Rainbow Six Siege Adesso online

Alla scoperta delle ultime novità dello sparatutto Ubisoft!

First look A Game of Thrones RPG

Un gioco di ruolo per le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco

first look A Game of Thrones RPG
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • Pc
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Consideratelo un fatto eccezionale. Parliamo quest'oggi di un videogame il cui sviluppo ancora non è stato ufficializzato, ma di cui già si conosce abbastanza per scrivere un'agile anteprima.
Tutt'ora il nome ufficiale è tabù: A Game of Thrones RPG è il codename che gli sviluppatori francesi di Cyanide (Blood Bowl, Pro Cycling Manager) sussurrano a quanti chiedono loro di spiegare cosa bolle nel pentolone. Il silenzio mediatico si giustifica anche e sopratutto con l'imminente lancio dello strategico A Game of Thrones Genesis, prequel degli eventi narrati nella saga fantasy Cronache del Ghiaccio e del Fuoco dello scrittore George R.R. Martin.
Non ne parleremmo con così largo anticipo se, insieme ai libri, non fossimo stati scottati dalla serie tv rivelazione dell'anno Game of Thrones, andata in onda negli USA questa Primavera su HBO e in Italia da Novembre su Sky Cinema. I due videogiochi dello studio francese, però, non traggono ispirazione dalle atmosfere di quest'ultima, focalizzandosi sugli ambienti cartacei per l'ovvia questione di diritti licenziati.

Il potere logora chi non ce l'ha

Atmosfere fantasy in grande stile al servizio di intrighi e cospirazioni, sospetti e onore: in Game of Thrones l'elemento magico è poco presente (almeno nei primi tomi), a dettar legge sono le debolezze umane e la smania di potere. Un impasto medievale decisamente piccante per il gioco di ruolo occidentale, abituato a trafficare con mana, leghe improbabili e potenziamenti incantati.
I due protagonisti selezionabili di A Game of Thrones RPG, Mors e Alester, convivono senza saperlo con questa privazione, che non condiziona invece i colleghi di Bethesda e Bioware. Il primo è un Guardiano della Notte, casta fratellanza che protegge la Barriera oltre la quale dimorano i Bruti; robusto e sempre seguito da un fido mastino (controllabile in certi frangenti), si avventura nei Sette Regni alla ricerca di una ragazza sua protetta. Alester dal canto suo appartiene alla congregazione dei Preti Rossi, deciso a riconquistare il feudo paterno perduto alla sua morte. Dinnanzi a tali premesse storciamo un pelino il naso: i due protagonisti si distinguono non poco dai personaggi usciti dalla penna di Martin, la cui massima ambizione era sedere sul Trono di spade. Mors e Alester puntano maggiormente verso il basso preoccupandosi del loro destino, senza scomodare le grandi case che governano i Sette Regni.
Non è da escludere che Cyanide abbia scelto tale approccio con l'obiettivo di offrire una "scampagnata" lungo l'iconico continente di Westeros, deputando lo strategico Genesis a più epiche inquadrature.
Le due storie procedono separatamente (la modalità cooperativa non sfiora per il momento gli sviluppatori), ma come è giusto che sia si intersecheranno in certi punti, facendo la conoscenza dei condottieri dei romanzi nonché delle suggestive ambientazioni come la Barriera, Grande Inverno e Approdo del Re.
Per certi versi l'impostazione immaginifica ricorda Il signore degli Anelli La guerra del Nord, parentesi narrativa inedita per la saga di Tolkien capace comunque di riservarsi sporadici incontri con la Compagnia dell'Anello. Cyanide intende così facendo contentare con tutta una serie di cammeo gli appassionati delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco. Va da sé che tutti gli altri difficilmente coglieranno una narrazione e una ambientazione con smisurati appigli verso il materiale cartaceo originario.

Winter Is Coming

Il gameplay si prospetta ricco d'azione in tempo reale, ricalcando con una certa enfasi quanto il team di sviluppo sta approntando per il futuro gioco di ruolo Of Orcs and Men. Tra le novità di rilievo vi è la facoltà di rallentare il tempo (non bloccarlo sia chiaro) onde castare qualche incantesimo oppure equipaggiare una pozione curativa. Così facendo si elimina la transizione in-game/menù, esaltando la dinamicità delle fasi d'azione, la realizzazione di combo e prodezze a fil di spada. Sovente sarà concesso una qualche azione stealth; mettendo inizialmente da parte la forza bruta forse si potranno eliminare più nemici aggirandole di sorpresa, in maniera non dissimile da quanto similarmente propose Viking Battle for Asgard.
Fuori dalla lotta è la diplomazia l'arma più richiesta. Gli NPC porranno delle domande al giocatore, il quale sarà libero di selezionare la risposta che più gli aggrada (Mass Effect docet): preferirete un approccio più frontale e magari risolvere la questione a sberle, oppure farete sibilare la vostra lingua scomodando menzogne e dietrologie?
Simili scelte influiranno parzialmente sull'andamento dell'avventura, sfociando infine in uno dei quattro finali, atto conclusivo dei 16 capitoli previsti per una durata complessiva della quest principale tra le 20 e le 30 ore.

Game of Thrones A Game of Thrones RPG uscirà nel 2012 su Playstation 3, Xbox 360 e PC sfruttando la scia di successo della saga fantasy Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, nonché la serie tv HBO Game of Thrones. Il videogioco, però, sfrutta il solo immaginario cartaceo e coinvolge personaggi ex-novo nel corso delle sue vicende: Mors e Alester combattono per ragioni personali e si smarcano parzialmente dalla cupidigia fino a sé stesso dei vari Stark e Lannister. Nonostante certe discutibili prese di posizione, il titolo Cyanide si dimostra solido nel dipingere le lande dei Sette Regni, ricostruiti digitalmente grazie al supporto dell'Unreal Engine III. Attendiamo l'annuncio ufficiale di A Game of Thrones RPG, sperando di trovarci infine dinnanzi a un gioco di ruolo solido e non un mero esempio di fanservice virtuoso.

Che voto dai a: Game of Thrones

Media Voto Utenti
Voti totali: 57
4.9
nd