Hands on Assetto Corsa

Una promettente simulazione corsistica tutta italiana.

hands on Assetto Corsa
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One

Tra i più ambiziosi e promettenti progetti italiani relativi al nostro media, il rigoroso simulatore di guida Assetto Corsa ricopre una posizione di particolare importanza per le premesse, i propositi e le formidabili tecnologie impiegate dagli sviluppatori di Kunos Simulazioni. La software house del Bel Paese, con sede operativa presso l'autodromo laziale di Vallelunga e specializzata nella realizzazione di accurati modelli simulativi, è stata fondata nel 2005 dal talentuoso duo Stefano Casillo/Marco Massarutto ed è nota nell'ambiente per Ferrari Virtual Academy e netKar-pro, un racing simulator professionale che include la celebre cronoscalata Trento-Bondone di ben 17 chilometri. La grandissima passione per i motori degli addetti della società, unita all'eccezionale tecnologia proprietaria per lo sviluppo di modelli dinamici realistici, sono le colonne portanti di Assetto Corsa, prodotto che si fregerà di licenze automobilistiche ufficiali di assoluto spessore come Ferrari, Pagani e Lotus, tracciati famosi, editor professionale ed una fondamentale partnership con Fanatec. Il titolo punta a sbarcare anche su Steam attraverso la piattaforma Greenlight (vi consigliamo di votare Assetto Corsa attraverso questo link) e da alcuni giorni è disponibile per stampa ed acquirenti di netKar-pro la Technology Preview 0.9.9, una sorta di benchmark giocabile che offre un "assaggio" delle potenzialità del titolo. Dopo un accurato test su pista non possiamo che ritenerci entusiasti del lavoro svolto dai nostri connazionali e dalle prospettive di Assetto Corsa, rigoroso racing simulator che farà a lungo parlare di sé.

Trackday in Umbria

Nei circa 260 Megabyte che racchiudono la Technology Preview 0.9.9 di Assetto Corsa, antipasto di una futura e ben più completa -oltre che disponibile a tutti- demo giocabile, è possibile mettersi al volante di una esuberante Lotus Elise SC sul tortuoso Autodromo dell'Umbria "Mario Umberto Borzacchini", comunemente conosciuto col nome di "Autodromo di Magione". La scelta della suddetta combinazione auto/circuito da parte dei ragazzi di Kunos Simulazioni è tutt'altro che casuale, trovandoci infatti innanzi alla perfetta esperienza del trackday, in particolare per quanto concerne la piccola -ma cattiva- Lotus Elise stradale, caratterizzata da modifiche ad hoc per la pista. In questo assaggio di Assetto Corsa sono disponibili due modalità di gioco (Prove Libere e Time Attack) giocabili in diversi orari del giorn. Ed è possibile regolare un buon numero di parametri, relativi sia all'esperienza simulativa - tra assistenze alla guida e setup della vettura - sia per i sistemi di controllo ed i settings grafici. Trattandosi di un benchmark giocabile solo dagli appassionati, ricoprono un ruolo fondamentale i feedback da inviare agli sviluppatori, che possono rettificare e migliorare il proprio operato grazie a report e segnalazioni di bug. Allo stato attuale dei lavori l'interfaccia dei menù, seppur rigorosa ed apparentemente completa in alcune voci, si dimostra un po' macchinosa nella consultazione e gestione. Tuttavia, tenendo ben a mente il genere di appartenenza di Assetto Corsa e soprattutto la versione in prova, si tratta di una soluzione più che accettabile. L'aspetto più intrigante e meglio riuscito del lavoro di Kunos Simulazioni è il modello di guida, curato con passione certosina e figlio dei rigorosi modelli matematici che sottendono alle migliori simulazioni professionali. La distribuzione dei pesi, il comportamento degli pneumatici, l'avanzato modello fisico ed in generale le dinamiche della vettura sono sorprendenti per quanto attinenti alla realtà; chi ha avuto la fortuna di guidare vetture simili alla Lotus Elise SC si sentirà realmente al volante, come avviene in pochi altri prodotti. Ovviamente, per godere appieno delle incredibili emozioni offerte da Assetto Corsa, è necessario disporre di un volante di alto livello con 900° di rotazione.

