First look RIDE

Una serata di gala alla scoperta della nuova IP Milestone

first look RIDE
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
Alessandro Trufolo Alessandro Trufolo ha visto la sua prima schermata di Game Over in età precoce: per il trauma, è cresciuto inserendo cartucce e dischi vari in qualsiasi console o computer gli capitasse a tiro. Quando ha deciso che di videogiochi voleva anche scriverne e parlarne, il dramma si è completato. Aiutatelo a superarlo su Facebook, Twitter e Google+.

L'annuncio di una nuova IP è sempre un buon sintomo all'interno di un'industria ormai dominata da sequel e franchise di ogni genere e qualità. Quando questo annuncio, poi, viene dato da una delle realtà più solide dello sviluppo italiano, ciò non può che riempire il nostro cuore di giocatori con orgoglio e speranza. La location protagonista dell'evento di presentazione è quella dello spazio 10 WATT di Milano in piena Zona Navigli e, non appena arrivati sul posto, non è difficile capire quale sarà il fulcro attorno al quale ruoterà il nuovo titolo Milestone: in ognuna delle aree messe a disposizione per l'evento, infatti, fa bella mostra di se un diverso bolide a due ruote, formando un insieme che abbraccia praticamente ogni categoria di moto esistente o quasi.
E' subito bene togliersi dalla testa l'assonanza Milestone - Moto GP, però, perché i protagonisti della serata non sono i potentissimi prototipi guidati dai nostri beniamini sui circuiti di tutto il mondo, bensì i modelli che ogni appassionato tiene con cura nei propri garage o sogna di possedere.

THE REAL MOTORCYCLE SIMULATOR

Come spiegano Irvin Zonca e Michele Caletti (rispettivamente Capo del Design e dello Sviluppo presso Milestone) durante la prima presentazione ufficiale del gioco, Ride è un gioco creato 'dal basso': il feedback degli utenti è stato infatti fondamentale per avviare lo sviluppo (ormai in cantiere da circa due anni) di quello che, nelle intenzioni, punta a riempire uno dei vuoti delle quali le simulazioni di guida da sempre soffrono. La community chiedeva a gran voce un gioco che trasportasse su schermo non solo l'emozione della pura competizione, ma anche il piacere di possedere, modificare e personalizzare la propria moto, e Ride è la risposta di Milestone.
Prima che siano gli stessi sviluppatori a farlo, la testa di tutti i presenti vola verso facili parallelismi con quello che, a tutti gli effetti, è il titolo che ha cambiato per sempre i racing game moderni: Gran Turismo non è infatti un metro di paragone per Milestone, ma un obiettivo ed una fonte d'ispirazione che il talentuoso team di sviluppo italiano vuole declinare a suo modo e su due ruote. Realizzato per i giocatori ma creato sull’esperienza degli appassionati di moto, la prima IP inedita di Milestone offrirà la possibilità di salire in sella ad oltre 100 moto, divise in 4 categorie diverse - Superbikes, Supersports, Naked, Moto Storiche - e utilizzabili su una grande varietà di tracciati cittadini, country o circuiti storici legati al mondo del motociclo.

Ben quattordici saranno le case costruttrici a disposizione dei giocatori e comprenderanno marchi provenienti dai maggiori mercati mondiali come Italia, Giappone, Germania e molti altri.
Un ulteriore elemento di spicco verrà dato dalla possibilità di personalizzare ogni aspetto del proprio pilota: caschi, tute, guanti e accessori dei maggiori produttori saranno presenti per la gioia di tutti gli appassionati, che potranno così ricreare il personalissimo kit in loro possesso o acquistare quello dei loro sogni in completa libertà.
Nonostante i dettagli circa le varie modalità di gioco siano stati per ora rilasciati con il proverbiale contagocce, sappiamo che in Ride potremo prendere parte ad una classica modalità Carriera che ci condurrà lungo la classica scalata da piloti della Domenica impegnati in gare minori a veri e propri assi delle due ruote alle prese con competizioni offline ed online di primissimo livello; a questo proposito è già noto anche il numero di riders che potranno prendere parte alle varie gare, con un tetto massimo di sedici elementi per le gare in single player e dodici per quelle in multi.
Già resi noti anche i sistemi che accoglieranno questa nuova simulazione su due ruote tutta made in Italy, che abbracceranno, come sempre più spesso accade, entrambe le generazioni di console Microsoft e Sony attualmente attive sul mercato insieme alle versioni Windows PC e Steam.
Ancora nulla, putroppo, è dato sapere circa l'impostazione di gioco (se open world o più definita proprio come nel racing Poliphony Digital) ed eventuali elementi social all'interno di Ride, ma vista la release date fissata per la prossima primavera 2015, non mancheranno di certo ulteriori occasioni per approfondire questi e molti altri aspetti del nuovo titolo Milestone.

RIDE In attesa di nuovi e più succosi dettagli, la nuova IP Milestone sembra già caratterizzata da quella giusta ambizione che compone le fondamenta di ogni grande progetto: l'obiettivo di colmare il 'vuoto' attualmente esistente nelle simulazioni di guida su due ruote dando la possibilità a giocatori ed appassionati di vivere un'esperienza motociclistica a tuttotondo è infatti lodevole. Se l'esperienza maturata da Milestone durante gli anni possa trasformarsi in definitiva consacrazione è ancora prematuro da valutare, ma il semplice fatto che il 'Gran Turismo su due ruote' potrebbe vedere la luce sul nostro caro suolo italico, rende Ride un progetto da seguire attentamente da qui alla prossima primavera.