Anteprima Xenoblade

In attesa dell'annuncio occidentale ricapitoliamo cosa offre l'RPG di Monolith Soft

anteprima Xenoblade
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Wii
  • 3DS
Adriano Della Corte Adriano Della Corte Da quando ha ricevuto in regalo il suo primo Gameboy all'età di 5 anni, non ha mai smesso di giocare. Grande appassionato di platform e di epiche avventure. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

Quando abbiamo sentito parlare per la prima volta di Xenoblabe, si trattava dell'E3 2009. Tra un Metroid: Other M, un Sin & Punishment 2 e un New Super Mario Bros Wii, quasi ignorato dai più venne anche presentato un piccolo spezzone video che mostrava un RPG sviluppato da Monolith Soft, chiamato Monado: Beginning of the Word. Il titolo al tempo passò in sordina soprattutto per la scarsità di informazioni disponibili e per la realizzazione tecnica che lasciava molti dubbi ed incertezze nei giocatori. Passarono molti mesi prima di poter sentire parlare di nuovo di Monado. Nello scorso Gennaio, Nintendo durante una conferenza mensile con gli investitori giapponesi, presentò al pubblico il titolo sotto il nome di Xenoblade, non nascondendo la volontà di onorare con il nuovo nome i fasti e la gloria di Xenogears. Nei mesi successivi all'annuncio, le informazioni riguardanti Xenoblade hanno rivelato a poco a poco la vasta struttura che gli sviluppatori hanno creato attorno al punto focale del gioco, ovvero la scelta particolare di modellare tutto il mondo di Xenoblade sulla superficie di due enormi divinità esanimi.

Macro e Micro Cosmo

L'universo creato da Monolith Soft per Xenoblade è composto unicamente da due enormi corpi appartenenti a due antiche divinità, Kyoshin e Kishin, in conflitto tra loro, che agli albori dei tempi si scontrarono senza che nessuna delle due uscisse vincitrice. I resti senza vita, rimasti immobili ancora in posa da combattimento, sono le uniche terre emerse in uno sconfinato oceano. Con il passare dei secoli sulle due divinità è nata la vita: una rigogliosa vegetazione ha ricoperto gran parte dei due corpi e si sono sviluppate due civiltà evolute, dislocate sula schiena di ciascuna divinità. Coloro i quali vivono su Kyoshin si sono divisi in tre tribù differenti. Gli Homs, razza molto simile a quella umana, che ha creato diversi insediamenti nella parte bassa di Kyoshin, I Nopon, mercanti erranti, e i Nienter, una tribù molto evoluta ormai diventata leggenda, che si dice abbia antiche origini e che risieda nella zona del cuore della gigantesca divinità. Il mondo di Kishin invece è popolato da una razza guerriera ostile al mondo di Kyoshin, formata da macchine da guerra pronte ad annientare le forme di vita organica. In questo contesto è ambientata la storia di Xenoblade: Shulk, il protagonista del gioco, è un Homs orfano dei genitori che è cresciuto nel suo villaggio in tranquillità, fino al giorno in cui un'incursione dell'esercito Kishin non ha distrutto la sua casa e messo in pericolo la vita dei suoi amici più cari. La razza degli Homs è da sempre in possesso di una speciale spada chiamata "Monado", intrisa di un immenso potere, capace di colpire esclusivamente l'armata Kishin. Questa spada non può essere maneggiata da tutti: solo alcuni prescelti possono impugnarla ed utilizzarla nel migliore dei modi. In passato questa spada apparteneva ad un eroe del villaggio di Shulk, Dumban, ma da quando fu ferito gravemente durante una dura battaglia, egli non è più in grado di impugnarla. Quando, durante una nuova ondata di attacchi, Shulk scopre di riuscire a utilizzare la spada divina, parte con i suoi compagni per l'avventura più grande della sua vita, attraverso le diverse regioni di Kyoshin e Kishin, per sconfiggere una volta per tutte la minaccia nemica, attraverso la conoscenza delle antiche leggende del passato, e del misterioso potere della spada Monado, che sembra essere collegata all'antico scontro delle due divinità che hanno dato origine al tutto.

Libertà di movimento

Xenoblade sembra offrire una mappa del mondo di enormi dimensioni. I corpi delle due divinità saranno suddivisi in diverse aree ed il giocatore potrà esplorarle interamente senza che ci siano tempi di caricamento. Il titolo offre una vasta gamma di ambientazioni differenti: vasti campi con spettacolari cascate, ambienti marini ricchi di spiagge e distese d'acqua, città rurali o tecnologicamente avanzate. Il nostro personaggio potrà correre, nuotare e anche effettuare salti dagli enormi dislivelli che le mappe del gioco, decisamente non lineari, offriranno. Gli sviluppatori prometto inoltre che l'esplorazione avrà un peso importante durante i viaggi, grazie alla possibilità di scoprire aree segrete e nuove strade nelle diverse zone. L'ambiente di gioco inoltre è dotato di un ciclo che alternerà giorno e notte, con gli eventuali cambiamenti che il tempo apporterà a tutti gli elementi interattivi del gioco, soprattutto per quel che riguarda i NPC che incontreremo nelle città e nei villaggi. I personaggi non giocabili saranno interrogabili dai giocatori, e molto spesso offriranno nuovi spunti di gioco, con l'introduzione di miniquest secondarie. Un sistema di legami tra i vari personaggi, ci manterrà in continuo aggiornamento sulle varie relazioni che instaureremo con loro, permettendoci, una volta esaudite determinate condizioni, di sbloccare nuovi eventi e scoprire nuovi dettagli sulla loro storia.

