The Last Guardian Oggi alle ore 17:00

Giochiamo in diretta con il nuovo gioco di Fumito Ueda!

First look Football Manager 2010

Primo sguardo al nuovo gestionale di Sports Interactive

first look Football Manager 2010
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • iPhone
  • iPad
  • Pc
  • Psp

Settembre, fine dell’estate, cadono le foglie e si ritorna a parlare di calcio a 360°.
In ambiente videoludico, mentre la maggior parte della “massa” sta ancora decidendo se prendere Fifa o PES, o magari entrambi, il popolo degli amanti dei cosidetti “manageriali”, dopo aver potuto constatare l’ottimo ritorno di Championship Manager, era in attesa di notizie da Sports Interactive, software house inglese che, ormai da parecchi anni, si occupa dello sviluppo di quello che, almeno fino ad oggi, era senza ombra di dubbio il miglior titolo del genere presente in commercio: Football Manager.
Tali notizie, trapelate già da metà Agosto ma meglio approfondite in questi ultimi giorni, comprendono la data di uscita, fissata al 30 Ottobre prossimo, e delle novità più o meno importanti che andremo ora ad analizzare.

Novità tattiche

La prima cosa che salta all’occhio osservando gli ultimi screenshots rilasciati, è il completo restyling dell’interfaccia di gioco.
Sparito il classico menù a tendina sulla sinistra dello schermo, il gioco ora offre un’organizzazione diversa e, a detta degli sviluppatori, più pratica e funzionale, con un sistema di cartelle e sottocartelle meno invasive e che lasciano più spazio a schermo.
Due le novità sostanziali a livello di tattica: il nuovo “tactic creator” e la possibilità, durante ogni partita, di poter “urlare” ai propri giocatori cosa fare e come comportarsi, in maniera immediata.
Il sopracitato creatore di tattiche, recentemente mostrato in video, sembra essere più che altro una sorta di guida semplificata alla creazione della nostra tattica preferita: permetterà infatti di regolare lo schieramento in campo dei nostri giocatori mediante alcune preferenze di gioco ( formazione, filosofia di gioco, stile di gioco, ruolo dei giocatori, mansione del giocatore e strategia). Fatte queste scelte la nostra tattica apparirà in tutto il suo splendore nella pagina dedicata, e va detto che potremo decidere in ogni istante di cambiare questo o quel parametro, se non addirittura rifare tutto da capo.
Questa nuova funzione sembra quindi indirizzata a tutti quei giocatori che non amano perdere troppo tempo nella creazione dello schieramento in campo, lasciando la possibilità a tutti gli altri di creare le tattiche alla vecchia maniera, senza “aiuti” e con il classico sistema di frecce e siders ormai rodato.
C’è da dire che anche a livello di indicazioni ai singoli sono state fatte delle aggiunte: potremo infatti dire all’ala di giocare larga sulla linea del fallo laterale, oppure di tagliare in mezzo, mentre ad altri giocatori potrà essere lasciata la possibilità di muoversi dalla loro posizione e trovare gli spazi, e così via.
Per quanto riguarda le tattiche durante la partita, si potrà ora, in maniera immediata, impartire ordini ai nostri giocatori, mediante un menu a tendina nel quale scegliere istruzioni generiche (mantenere il possesso palla o giocare più larghi, per esempio) o cambi strategici.
Insomma tutte aggiunte che sembrano portare al gioco quell’immediatezza in più che, forse, prima mancava, ma che di cui qualcuno potrebbe non aver sentito la mancanza.
Saranno infine introdotti un sistema di analisi delle partite, dove potremo vedere un po’ tutto quello che è successo durante il match per rimediare a degli errori o appurare la bontà del nostro gioco, e un editor completamente rivisto, che ci permetterà addirittura di creare nuovi campionati in maniera molto intuitiva e che darà la possibilità alla vasta community che ruota attorno al gioco di rilasciare nuove modalità di gioco ed aggiornamenti in maniera ancora più semplice del solito.

Piccole rifiniture

A livello tecnico le novità più sostanziose rigurdano il famoso “match engine”, ovvero il motore 3D che ci permette di visualizzare le partite.
Anch’esso già mostrato in video, sembra quest’anno esser stato perfezionato in modo da risultare più realistico, si parla infatti di oltre 100 nuove animazioni, oltre a un sistema di condizioni atmosferiche che avranno ripercussioni visibili sulla partita, come neve o pioggia.
Per il resto tutto è simile all’edizione passata, quindi niente di eclatante a livello prettamente grafico, ma molto appagante per quanto riguarda la fedeltà delle riproposizioni degli schemi proposti e il realismo della partita.
C’è infine da considerare il fatto di come molti giocatori di Football Manager preferiscano ancora giocare con il solo commento delle partite, per cui parlare di match engine come punto debole del gioco lascia il tempo che trova, essendo comunque un’aggiunta più che altro estetica, senza la quale si sopravviveva benissimo anche in precedenza.

Football Manager 2010 Anche quest’anno Football Manager si presenta come un titolo di spessore e con una solidità pressoché invariata. Le novità presentate sembrano rivolte più che altro ad una maggiore immediatezza, senza privare però i giocatori più pretenziosi di tutto quel tatticismo classico della serie, che è rimasto immutato e presenta aggiunte interessanti. Se a questo si aggiunge un motore 3d rifinito ed un editor completo come non mai, non ci resta che aspettare fiduciosi il prossimo 30 Ottobre, nella speranza, come ogni anno, di avere però un prodotto esente da fastidiosi bug e che non richieda due mesi, con conseguenti patches, per essere giocato.