First look Project Eternity

Un primo sguardo al gioco di ruolo con grafica isometrica, dai creatori delle serie Baldur's Gate e Fallout.

first look Project Eternity
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
Alessandro Sordelli inizia la sua avventura videoludica ereditando un leggendario Commodore 64 a cassette magnetiche, computer che gli apre le porte ai giochi di ruolo e tutto ciò che è fantascienza. Pur nutrendo da sempre un particolare amore per la piattaforma PC, non disdegna il panorama console. E' in giro su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Se giocate su computer da molto tempo, certamente ricorderete i tempi d'oro del gioco di ruolo, quel RPG a turni e ad alto contenuto strategico consacrato da Black Isle Studios con i titoli della serie Baldur's Gate, Icewind Dale e Fallout. Alcuni tra i più affezionati del genere, considerano ancora i giochi realizzati dall'ormai defunta Black Isle dei capolavori imbattuti sul piano narrativo, pregni di un'atmosfera fantasy davvero fuori dal comune. Project Eternity è un ambizioso e particolarissimo progetto, che vede riportare in auge uno dei generi videoludici più amati sulla piattaforma computer, con un comparto tecnico che si costruisce attorno a dei canoni vecchi di vent'anni, quelli del isometrico bidimensionale. Per far questo, i ragazzi a lavoro sul progetto si sono affidati ad uno degli strumenti più in voga al giorno d'oggi, ovvero il crowd funding di Kickstarter. Questa volta però, non c'è una software house sconosciuta o un piccolo drappello di programmatori alle prime armi, pieni di idee e tanta volontà, ma la bellezza di una casa di sviluppo famosa e talentuosa, alla disperata ricerca di un finanziamento per un progetto che va in contrasto con un mercato duro e una crisi che taglia le gambe a tutti quei progetti che non incontrano la fiducia dei grandi publisher.

L'ETERNA OSSIDIANA

Non vi dice nulla Obsidian Entertainment? Scommettiamo che ci basta fare qualche nome per farvi subito tornare la memoria, o per lo meno destare grande interesse laddove c'era solo un po' di curiosità. Era il 2003 quando dalle ceneri di Black Isle Studios, nacque un nuovo studio di sviluppo maturo e capace, rappresentato da programmatori e developer con molta esperienza sulle spalle e la voglia di continuare a costruire mondi virtuali sempre più complessi e divertenti.
Dal 2004 ad oggi, la software house californiana ha realizzato moltissimi titoli importanti ed ambiziosi: impossibile non ricordare Star Wars: the Old Republic II - The Sith Lords, ambientato nell'universo partorito dalla geniale mente di George Lucas, uno dei giochi di ruolo meglio riusciti della recente storia videoludica; ma cosa dire di Neverwinter Nights 2, il seguito dell'acclamato RPG ispirato al lore fantasy dei Forgotten Realms di Dungeons & Dragons. Ma non è finita qui, perché rimangono da citare l'importante Fallout: New Vegas, prima persona role play che trova luogo in un setting post atomico, e l'imminente South Park: The Sitck of Truth, scanzonato gioco di ruolo con protagonisti i personaggi della serie televisiva più irriverente del piccolo schermo. I ragazzi di Irvine sono al lavoro anche su un altro importante titolo, un nuovo RPG ispirato alla famosa saga fantasy La Ruota della Verità di Robert Jordan, autore per altro recentemente scomparso a causa di una rara malattia, una mancanza che ha lasciato una profonda ferita nel panorama del fantasy, nonché tanti fan a bocca asciutta visto che la saga da lui inaugurata non era ancora giunta a conclusione. Non è ancora chiaro il destino di questo titolo fantasy, ecco perché Obsidian ha pensato di porsi avanti e investire tempo e denaro nel progetto oggi conosciuto con il nome "Eternity".