Col nostro soddisfacente e sempreverde Logitech Driving Force Pro abbiamo riscontrato un ottimo feeling e le sensazioni non possono che esaltarsi per chi dispone di G25/G27 o di un prestante Fanatec. La natura progressiva e personalizzabile dell'esperienza di guida, che permette di regolare diversi parametri come la gestione della frizione, la pressione/temperatura delle gomme, il traction control, l'ABS e via discorrendo, garantisce comunque la fruizione del prodotto anche a coloro che giocano con la tastiera o con un joypad, pienamente supportato dal gioco come tutte le periferiche riconosciute da Windows. Il feeling di guida è ulteriormente impreziosito dalla tecnologia 3D Laser Scan utilizzata per riprodurre l'Autodromo di Magione, un tortuoso tracciato di 2.507 metri caratterizzato da un lungo rettilineo dove ogni ondulazione ed asperità dell'asfalto è perfettamente riproposta. La versione definitiva della simulazione offrirà circuiti e vetture su licenza ed una struttura modulare appositamente pensata per i modders che, attraverso l'editor professionale fornito dagli sviluppatori, potranno ricreare qualsivoglia veicolo o tracciato e proporlo alla community di appassionati.

Baciate dal sole

Dal punto di vista squisitamente tecnico è ancora troppo presto per sbilanciarsi sulla qualità definitiva del prodotto; tuttavia possiamo sottolineare la bontà del lavoro svolto fino ad ora da Kunos Simulazioni. Il numero di parametri grafici impostabili dall'apposito menù è già piuttosto elevato e comprende diverse opzioni avanzate, oltre a quelle più classiche come filtro anisotropico e vertical sync. Tra esse citiamo il Fast Approximate Anti-Aliasing, la risoluzione delle ombre, l'HDR, il motion Blur, la possibilità di abilitare il triplo schermo, il Cubemap Resolution, la risoluzione degli specchietti, il Faces per Frame e via discorrendo; una pletora di setting che renderanno fruibile il gioco anche su piattaforme non all'ultimo grido. Tornando a qualcosa di più concreto il modello dell'unico veicolo attualmente disponibile è ben realizzato e presenta numerosi dettagli fedelmente ricostruiti, laddove spicca per cura maniacale la resa delle ruote e delle varie componenti ad esse legate. Ottimo anche il cockpit interno, mentre meno convincente è la gestione dei riflessi, con la carrozzeria dell'auto sin troppo lucida e lucente in determinate inquadrature. Segnaliamo inoltre qualche bug di compenetrazione con gli effetti particellari come fumo e polvere, che invadono l'abitacolo durante le escursioni fuori pista e le manovre più ardite. In tali circostanze abbiamo notato anche un calo sensibile nel framerate. Ovviamente si tratta di bug e difetti di ottimizzazione che verranno risolti nella release definitiva del prodotto. Buonissima invece la ricostruzione del circuito umbro di Magione, forte della tecnologia 3D Laser Scan e di un delizioso HDR che esalta i dettagli dell'asfalto. Con la nostra configurazione di prova (i5 3570k con Gainward 680 GTX Phantom e 8 Giga di Ram) e tutti i dettagli al massimo in 1080p abbiamo ottenuto un framerate costante tra i 50 ed i 60 fps, con qualche brusco calo nelle circostanze già citate. Sarà importante valutare il comportamento del motore grafico/fisico con altre vetture in pista, sia controllate dall'IA che da altri giocatori umani, tenendo presente che il multiplayer online giocherà un ruolo centrale in Assetto Corsa. L'aspetto meno convincente della Technology Preview risiede nel sound del motore, decisamente poco incisivo e "cattivo" come dovrebbe, mentre lo stridio degli pneumatici è ben realizzato, così come l'effettistica relativa alle cambiate ed alle sollecitazioni varie alla meccanica della vettura.

Assetto Corsa Disporre di un buon PC con periferiche dedicate è, almeno fino ad oggi, l'unico modo per godere dei real racing simulator, ed il titolo curato da Kunos Simulazioni ha tutte le carte in regola per giocarsela coi migliori sulla piazza. Forte di un modello fisico e dinamico proprietario estremamente convincente, oltre che di licenze di prestigio e di un team di sviluppo appassionato e direttamente coinvolto nel motorsport, Assetto Corsa sarà lanciato nel corso del 2013 con la speranza che sbarchi su Steam grazie ai voti ottenuti attraverso la piattaforma Greenlight. Il lavoro svolto fino ad ora, ad eccezione di qualche piccola sbavatura da ottimizzare, è assolutamente pregevole e se il comparto multiplayer, l'IA e la gestione delle collisioni manterranno le promesse, i fanatici di simulazioni avranno di che divertirsi per lunghissimo tempo. Restate sintonizzati sulle nostre pagine per ulteriori aggiornamenti su questo promettente progetto italiano.