TGS 2010

First look The 3rd Birthday

Un primo sguardo da vicino al ritorno portatile di Aya

first look The 3rd Birthday
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Psp

Alzi la mano chi, tra tutti voi, si ricorda di Parasite Eve, la serie a metà tra RPG e survival horror curata all'inizio degli anni 2000 dall'allora SquareSoft. I due episodi - il cui primo, purtroppo, non ebbe mai una release europea - ponevano l'utente nei panni della bellissima Aya Brea, che, coraggio alla mano, affrontava orde di temibili mostri con il solo scopo di salvare il mondo dalla rovina.
La serie, ispirata al romanzo omonimo di Hideki Sena (che ebbe anche un adattamento cinematografico) è rimasta nell'ombra per parecchio tempo dopo il rilascio di Parasite Eve II , al punto tale da far credere che fosse ormai morta e sepolta in mezzo alle miriadi di progetti degli sviluppatori Square.
A smentirci, però, già diverso tempo fa è sopraggiunto l'annuncio di una nuova alba per la serie dalla biondissima eroina, così radiosa da essere considerata come una nuova nascita, un ricominciare da capo: è questo il senso del titolo del nuovo Parasite Eve, chiamato semplicemente The 3rd Birthday, a voler rappresentare quella di Aya su Parasite Eve come una prima nascita, quella sul suolo europeo con la release di Parasite Eve II come una seconda, e infine questa, di nuova e portatile generazione, come terza.
A ormai pochi mesi dalla data d'uscita europea di questo terzo episodio, al Tokyo Game Show Square-Enix ha decisamente aperto le porte sul suo nuovo progetto, mostrando un nuovo trailer e una versione demo tutta da commentare.

Salvare il mondo su PSP

The 3rd Birthday è ambientato in un futuro non eccessivamente remoto (sembra che la trama si apra nel 24 Dicembre 2012), quando - durante la normale routine di preparativi che precede le feste - un'orda di mostri venuti dal nulla invade Manhattan: le creature, conosciute con il nome di Twisted, ergono una torre ugualmente mostruosa facendola semplicemente venir fuori dall'asfalto, e la battezzano con il nome Babel, loro rifugio e quartier generale.
È probabile - ma non confermato - che anche i Twisted, all'apparenza abbastanza diversi dai mostri incontrati negli altri due capitoli, siano - come i loro predecessori - il prodotto degli esperimenti condotti con i mitocondri da uno scienziato che, alla Victor Frankenstein, cercava di riportare in vita la sua donna.
Di fronte all'emergenza, le forze di difesa devono riorganizzarsi, e viene costituito il corpo CTI (Counter Twisted Investigation), comandato dalla brillante mente di Hyde Borh. Quest'ultimo mette a punto il sistema Overdrive, una nuova tecnologia che consente ad una persona di assumere i panni di un'altra, proiettandosi praticamente al suo interno. Quando la strategia viene sperimentata sul campo, però, solamente Aya Brea sembra adatta a farne uso, e diviene per questo la punta di diamante del CTI.
Tutto questo - promette Square - dovrebbe però essere solamente la punta dell'iceberg, dal momento che sembra che Aya abbia perso la memoria, e sia perseguitata da sinistri incubi e da una clone gemella, Eve, che forse esiste solamente nella sua immaginazione.
La trama, insomma, si presenta come articolata e decisamente multistrato, con gli eventi legati all'invasione dei Twisted, le vicende della CTI e dei suoi membri (al momento sono stati annunciati anche l'agente Thelonius Cray, la Dottoressa Blank ed il cecchino Gabrielle, tutti rigorosamente disegnati da Tetsuya Nomura) e la storia personale della nostra controversa protagonista.