Dinamismo nei combattimenti

Una delle peculiari caratteristiche di Xenoblade risiede nel battle system. Il gioco, fin dalle prime rivelazioni, ha focalizzato l'attenzione sul fatto che le battaglie all'interno delle aree esplorabili fossero in tempo reale, senza nessuna distinzione tra fasi esplorative e fasi di lotta. I nemici che incontreremo durante il gioco saranno presenti e visibili durante l'avanzamento verso il nostro obiettivo principale, e si muoveranno utilizzando schemi strategici diversi per tipologia di creatura. Non appena il giocatore si avvicinerà al nemico, partirà lo scontro. Noi ed il nostro party circonderemo il nemico, con gli attacchi standard eseguiti in automatico sia da noi che dai nostri compagni, gestiti dalla CPU. Attraverso un menù che comparirà in basso sullo schermo, potremo selezionare le abilità, le magie e gli attacchi speciali, rappresentati da icone circolari, selezionabili attraverso l'uso dei tasti del telecomando Wii. Dal menù di gioco dedicato alla combinazione delle "Arti" potremo creare delle combo di mosse speciali da eseguire in unione con quelle degli altri membri, in modo da concatenare attacchi devastanti, e sconfiggere anche i mostri più tenaci. Il battle system offre anche l'opzione "Party Gauge", che ci permette di cooperare insieme agli altri personaggi. Una volta che l'apposita barra raggiungerà un livello sufficiente, potremo effettuare attacchi a catena, selezionando in successione le arti per ogni membro del gruppo. Grazie poi alla speciale abilità della spada Monado, dotata del potere di darci una visione del futuro imminente, saremo in grado di sapere in anticipo se noi o un nostro compagno verrà attaccato, e decidere strategicamente se supportarlo con mosse curative, oppure continuare la battaglia sperando che con i nostri attacchi, il nemico perisca prima di poter effettuare l'attacco previsto nella nostra visione.

Un Mondo Epico

Xenoblade fa del suo setting ambientale il fulcro principale dell'esperienza di gioco. Il titolo sfrutta il dualismo di un micro e macro cosmo costituito dalle due gigantesche statue e dagli insediamenti rurali presenti sulla loro superficie. Il titolo offre scorci paesaggistici di un'epicità che sa di vecchia scuola, fatta da strutture architettoniche sia naturali che umane da mozzare il fiato. I trailer pubblicati ad oggi ci hanno dato la possibilità di scorgere cascate infinite, vaste foreste, villaggi modesti e città tecnologicamente avanzate. Il cielo, sfruttando il particolare mondo del gioco, ci presenta orizzonti bellissimi in cui è possibile scorgere, tra le nuvole presenti, altre parti dei corpi delle due divinità. Ma il titolo non ricrea magistralmente solo i fondali. Il dettaglio nella riproduzione di ogni singolo ciuffo d'erba, creatura, e effetto di luce del mondo che ci circonda risulta essere una cosa difficilmente vista in altre produzioni per la console Nintendo. Ovviamente il titolo graficamente non è esente da difetti, riscontrabili soprattutto nelle movenze e nelle espressioni dei personaggi. Le animazioni di movimento e corsa di Shulk e degli altri comprimari risultano essere abbastanza macchinose ed anche i volti e le espressioni spesso risultano non troppo convincenti. Sottolineiamo però che queste sbavature sono elementi superficiali di un comparto tecnico decisamente appetibile per gli amanti degli RPG. Altro aspetto molto curato del titolo sembra essere la colonna sonora. Alla creazione dei brani ambientali e ai temi principali presenti nel gioco hanno lavorato personaggi di spicco nell'ambiente musicale videoludico come Yoko Shimomura (Kingdom Hearts / Street Fighter II) e Yasunori Mitsuda (Chrono Trigger / Xenosaga). I brani che abbiamo potuto ascoltare offrono un mix variegato di suoni, utilizzati per caratterizzare il lato umano e quello meccanico dell'ambientazione di gioco. Temi musicali e ballate composte da pianoforte e violini si frappongono a tracce più dure, composte da chitarre e altri strumenti elettronici. Il srisultato generale sembra essere coinvolgente ed emozionante.

Xenoblade Chronicles Xenoblade sembra unire classicismo e innovazione in un unico prodotto che presenta tratti originali in quai tutti i suoi frangenti. Un mondo vivo, interattivo e pulsante come non mai è solo la chiave per poter scoprire un comparto ludico e tecnico sulla carta curato e profondo. Una vasta gamma di ambienti esplorabili e intriganti, un sistema di combattimento che promette azione e coinvolgimento da parte del giocatore, e tutti gli elementi di contorno come sub quest e altri diversivi alla storia principale, sono i motivi per attendere con trepidazione il tanto atteso annuncio occidentale di Xenoblade.

Che voto dai a: Xenoblade Chronicles

Media Voto Utenti
Voti totali: 90
8.7
nd