Gears of War 4: Consigli Tattici, Guida all'uso delle Armi ed i Migliori Trick

Guida utile ai neofiti di Gears Of War 4: consigli su come affrontare il multiplayer competitivo, con particolare attenzione a tecniche di movimento e armi

guida Gears of War 4: Consigli Tattici, Guida all'uso delle Armi ed i Migliori Trick
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox One

Gears Of War è indubbiamente uno di quei brand che ha segnato un'epoca, non tanto per la sua campagna single player, quanto per un multiplayer dalle dinamiche semplici ma incredibilmente solide, che negli anni è stato eletto a pietra miliare del genere. Abbiamo pensato di darvi alcuni suggerimenti per evitare di venire massacrati durante le prime partite online; il multiplayer di Gears Of War 4 riprende infatti le dinamiche del primo capitolo datato 2006, modificandole in maniera "educata" e mai invadente, ed è fondamentale conoscerne le caratteristiche principali per poterlo affrontare al meglio, visto che incontrerete da subito giocatori con molta esperienza alle spalle. Di seguito, la guida di Gears of War 4 con trucchi, consigli e strategie per il multiplayer.

GEARS OF WAR 4 - GUIDA AL MULTIPLAYER

L'aspetto muscoloso e virile dei personaggi potrebbe sicuramente ingannarvi, ma Gears non è un gioco dove vince il più violento: è invece una sfida di movimenti, di conoscenza della mappa, che richiede di saper interpretare al meglio le situazioni, senza contare la necessità di aver interiorizzato al meglio la capacità di movimento dei protagonisti ed il sistema di coperture. .

Le basi: guardarsi intorno e muoversi con cautela

Cominciamo della basi: muovetevi poco. Avete a disposizione un set di armi (di cui parleremo dopo) che vi consente di adottare diverse strategie e di non correre all'impazzata. Spesso le partite vengono decise del gioco di squadra piuttosto che da iniziative solitarie. Ciò non significa che dovrete starvene fermi in un angolo: cercate piuttosto di muovervi con oculatezza e di sferrare gli attacchi nel momento giusto. Non sottovalutate poi il fattore "mimetizzazione": se non prestate la giusta attenzione potrà facilmente capitare di correre vicino ad una copertura apparentemente "disabitata", per poi morire per via di un colpo di fucile a canne mozze direttamente in faccia. Cercate sempre di guardare con attenzione l'ambiente circostante e di sfruttare le coperture a vostro favore.

Sfruttate le nuove mosse

Gears 4 mette a disposizione anche un paio di nuove animazioni utili a stanare i nemici troppo pigri nel muoversi, quelli che interpretano male il consiglio "muoviti poco", e lo estremizzano non muovendosi proprio. Posizionarsi di fronte all'avversario, accucciati sul lato opposto del riparo, per poi utilizzare il tasto X, tirandolo con forza per poi finirlo, può essere una tattica vincente contro giocatori inesperti. Al contrario è più efficace il calcio che vi consente di scavalcare velocemente la copertura, arrivando in corsa e violentemente in faccia al vostro diretto opponente, per poi disintegrarlo con un colpo di Gnasher.

Wallbouncing: cosa è e come usarlo

Una volta presa la dovuta confidenza con queste che sono le dinamiche di base del gioco sarete pronti allo step successivo, leggermente più complicato ma dannatamente divertente e appagante: stiamo parlando del wallbouncing. Si tratta di una tecnica che sfrutta il "magnetismo" delle coperture di Gears per creare un movimento elusivo e incredibilmente efficace per evitare i colpi degli avversari. Una metodologia di movimento che va usata negli scontri ravvicinati, che sono il cuore pulsante dell'esperienza multigiocatore.
Come fare? Semplice: per utilizzare una copertura è necessario premere il tasto A, in quel momento il vostro personaggio comincerà un'animazione che lo avvicinerà al riparo in questione; bene, quest'animazione può essere interrotta per iniziarne immediatamente un'altra, ovviamente indirizzando il movimento verso la copertura successiva. Farlo in ambienti stretti e con più ripari possibile creerà un movimento velocissimo e quasi impossibile da prevedere, costringendo gli avversarsi ad allontanarsi da voi ed utilizzare armi a distanza.