IL PROGETTO

Come avrete sicuramente capito, la specialità di Obsidian sono i giochi di ruolo, realizzati e portati avanti dal team grazie ad una forte passione, e un eccezionale talento che li ha spinti a realizzare prodotti di grande qualità e spessore. Il desiderio del dev team è di regalare ai fan la miglior esperienza possibile nel campo del gioco di ruolo, con una storia intricata e appassionante, un mondo complesso e verosimile, dei personaggi fortemente caratterizzati e degli ambienti vasti tutti da esplorare. A tutto questo non può mancare un gameplay fortemente tattico, che ammicca ai tecnicismi del gioco di ruolo cartaceo. A detta del team in uno dei videoblog fino ad ora rilasciati, sarà possibile mettere in pausa il gioco per scegliere la tattica migliore e il modo per approcciare il nemico, un sistema di combattimento davvero caratteristico di un'intera generazione videoludica. La narrazione è al centro di un'esperienza che vuole essere il più coinvolgente possibile, una risposta ai recenti capolavori del genere come The Witcher 2. Chris Avellone, celebre per il suo contributo a Planescape: Torment, il gioco di ruolo a grafica isometrica più amato dai fan, ci conferma dell'incredibile impegno degli sceneggiatori del gioco, in questo momento impegnati a scrivere le numerosissime linee di dialogo che comporranno la storyline del nuovo gioco targato Obsidian.
Qualche raro concept art ci svela il design di un gioco che vuole ricalcare gli stilemi dei grandi illustratori del fantasy, come Frank Frazetta, con il tratto tipico dell'iconografica epica che da sempre contraddistingue il genere.
Nel mondo di Project Eternity la magia non sarà affatto cosa rara, ma anzi molto comune e direttamente collegata alle anime dei singoli individui. Da questo elemento ne deduciamo che ci sarà anche un discreto pantheon a fare da supporto a tutto quel che è l'arcano e il magico infuso nell'ambientazione. Questa volta ci troviamo al cospetto di una creazione completamente originale, quindi non derivatata da un setting con regole e lore prestabiliti, come quelle di Star Wars o di Dungeons & Dragons: questo permetterà agli sviluppatori di esprimere liberamente il loro potenziale, un po' com'era avvenuto con Dragon Age: Origin di Bioware.

CONSACRATI ALLE DUE DIMENSIONI

Il titolo "Project Eternity" sembra voler suggerire ai fan di vecchia data e ai giocatori dei classici per computer che i giochi di ruolo vecchio stampo e con grafica bidimensionale non moriranno mai. Ne sono un chiaro esempio anche i remake in HD di Baldur's Gate di prossimo arrivo, dei giochi accompagnati da una fremente attesa da parte di utenti e appassionati da tutto il mondo.
Il ritorno alle due dimensioni non vuole solo essere un omaggio ai vecchi capolavori dei tempi di Black Isle Studios, ma un vero e proprio voto, un atto di fede operato da ogni singolo sviluppatore coinvolto nel progetto, al fine di realizzare un titolo che possa essere una novità assoluta pur proponendo qualcosa di sostanzialmente antiquato.
La prima immagine rilasciata al pubblico (che potete vedere qui sopra) è davvero incredibile, e mostra uno scorcio paesaggistico con ripresa isometrica, uno scatto che ci fa dono di una grafica praticamente fotorealistica, un'immagine che tuttavia lascia il beneficio del dubbio e non fa pienamente intendere la genuinità dello stesso screenshot.

Pillars of Eternity Project Eternity ha raccolto su Kickstarter la bellezza di 4 milioni di dollari, un finanziamento insolitamente alto per un progetto videoludico dalla veste grafica inusuale - per non dire vetusta - su una piattaforma data ironicamente per morta da alcuni esperti e critici operanti nel settore. Non sarà facile regalare ai giocatori di vecchia data la stessa magia dei grandi giochi di ruolo che hanno incantato milioni di giocatori tra la fine degli anni '90 e il 2000, ma se come noi avete giocato e rigiocato i vecchi classici del gioco di ruolo su PC, allora capirete che la fiducia che dobbiamo riporre in questo progetto è veramente alta. Confidando in qualche nuova informazione e screenshot, vi raccomandiamo di restare sintonizzati sulle nostre pagine per tutti gli aggiornamenti del caso.

Che voto dai a: Pillars of Eternity

Media Voto Utenti
Voti totali: 24
8.4
nd