Resident Evil VII Adesso online

Nuova puntata di Eternal Backlog: iniziamo Resident Evil 7!

GCom11

Hands on Anarchy Reigns

Testato a colonia il confusionario Action di Platinum Games

hands on Anarchy Reigns
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
 Roberto de Luca Roberto de Luca scopre il meraviglioso mondo dei videogame quando nel 1996 suo padre gli regala una Playstation nuova fiammante. Grande appassionato di qualsiasi cosa riguardi gli zombie, adora gli sparatutto in soggettiva, i tatuaggi ed il buon vino. Lo potete trovare su Facebook e su Google Plus.

L’ibridazione è un processo decisamente in voga, in questa generazione di console. Ma cosa accadrebbe se invece di fondere diversi generi, una software house decidesse di mixare singoli prodotti? E’ questo il caso di Anarchy Reign: così infatti ce lo hanno presentato i Platinum Games non appena abbiamo varcato la soglia del booth in cui era presente una versione giocabile del loro nuovo progetto. Un ibrido tra Mad World, Bayonetta e Vanquish (non per forza nello stesso ordine) che a detta degli sviluppatori potrebbe essere l’action definitivo. Anarchy Reigns è stato definito un “online action combat”, e l’anima del quinto titolo sviluppato da Platinum è chiaramente legata all’impostazione estrema di questa perentoria definizione: puro e violento combattimento corpo a corpo, per un massimo di 4 giocatori online contemporaneamente.

Valvola di Sfogo

Anzitutto, qualche chiarimento: il gioco è pensato principalmente per una fruizione online, in cui si assiepano una massimo di 4 giocatori, ed in questa forma è stato presentato all’evento tedesco. Tra le modalità è tuttavia presente anche una campagna offline, ma più che altro serve a prendere confidenza con il sistema di controllo ed il gameplay, così che sia in seguito possibile dedicarsi alle sfide in rete, con utenti da tutto il mondo.
Tornando in ogni caso al “collage” che ha composto il profilo ludico di Anarchy Reings, diremmo che il titolo non ha preso altro che la velocità di Vanquish, i protagonisti di Mad World e lo stile sopra le righe di Bayonetta. Purtroppo il tutto è incastrato insieme un po’ alla rinfusa, sfociando in un prodotto che sembra avere davvero poco da offrire all’utenza video ludica. Abbiamo avuto l’opportunità di provare alla Gamescom la modalità online “tutti contro tutti” del gioco, dove ogni giocatore ha un numero illimitato di vite e vince chi accumula più punti. Una volta selezionato il nostro personaggio (durante la prima sessione abbiamo deciso di scegliere proprio Jack, il protagonista di Mad World), veniamo catapultati su di un ring, sospeso in aria da lunghi pali d’acciaio. Non appena inizia il combattimento capiamo subito che non c’è tempo per pensare: il gameplay è talmente veloce e frenetico che fermarsi a pensare equivale a prenderle di santa ragione. I tasti utilizzabili sono ridotti al minimo: due per i gli attacchi (uno debole ed uno più forte), un dorsale per la difesa ed uno per il salto, al quale possiamo collegare spettacolari attacchi concatenati. Dopo un certo numero di colpi andati a segno, il nostro personaggio potrà attivare il “rage attack”, ovvero una sorta di invulnerabilità di pochi secondi, entro i quali tutti i nostri attacchi saranno imparabili e faranno il doppio del danno. Utilissimo nella pratica, risulta sfortunatamente per nulla innovativo, essendo una scappatoia a cui ricorrono moltissimi programmatori per variare il gameplay del proprio gioco. In realtà è l’intera modalità online proposta a risultare poco appagante e tediosa, tanto da fa passare la voglia di competizione dopo pochi minuti. Il motivo principale è che il combattimento corpo a corpo per quattro giocatori risulta confusionario e a volte frustrante, a causa delle continue interruzioni delle proprie combo da parte dei nostri avversari. Tutto ciò non fa altro che costringere il giocatore a premere i tasti a caso nella vana speranza di riuscire ad accumulare più punti possibili. Nonostante la caratterizzazione dei personaggi sia ottima, ed ognuno di loro abbia caratteristiche uniche accompagnate da tecniche di combattimento specifiche, nessuno riesce ad imporsi nella memoria del giocatore, tranne forse quelle personalità riportate direttamente da Mad World. L’unica mappa su cui abbiamo giocato era limitata, seppur dislocata verticalmente su due piani diversi: se malauguratamente si precipitava dal ring dopo aver ricevuto un cazzotto troppo potente, si cadeva in un parcheggio abbandonato (anch’esso di dimensioni piuttosto ridotte) dal quale si poteva risalire attraverso delle enormi ventole poste ai quattro angoli della mappa. Di sicuro per modalità come quella provata con mano dalla nostra redazione sono preferibili mappe di piccole dimensioni per concentrare tutta l’azione in un unico punto, ma non ce la sentiamo di dire che il lavoro stilisticamente svolto per il background sia pregevole. La scarsa interazione ambientale è limitata as alcuni oggetti (spesso anche di grandi dimensioni come le motociclette) disseminati nell’arena che possono essere raccolti e utilizzati per fare più danno. Graficamente Anarchy Reigns mostra le sue qualità, concentrando gli sforzi soprattutto sui riuscitissimi modelli poligonali dei combattenti, i cui movimenti sono sempre convincenti e realistici. A questo si aggiunge una discreta fluidità durante gli scontri e un’ottima velocità di caricamento tra un round e l’altro, azzerando di fatto l’attesa nervosa dei molti abitudinari dell’online gaming.

Anarchy Reigns Anarchy Reigns è un titolo che a questo punto dello sviluppo convince poco. Atteso per il primo mese del 2012, il beat’em up della SEGA non appassiona il giocatore con la sua tanto decantata modalità online e rischia di stancare dopo poche partite. La confusione e la totale mancanza di obiettivi se non quello di riempire di botte i propri avversari, lascia monco un titolo che potenzialmente poteva di sicuro aspirare a qualcosa in più. Basiamo le nostre impressioni comunque su una singola modalità ed una singola mappa; restiamo quindi speranzosi che la versione definitiva ci possa far cambiare idea.

Che voto dai a: Anarchy Reigns

Media Voto Utenti
Voti totali: 48
7.2
nd