First look Pokémon X e Y

La nuova generazione di Pokémon è tridimensionale, su Nintendo 3DS e in contemporanea mondiale

first look Pokémon X e Y
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • 3DS
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

A nemmeno un anno di distanza dall'ultima coppia di episodi, Game Freak e Nintendo ci presentano la prossima generazione di Pokémon. La serie debutterà su Nintendo 3DS il prossimo Ottobre per la prima volta in contemporanea mondiale. Avete capito bene: fino ad ora gli utenti europei sono sempre stati abituati a tempi di attesa dai sei mesi all'anno e oltre, ma con i nuovi episodi Nintendo vuole mettere a dura prova il suo reparto localizzazione con una traduzione simultanea delle molte linee di dialogo. L'uscita in contemporanea "consentirà a tutti i giocatori di iniziare l'avventura nello stesso momento - ha dichiarato raggiante Tsunekazu Ishihara, CEO di The Pokémon Company - Gli appassionati di Pokémon di tutto il mondo potranno scoprire i segreti dei giochi Pokémon, raccogliere oggetti, fare scambi e lottare l'uno con l'altro fin da subito".
Il titolo uscirà in due edizioni denominate Pokémon X e Y: nessun colore, né metallo o pietra preziosa, ma un riferimento al DNA e ai due cromosomi. La fisionomia dei due Pokémon leggendari protagonisti dell'avventura ricorderà le lettere X e Y dell'alfabeto latino; Xerneas ha le sembianze di un volatile di colore rosso, mentre Yveltal è un cervo dalle zampe accuminate.
Tuttavia la novità che maggiormente colpisce l'occhio è il rinnovato motore grafico, concepito per imprimere un'ulteriore evoluzione verso la tridimensionalità del franchise. Un rinnovamento visibile sopratutto nei combattimenti, a questo punto totalmente sganciati da logiche bidimensionali e statiche.
Il recente Pokémon Direct ha annunciato ufficialmente Pokémon X e Y con un primo trailer: vediamo nel dettaglio cosa ci aspetterà ad ottobre in esclusiva Nintendo 3DS.

Non ti ho mai visto così...

Pur avendo a disposizione tecnologie e hardware capaci di gestire poligoni e tridimensionalità, Game Freak è sempre stata restia ad abbandonare totalmente la grafica bidimensionale. Passino Rubino e Zaffiro su Game Boy Advance, passino Pokémon Colosseum e XD per Gamecube in quanto affidati a terzi, ma Diamante e Perla, Bianco e Nero e relativo seguito hanno fatto il minimo sindacale appiccicando alcuni poligoni sulla confortevole e ultra-classica visuale 2d della serie.
Ora ci troviamo con Nintendo 3DS, il cui hardware è potente quanto quello del Wii, ed un comparto totalmente poligonale. Era ora ci viene da esclamare! Game Freak propone un colpo d'occhio buono anche se alcuni elementi del fondale tendono a sovrapporsi a quelli in primo piano, il cell shading è un po' impastato e i contorni non sono sempre eccezionali. Si tratta comunque di un trailer confezionato a partire da un titolo ancora in sviluppo e sopratutto visualizzato su schermi di ampiezza e risoluzione maggiore rispetto a Nintendo 3DS.
Anche se il comparto grafico durante le fasi esplorative non fa propriamente gridare al miracolo (su Nintendo 3DS si è visto di meglio...), speriamo vivamente che le ambientazioni visitate siano ricche di dettagli e chicche, così come che la telecamera conceda un briciolo di libertà al giocatore.

Il maggior passo in avanti sul fronte grafico è stato effettuato nelle fasi di combattimento. Finalmente i Pokémon non sono più figurine statiche ma poligoni e texture; si agitano non più sopra un cerchio riproducente il terreno della lotta, bensì all'interno di uno scenario anch'esso tridimensionale. Nel trailer ci è stata mostrata solamente una pianura adiacente alla foresta e probabilmente tale arena caratterizzerà tutte le battaglie affrontate in questo particolare setting, eppure la possibilità di vedere in tempo reale molti effetti prima riservati a qualche riga di testo o animazioni tra un turno e l'altro: potrete costantemente monitorare i cambiamenti climatici, la velocità del vento, gli effetti della confusione sul vostro Pokémon, e così via.
Le animazioni d'attacco sono un'altra novità: in Pokémon X e Y c'è almeno la parvenza di un attacco andato a segno, anche se il contatto tra Pokémon rivali è sottolineato da animazioni tutt'altro che credibili. E' un bel passo avanti rispetto alla staticità e le mosse da lontano degli episodi precedenti, ma in questo caso il beneficio è meramente scenografico.

