Battlefield 1 (Patch Ottobre) Oggi alle ore 15:00

Alla scoperta delle novità del Fall Update!

TGS 2015

First look Dragon Quest Builders

Dragon Quest incontra Minecraft su Playstation 4, Playstation 3 e Playstation Vita. La demo presentata al Tokyo Game Show mostra punti di contatto e differenze con il videogioco Mojang.

first look Dragon Quest Builders
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Ps3
  • PSVita
  • PS4
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Dragon Quest Builders è Minecraft traslato nel mondo di Dragon Quest. Sia che guardiate gli screenshot di annuncio, che proviate con mano la demo presente al Tokyo Game Show, emerge in maniera evidente come i game designer Square Enix abbiano senza troppo pudore ricalcato la formula del Builder firmato Mojang, personalizzando a mala pena il comparto grafico.
Si potrebbe discutere dell'eticità dell'operazione di copiatura, ma è anche vero che la possibilità di costruire da zero la mappa di un proprio RPG sia un qualcosa che almeno una volta nella vita è venuta in mente agli appassionati di giochi di ruolo: definire la posizione dei villaggi, smuovere montagne ed oltrepassare fiumi costruendo un ponte, sono tutti pensieri che hanno ben sfiorate le nostre menti.
Pensate quindi a Dragon Quest Builders come a un Minecraft su licenza Dragon Quest, dove i nomi di armi e nemici sono presi a prestito dalla longeva saga Enix, mentre il character design è in tutto e per tutto firmato da Akira Toriyama.
Dragon Quest Builders uscirà in Giappone il prossimo 28 Gennaio, in esclusiva sulle piattaforme Sony (Playstation 4, Playstation 3 e Playstation Vita). Tuttavia è' presto per dire se uscirà anche in Occidente, dove il marchio Dragon Quest è debole, mentre quello di Minecraft è onnipresente...

Mattoncini...giapponesi

Alefgard è il nome del mondo di gioco di Dragon Quest Builders. Non è un nome casuale, perchè è il medesimo continente del primo Dragon Quest, anno del Signore 1986: quelli che 30 anni fa erano sprite per forza di cose tecnologiche, oggi sono cubi di vari materiali per scelta artistica. Proprio come in Minecraft o in Terraria o anche -per restare in Giappone- con il semisconosciuto 3D Dot Game Heroes, un avventura alla Zelda sviluppata da From Software, il giocatore si ritroverà con un mondo di gioco da costruire e plasmare a propria immagine e somiglianza, spostando cubi da un luogo all'altro (pietre di montagne che diventano mattoni di una casa).
In Dragon Quest Builders la tabula rasa di insediamenti umani, castelli e strutture architettoniche (permangono solamente le alte montagne, le fitte foreste ed il vasto mare attorno) vanta anche una spiegazione narrativa, ovvero una guerra tra umani e demoni che ha ridotto in rovina il mondo: Dragonlord ha eliminato fisicamente l'eroe degli umani, ma non sa che nel frattempo un giovane avventuriero, maschile o femminile a discrezione del giocatore, è nato e sta pian piano ricostruendo la civiltà di Alefgard.

Per quanto riguarda il gameplay il giocatore deve sulle prime creare vari rifugi, anche spartani ma funzionali a garantire la sua sopravvivenza nelle ore notturne, dove i mostri si fanno più numerosi e agguerriti. Indi può procedere con l'esplorazione del cubettoso mondo, cercando di ricostruire le infrastrutture distrutte come ad esempio i ponti per oltrepassare mari e fiumi. L'esigenza di poter raggiungere senza difficoltà agni angolo del Continente è prioritaria inizialmente.
Sulla lunga distanza dovete ovviamente pensare ai vostri trascorsi con Minecraft, alla voglia di giocare a lungo senza avere un obiettivo definito, ma facendovi guidare dall'estro artistico, dalla voglia di combattere mostri e accumulare risorse. Non è ancora stato confermato, ma ci aspettiamo una sorta di modalità multiplayer cooperativa, quantomeno su Playstation 4.
Continuando con somiglianze e differenze rispetto a Minecraft, Dragon Quest Builders sembra avere una marcia in più sul fronte grafico e artistico. Aldilà del tratto caratteristico ed iper-collaudato di Toriyama, colpisce positivamente il giocatore il dettaglio delle texture ed i colori scintillanti di nemici ed elementi dello scenario: di fronte alla pixel art a dire il vero piuttosto sporca di Minecraft, la versione firmata Square Enix sceglie invece di donare maggior personalità ad un mondo dove tutto è squadrato.

Dragon Quest Builders Dragon Quest Builders fa incontrare i Builder à la Minecraft con i JRPG di cui Dragon Quest è massimo esponente. Sembrerebbe sulle prime un matrimonio che non s'ha da fare, e invece la demo presentata al Tokyo Game Show trasmette la sensazione opposta: l'opportunità di avere a disposizione un Continente vasto ed incontaminato, unita alla possibilità di dare forma a villaggi e dungeon potrebbe coronare uno dei maggiori sogni degli appassionati di giochi di ruolo. Dinnanzi ad una simile opportunità ci si dimentica di trovarsi al cospetto di una bieca copia di Minecraft e Terraria, mentre si apprezza lo stile grafico ed il dettaglio delle texture, le molte citazioni a Dragon Quest (sopratutto il capostipite del 1986) e lo sviluppo con in mente sin dal principio le piattaforme console (Sony in questo caso). Dragon Quest Builders uscirà in Giappone il 28 Gennaio 2016 su Playstation 4, Playstation 3 e Playstation Vita. E' ancora prematuro dire se poi seguirà ancche una pubblicazione occidentale: per il momento ci basta sapere che i designer nipponici hanno saputo far germogliare il seme scandinavo di Minecraft all'interno del fantasy firmato Dragon Quest.

Che voto dai a: Dragon Quest Builders

Media Voto Utenti
Voti totali: 19
7.8
nd