Giocare a The 3rd Birthday

Sembra che la nuova avventura di Aya si distaccherà dalle precedenti per un orientamento maggiormente volto all'action e allo sparatutto, piuttosto che al survival horror. Rimangono invece alcune piacevoli contaminazioni provenienti dal mondo dei giochi di ruolo, come l'ottenimento di punti esperienza che sbloccano nuove e potenti abilità.
Le ambientazioni, che non si limiteranno alla sola New York, sono ben realizzate e pullulano di Twisted, al punto che sarà necessario un intero squadrone di soldati CTI per averne ragione. A questo proposito, Aya potrà contare sul già accennato sistema Overdrive, attivabile con il tasto Triangolo: 'teletrasportarsi' all'interno del corpo di un alleato, che assumerà le sue sembianze, in modo da sfruttare la sua posizione e le sue armi a proprio vantaggio, e magari riuscire anche a salvargli la vita. Questa illuminante strategia di battaglia consente infatti sia di evitare la propria morte, prendendo il controllo e la posizione di un commilitone, sia magari di salvare quella di quest'ultimo, portandolo a combattere in maniera meno spregiudicata e più efficace. Tuttavia, se qualcosa dovesse andare storto e il nostro corpo ospitante dovesse rimanere ucciso mentre lo controlliamo, avremo a disposizione qualche secondo di tempo per abbandonarlo, perdendo però parecchi punti sulla riuscita della missione a causa del decesso dell'alleato.
Oltre a quest'abilità speciale, Aya potrà contare anche sulla Liberation: una volta che avremo riempito una barra mostrata in basso a destra sullo schermo, attiveremo l'omonima modalità, che consentirà alla bella protagonista di evitare tutti i colpi nemici, e sparare invece proiettili speciali ed estremamente letali.
Tuttavia, la nostra eroina non potrà utilizzare solamente abilità speciali, ma combattere anche faccia a faccia con i Twisted contando sul suo solo armamento: premendo il tasto dorsale L viene mostrato l'inventario delle quattro armi a disposizione, e la selezione di ciascuna di esse è affidata a uno dei tasti figura. Le armi vanno dalla pistola al fucile da cecchino, dal fucile d'assalto allo shotgun, e sono tutte calibrate in maniera tale da essere preferite in una data situazione piuttosto che in un'altra. Lo shotgun, ad esempio, sarà una scelta vantaggiosa solamente se vi trovate in prossimità del nemico, vista la sua scarsa efficacia dalle lunghe distanze.
Una volta scelta l'arma da utilizzare, la pressione del tasto R ci permetterà di agganciare automaticamente il nemico più vicino, che potremo colpire premendo il tasto Quadrato, fino a quando la sua barra vitale - mostrata sopra alla sua testa dopo l'agganciamento - non sarà esaurita. Square-Enix ha chiarito che non ci sarà una modalità di mira libera, dal momento che lo schermo della PSP non consente di avere una buona reattività sul controllo del proprio mirino, e per questo ha preferito inserire un sistema di lock-on automatico.
A queste armi da fuoco si aggiungono anche le granate, che Aya può lanciare con il tasto Cerchio, sistemando se necessario l'inquadratura mediante l'utilizzo del pad direzionale.
Oltre ad attaccare, la nostra alter-ego può e deve avere un approccio intelligente allo scontro, e per questo motivo potrà nascondersi dietro a qualsiasi oggetto che possa farle da scudo. Anche questo movimento avviene in maniera automatizzata, e basta premere il tasto Croce quando si è in prossimità di un potenziale nascondiglio per acquattarcisi dietro. Mentre è nascosta Aya recupera la sua barra vitale, quindi questa strategia potrebbe risultare indispensabile in alcuni frangenti del gioco particolarmente movimentati. Faccia a faccia col nemico Aya può ancora rotolare o schivare, sempre premendo il tasto Croce.
Mano a mano che ci faremo strada tra i Twisted, contando anche sulla bussola mostrata in alto a destra sullo schermo, lo scontro si farà sempre più duro, al punto tale che i vestiti di Aya si stracceranno via, finendo letteralmente in pezzi. Questo dettaglio del gioco ha fatto pensare ad uno spiccato erotismo e una volontaria provocazione sexy da parte degli sviluppatori (i vestiti di Aya si stracciano a tal punto che la nostra agente potrebbe rimanere solamente in lingerie), ma Square-Enix si è limitata ad affermare che è un effetto che è stato fortemente voluto solo per rendere il gioco ulteriormente realistico. Inoltre, nei vari save-point sarà possibile scegliere se ripristinare o meno i vestiti della bella eroina, anche se pare che andare in giro in solo intimo le causerà parecchi danni in più di quanti ne subirebbe dai medesimi attacchi se fosse invece vestita.
E, a proposito di vestiti, Square-Enix non si è smentita e, dopo aver annunciato il costume di Aya per Lightning in Dissidia Duodecim: Final Fantasy, ha annunciato il costume di Lightning per Aya in The 3rd Birthday. Una autoreferenzialità che ha coinvolto un po' tutti i titoli della famosa software house presentati a questo Tokyo Game Show.
È stato infine confermato che il gioco consentirà di effettuare un'installazione opzionale di 500mb su Memory Stick, consentendo di avere dei caricamenti limitatissimi che non minino in modo fastidioso l'esperienza di gioco.

The 3rd Birthday The 3rd Birthday è indubbiamente un atteso e gradito ritorno sulle console made in Sony. I trailer e la versione demo mostrati fino ad ora lasciano ben sperare riguardo alla qualità del prodotto finale, che dovrebbe godere di una sceneggiatura assolutamente all'altezza, e di un comparto ludico intelligente e dinamico. Il sistema Overdrive è a tutti gli effetti una garanzia, divertente e stimolante da utilizzare, e consentirà di affrontare le sparatorie in modo assolutamente non canonico, spostandosi da una parte all'altra della mappa per sfruttare la posizione avvantaggiata dei propri alleati. Anche il comparto grafico e il comparto sonoro sono apparsi decisamente robusti, e la sola presenza sul progetto degli sviluppatori di Final Fantasy VII: Crisis Core e di Final Fantasy XIII dovrebbe assicurare ai videogiocatori un Terzo Compleanno davvero degno di nota. Per scoprire se sarà reso onore alle alte aspettative di questo titolo sarà necessario aspettare fino a Dicembre in Giappone, e fino ai primi mesi del 2011 sul suolo Occidentale.

Che voto dai a: The 3rd Birthday

Media Voto Utenti
Voti totali: 26
6.6
nd