vedrà come obiettivo l'annientamento di un boss.

Tecnica

Tecnicamente il titolo Tecmo sembra sfruttare bene le potenzialità della PSP, pur senza eccellere. I personaggi principali denotano una buona realizzazione d'insieme e il comparto animazioni in generale sembra essere nella media. Buona anche la realizzazione del fuoco e dei vari effetti speciali che accompagnano ogni colpo dei tre anti-eroi.
Piuttosto sottotono invece la realizzazione degli zombie, che presentano modelli poligonali molto semplici e tutti uguali tra loro.


Il sonoro, costituito da tracce prevalentemente heavy metal, garantirà un giusto accompagnamento alle violente scorribande del giocatore.


L'uscita nei negozi non è lontanissima, ma speriamo che nel poco tempo ancora a disposizione il team lavori per apportare delle migliorie al comparto tecnico, specialmente alle texture ambientali, che ci sono parse abbastanza povere.

Undead Knights L'idea alla base dei Undead Knights è buona, e sembra proporre un concept di gioco divertente anche se non totalmente originale. Molti dubbi tuttavia rimangono e verranno dipanati solo all'uscita del gioco, prevista per quest'anno in Giappone e per il 2010 in Europa. Se l'intelligenza artificiale che controllerà gli zombie si rivelerà adeguata e se ambientazioni e situazioni saranno abbastanza varie, il titolo riuscirà a ritagliarsi un posto nella softeca degli amanti del genere.