Dove sono le novità?

A livello di gameplay l'impostazione pare essere alquanto classica. Un viaggio di formazione in compagnia di una squadra di 6 Pokémon, un team di cattivoni da sgominare, 8 capopalestra da affrontare e i fatidici Superquattro. Il continente su cui si baserà l'avventura di Pokémon X e Y sembra essere modellato sull'Ile-de-France, ovvero l'area comprendente Parigi e dintorni: la Torre Eiffel compare distintamente nel video-messaggio iniziale di Pikachu, la sua scarica elettrica si diffonde dalla Francia al resto del mondo, la celebre torre in ferro compare anche in versione in-game anche se a un primo sguardo sembra più simile alla Tokyo Tower. Per il franchise si tratterrebbe della prima volta in Europa, dopo aver esplorato in lungo e in largo le isole giapponesi ed aver fatto capolino a New York con Bianco e Nero.
Nel trailer si vede il giocatore correre lungo strade principali e strade di campagna costellate di tulipani, uscire da una reggia in puro stile Versailles ed entrare nel folto di un bosco debolmente illuminato, addirittura dondolarsi su una liana in stile Tarzan. Non mancano le palestre e le loro insidie prima di giungere al cospetto del boss: tra colonne di fuoco, ragnatele rimbalzanti e stanze in costante mutamento i capopalestra ci daranno sicuramente del filo da torcere!
Il giocatore potrà ovviamente giocare nei panni di una ragazza o di un ragazzo. La scelta è sopratutto estetica, ma dato il rinnovato motore grafico tridimensionale forse vedremo la faccia del nostro avatar con più frequenza: a cominciare dall'avvio dell'avventura in cui vi ammirerete in uno specchio! Analizzando il trailer sembra addirittura che il gioco offrirà alcune opzioni di customizzazione dell'abbigliamento: già nei passati episodi era possibile agghindare i propri Pokémon con nastrini e fiocchi, quindi non ci sembra così stralunato adoperarsi anche per ravvivare il proprio look. Tornerebbe anche utile negli scontri multiplayer, per differenziarsi dagli altri giocatori e non vedersi assegnare randomicamente l'identità del Pigliamosche.

Pokémon X e Y offriranno 50 nuove creature da catturare e allenare. Un po' pochine a conti fatti: dopo il reboot di Pokémon Bianco e Nero con 150 Pokémon inediti, vederne appena un terzo non è confortante. Certo torneranno i 649 delle passate generazioni, alcuni si sono già visti nel trailer (Psyduck, Dratini), altri saranno presenti nelle game card, altri ancora pare saranno rilasciati via DLC. Tra le altre cose dubitiamo fortemente sia possibile scambiare Pokémon tra Nintendo 3DS e DS, a meno che Game Freak non si inventi qualche magheggio particolare. Il director Junichi Masuda ha dichiarato in proposito: "le funzioni di comunicazione porteranno il sorriso sul volto dei giocatori di tutto il mondo". Dovremmo credergli...
Nel trailer sono stati inoltre mostrati i tre starter: Chespin è uno scoiattolo di tipo Erba, Fennekin è un fennec Fuoco e Froakie è una rana d'Acqua.

Pokémon X e Y Il primo annuncio dell'anno è di quelli che non ti aspetti. I Pokémon debuttano su Nintendo 3DS forti di un motore grafico finalmente tridimensionale anche se non dimentica il colpo d'occhio dei precedenti episodi. Il continente di gioco si basa sulla regione attorno a Parigi, caratterizzata da innumerevoli scorci suggestivi e possibilità esplorative impossibili negli episodi precedenti. Il numero di nuovi Pokémon si ferma alla soglia di 50, inclusi i tre starter e i due leggendari; in un modo o nell'altro tutti i 600 e passa Pokémon precedenti torneranno e beneficeranno della rinnovata impostazione dei combattimenti. Non resta quindi che attendere il prossimo ottobre quando tutti gli allenatori del mondo potranno saziarsi alla tavola di Game Freak!

Che voto dai a: Pokémon X e Y

Media Voto Utenti
Voti totali: 45
8.5
nd