Guida alle migliori armi e quando usarle

Se vogliamo trovare un difetto all'archetipo del multiplayer di GoW, questo era legato al fatto che la struttura portante limitava l'efficacia di certe armi, e che in buona sostanza la buona varietà di bocche da fuoco veniva valorizzata davvero poco. Quest'anno la musica è leggermente cambiata: l'arsenale è sempre vario, ma le situazioni di gioco non ci obbligano ad utilizzare sempre e comunque il fucile a pompa o il lancer.
Come al solito la vostra dotazione sarà composta da tre armi più le granate, parliamo di: Gnasher, Lancer/Hummerburst e la pistola Snub. Nel corso delle partite e a seconda delle modalità di gioco, il gioco vi metterà a disposizione delle power weapon che se utilizzate nella maniera corretta faranno la differenza.
Prima di concentrarci su di esse, facciamo una rapida carrellata sulle principali caratteristiche della dotazione base: il fucile a pompa è ovviamente adatto agli scontri ravvicinati e possiede un rateo di fuoco discretamente basso.
Il lancer è utile dalle lunghe distanze, unendo di fatto un buon rateo di fuoco ad una stabilità più che discreta, senza dimenticare la motosega in dotazione che vi permetterà di sbudellare i nemici che oseranno avvicinarvi troppo.
Non sottovalutate anche la pistola Snub, che in alcune situazioni si rivelerà determinante, soprattutto se sarete abbastanza precisi da riuscire a colpire il vostro avversario con un buon numero di colpi in rapida successione.
Molte volte vi basterà saper padroneggiare al meglio queste armi per avere la meglio sui vostri avversari, mentre in altri casi sarà necessario utilizzare la power weapon che avrete a disposizione: specializzarvi su quante più armi possibili potrà fare la differenza. Le più comuni sono sono il fucile di precisione ed il boomshot; il primo è un classico fucile da cecchino, il secondo una sorta di bazooka facilmente trasportabile che se usato nel modo corretto disintegrerà l'avversario: cercate di colpire direttamente il nemico, oppure sfruttare il pavimento ed i muri limitrofi per creare danni ad area che uccideranno comunque il malcapitato di turno.

L'Embar è il fucile di precisione ad impulsi, nonché arma in dotazione dei Debee: per sparare dovrete prima caricare il colpo, e rilasciare il grilletto nel momento giusto per decapitare l'avversario. L'unica differenza con il classico fucile da distanza è l'immediatezza del colpo: mentre per il cecchino vi basterà premere il grilletto per fare fuoco, l'embar richiede qualche secondo di carica. Per questo motivo è più efficace in mano a giocatori esperti e più navigati.
L'Overkill e l'Enforcer fanno compagnia all'Embar, e derivano anch'essi dalla dotazione dei Debee; il primo è un fucile a pompa potenziato, che spara due colpi in rapida successione invece che uno, diventando quindi più difficile da controllare in termini di rinculo, ma più potente in termini di danni per secondo. Cercate però di utilizzarlo in condizioni estreme: il fucile a pompa classico è più versatile. l'Enforcer invece è a tutti gli effetti un SMG molto efficace da media/corta distanza, che se padroneggiato con oculatezza potrà essere molto fastidioso, anche se richiederà un po' di pratica visto l'alto rinculo: questo basta a favorire il lancer come arma automatica.
Non mancano poi armi più atipiche come il buzzkill: un lancia-seghe automatico molto efficace negli spazi ristretti, data la particolarità dei proiettili che rimbalzano sui muri creando traiettorie imprevedibili; ed il dropshot, utilissimo per eliminare i nemici dietro le coperture grazie ai suoi particolare proiettili, ovvero delle mine che esplodono al contatto con il terreno o il nemico. Studiare le traiettorie più efficaci in base alla posizione dei vostri nemici farà la differenza.

Gears of War 4 Il multiplayer di Gears of War è un'esperienza unica, immediata, ma non per questo da sottovalutare: saper padroneggiare al meglio i movimenti del vostro personaggio, combinati ad un'approfondita conoscenza di ogni singola arma farà la differenza tra voi e un giocatore di livello medio/basso. Non fatevi scoraggiare se le prime partite saranno un massacro: tenete a mente i nostri consigli e non demordete, le soddisfazioni non tarderanno ad arrivare.